Sidigas, così De Cesare vuole salvare la società e i club

sidigas de cesare
2' di lettura

Barlume di speranza in casa Sidigas. Come riportato dai colleghi di ITV, la società lavora per l’udienza del 12 luglio 2019. Il pool di avvocati di De Cesare stanno studiando la linea difensiva da adottare per smentire quanto sostenuto dalla procura della Repubblica di Avellino: una grossa mole di debiti e presunti falsi in bilancio. Infatti, stando alle informazioni trapelate dalla società di gas irpina, la Procura ha tenuto conto solo dei debiti della società amministrata da De Cesare, senza prendere in considerazione i crediti che quest’ultimo vanterebbe nei confronti delle società in questione e dello Stato.

Una situazione delicatissima per la Sidigas Spa, che in questi giorni vive col fiato sospeso la vicenda, preparando gli incartamenti necessari per rispondere alle accuse mosse dal tribunale di Avellino.

Una situazione che ha origine da un contenzioso tra la Sidigas ed Eni. Da indiscrezioni raccolte, il perito chiamato a certificare l’accordo fra le parti, evidenziò una sproporzione della valutazione dell’accordo, ritenendolo di gran lunga più basso. Questa “sproporzione” ha innescato la segnalazione alla Procura, facendo scattare l’indagine.

Una situazione molto delicata sulla quale è difficile fare previsioni prima dell’udienza del 12, quando l’ultima parola sul futuro Sidigas spetterà al tribunale. Da sottolineare che la Sidigas Spa dovrà presentarsi, comunque, anche il 17 luglio a Napoli presso il Tribunale delle Imprese.

Intanto la società valuta la possibilità di un concordato preventivo in continuità procedendo alla ristrutturazione del debito. In questa fase il debitore mantiene l’amministrazione dei beni e può compiere le attività di ordinaria amministrazione. Per gli atti di straordinaria amministrazione, invece, occorre l’autorizzazione del giudice.

Una possibilità che permetterebbe a De Cesare di poter continuare a gestire le società sportive in proprio possesso. Cosi facendo aumentano le possibilità di veder l’imprenditore napoletano ancora impegnato nel mondo dello sport, mantenendo la gestione della squadra di calcio. Una volontà – da parte di De Cesare – tutta da verificare. Anche perché, per il momento, l’imprenditore non ha rilasciato dichiarazioni. Solo un comunicato da parte della società, sulla vendita dei due club (basket e calcio), che non ha offerto chiarimenti. Ma aumentato solo l’incertezza dei tifosi. Come ribadito questa mattina anche da Mario Dell’Anno, storico riferimento della tifoseria biancoverde.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!