Sidigas cala asso in aula: pronta a vendere rete del gas a una società

3' di lettura

Una società, probabilmente Italgas, pronta a rilevare la rete del gas da Sidigas. E così garantire alla azienda di onorare il concordato in bianco per evitare il fallimento richiesto dalla Procura di Avellino. E’ questa la notizia più importante emersa dall’udienza camerale (a porte chiuse) di questa mattina.

I giudici Sonia Matarazzo, Pierpaolo Calabrese e Gennaro Lezzi erano chiamati a esprimersi sull’appello cautelare avanzato dal Procuratore aggiunto, Vincenzo D’Onofrio, contro il provvedimento del gip, Marcello Rotondi. Il magistrato aveva ridotto l’iniziale sequestro di 97 milioni, riferito alle aziende Sidigas spa e Sidigas.com, a 8 milioni applicati al solo De Cesare indagato per evasione fiscale e auto-riciclaggio.

In sostanza, la Procura chiedeva di riapplicare il sequestro anche all’azienda e – di fatto – alla maggioranza delle quote dell’Avellino Calcio e della Scandone che appartengono a Sidigas. I magistrati si sono riservati la decisione. Verosimilmente ci vorranno dieci quindici giorni per esprimersi.

Fallimento Sidigas: proroga per il concordato in bianco

La difesa di Sidigas, affidata all’avvocato Alfonso Quarto, ha spiegato come la società intenda onorare il percorso di concordato in bianco. Proprio quella procedura per sanare i debiti con i creditori e pagare sanzioni che ammonterebbero a quasi cento milioni di euro (ma vanno calcolati i crediti ai quali l’azienda ha sempre fatto riferimento nella sua difesa).

Un impegno garantito dal piano di rientro, che la società sta studiando da due mesi con la supervisione dei commissari giudiziali, e proprio dall’acquisto della rete che dovrebbe essere effettuato dalla nuova società.

La Sidigas chiederà una proroga dei tempi, inizialmente erano sessanta giorni.

Sidigas e Italgas: trattativa per la rete

Stando a fonti vicine all’azienda di distribuzione del gas e alla Procura di Avellino, con le quali Thewam.net ha avuto modo di confrontarsi al termine dell’udienza, la società pronta a rilevare la rete da Sidigas è proprio Italgas S.p.A. Si tratta di un colosso italiano specializzato nell’attività di distribuzione del gas.

Un incontro con fra Italgas e Sidigas è a previsto per la prossima settimana. In Procura, nei prossimi giorni, è atteso anche l’amministratore delegato di Sidigas Dario Scalella. De Cesare, unico indagato nell’inchiesta della Procura, ha infatti rinunciato a quella carica e a quella di Ad dell’Avellino Calcio.

La decisione del tribunale

I giudici si sono riservati per la decisione sull’Appello cautelare. Dovrebbero volerci fra i dieci e i quindici giorni per esprimersi. Come già chiarito su Thewam.net, dall’avvocato Gerardo Di Martino, il tribunale può o lasciare la situazione inalterata (sequestro da otto milioni applicato al solo De Cesare) o riapplicare il provvedimento iniziale alle aziende. E’ chiaro che, se l’azienda come sembra riuscirà a garantire il piano di rientro dei debiti, è plausibile che i giudici confermino quanto già espresso dal gip. E, quindi, non applichino alcun nuovo sequestro a Sidigas.

Martedì incontro dal giudice fallimentare

Martedì il giudice fallimentare, Pasquale Russolillo, ha convocato tutte le parti: la Sidigas, i commissari giudiziali, i creditori e il procuratore aggiunto, Vincenzo D’Onofrio. Per far luce proprio sul percorso di concordato in bianco, adottato da Sidigas per onorare il pagamento dei creditori.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie