Soffri della sindrome dell’intestino irritabile? Ecco le cause e i rimedi

La sindrome dell'intestino irritabile: il rimedio giusto è la nostra alimentazione. Ecco i consigli dell'esperta Francesca Finelli.

Intestino irritabile? Vediamo insieme le cause, i rimedi e i consigli dell'esperta. Il primo passo è puntare sulla nostra alimentazione e migliorarla.


3' di lettura

La sindrome dell’intestino irritabile definita “colite spastica” o “colon irritabile” è una condizione molto comune e debilitante, che interessa circa il 10 per cento della popolazione, soprattutto di sesso femminile e con un tasso più alto di prevalenza dai 20 ai 50 anni.

Indice:

  1. I sintomi

  2. Le cause

  3. I rimedi

  4. I consigli

  5. Contatti

I sintomi

È caratterizzata da fastidio o dolore addominale, associati all’alterazione della funzione intestinale ed accompagnati da gonfiore o distensione. L’intestino può essere stitico, diarroico oppure di tipo misto, ossia con alternanza fra stipsi diarrea. Spesso i pazienti sperimentano una riduzione della qualità della vita, e circa il 60 per cento di essi lamenta anche debolezza ed affaticamento.

Le cause

Le cause sono molteplici e, nello stesso individuo con fattori scatenanti diversi. Da un lato vi sono fattori psico-sociali, come il comportamento verso le malattie, aspetti cognitivi ed emotivi; dall’altro fattori biologici, come l’alterazione  della motilità del tratto digestivo, la sensibilità, la percezione soggettiva del dolore, la flora batterica ed infezioni intestinali. 

L’approccio iniziale si basa su una adeguata educazione alimentare e dello stile di vita, di una terapia nutrizionale personalizzata che suggerisca alimenti e bevande utili ad attenuare anche la sintomatologia gastrica , insieme ad una corretta idratazione ed attività fisica appropriata.

I rimedi

Tra le strategie utili ricordiamo, una Dieta di eliminazione di cibi “formanti gas”: se il sintomo principale è il meteorismo e gonfiore con distensione addominale, è consigliabile la riduzione di alimenti che fermentano come le bevande gassate, l’insalata a foglia larga (es. lattuga), gli ortaggi (es. cavolfiore, piselli, broccoli), i legumi (es. fagioli, ceci, lenticchie), masticare chewing-gum, e la frutta dopo i pasti (è preferibile consumarla lontano).

Oppure la dieta a basso contenuto di FODMAP (oligosaccaridi fermentabili, disaccaridi, monosaccaridi e polioli) limita i carboidrati alimentari a catena corta, scarsamente assorbiti nell’intestino tenue e fermentati nel grande intestino.

I FODMAP si trovano nel grano, in alcuni tipi di frutta e verdura, nei legumi, nei dolcificanti artificiali e in alcuni alimenti preconfezionati. La fermentazione non è caratteristica dei soggetti con Sindrome dell’intestino irritabile, ma peggiora i sintomi in quelli con ipersensibilità viscerale.

I consigli

Seguire uno stile di vita più regolare con le giuste integrazioni alimentari, nell’ attenta cura del microbiota intestinale, possono essere rimedi giusti per un completo benessere. Quindi le Raccomandazioni dietetiche generali sono:


  • Mantenere una buona idratazione , in quanto un corretto equilibrio idrico è indispensabile per garantire una consistenza morbida delle feci (soprattutto in caso di stipsi);

  • Prediligere preparazioni semplici e cucinare senza aggiungere grassi. Cotture consigliate: a vapore, ai ferri, alla griglia o piastra, al forno e al cartoccio;

  • Evitare un’alimentazione sbilanciata, con un consumo eccessivo di grassiproteine e povera o priva di carboidrati . Si consiglia invece una dieta equilibrata in micro e macronutrienti, ricca in frutta, verdura e cereali integrali (tipicamente mediterranea);

  • Mangiare lentamente, masticando con calma i bocconi;

  • Evitare di saltare i pasti;

  • Valutare la tolleranza individuali agli alimenti.

Durante la fase acuta (colica), le raccomandazioni dietetiche cambiano, è consigliabile prediligere una dieta ricca di liquidi e di Sali minerali

Contatti

A cura della Dottoressa Francesca Finelli. Biologa Nutrizionista – Perfezionata nei disturbi del Comportamento Alimentare  e in Nutrizione Pediatrica –  Esperta in Nutrizione per il Wellness, Sport e Performance  Fisica- Nutrizionista presso U.O. Pediatria A.O.S.G.Moscati- Consulente HACCP, Igiene e Sicurezza Alimentare- Studio di Medicina Olistica Estetica e Nutrizione Clinica-Avellino, Milano. 

Contatti: medfinelli@gmail.com        

Canali Social:


Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie