Sonno, rimedi naturali contro l’insonnia

Un buon sonno ristoratore aiuta il corpo e il cervello a stare in salute, ma non sempre è possibile: ecco i rimedi naturali per dormire bene e contrastare l'insonnia. Dal succo di ciliegia, all'intramontabile camomilla, alla menta piperita e tante altre bevande che possono migliorare il tuo riposo notturno.

5' di lettura

C’è poco di meglio per la tua salute che un buon sonno ristoratore. Il riposo notturno non viene troppo spesso ritenuto importante per il benessere dell’organismo, eppure ha una funzione rigeneratrice fondamentale. Gli adulti tra i 18 e i 60 anni dovrebbero dormire tra le 7 e le 9 ore ogni notte.

Un sonno significativamente più lungo o più breve è associato a un aumento del rischio di depressione, diabete, malattie cardiache e in alcuni casi di morte.

Ma dormire bene almeno sette ore a notte non è semplice. C’è di soffre di insonnia, chi non riesce ad addormentarsi in determinati orari e deve svegliarsi presto, chi soffre d’ansia, una patologia che è molto più diffusa da quando è esplosa la pandemia.

Ci sono i sonniferi, certo. Ma non possono essere una soluzione. Ad aiutarti a dormire bene ci possono anche essere dei rimedi più naturali, bevande che aiutano a rilassarti e a conciliare il sonno.

Eccone alcune.

Succo di ciliegia

Le ciliegie hanno molteplici benefici per la salute e tra questi anche quello di migliorare la qualità del sonno.

Qui trovi notizie interessanti su salute e benessere

Una delle ragioni è il triptofano contenuto nelle ciliegie. È un amminoacido, molto simile alla melatonina, che aiuta a regolare il ciclo sonno veglia, consentendoti di dormire bene e riposarti.

Le ciliegie più ricche di questa sostanza sono le amarene. Uno studio ha dimostrato che bere per sette giorni succo di amarena concentrato aumenta in modo importante i livelli di melatonina. Aumenta anche il tempo trascorso a dormire e riduce i sintomi dell’insonnia.

Camomilla

Questo è il rimedio che tutti conoscete, da secoli è uno dei prodotti più usati per migliorare il sonno. Ha molti benefici per la salute, allevia infatti i sintomi del raffreddore e riduce le infiammazioni. La camomilla aiuta anche a gestire gli stati d’ansia e riduce l’insonnia. Non ha effetti collaterali.

Ashwaganda

È una potente pianta medicinale, oggi molto usata anche in alcune diete. Viene anche definita il ginseng indiano o la ciliegia invernale (la ciliegia torna sempre…). Viene usata per trattare stress, ansia e artrite. È una pianta molto usata nella medicina ayurvedica.

La radice di questa pianta contiene dei composti che inducono il sonno se isolati e consumati in grandi dosi.

Aiuta il corpo a rilassarsi e questo permette di dormire, migliorando la qualità del sonno.

Si usa come la camomilla o una qualsiasi tisana.

Questo prodotto è in genere sicuro, ma dovrebbe essere usato con cautela da persone che hanno malattie autoimmuni, donne in gravidanza o che allattano, persone che soffrono di glicemia, malattie alla tiroide o assumono medicinali per la pressione sanguigna.

Valeriana

La radice della valeriana viene usata per favorire il sonno. Viene ritenuta sicura per gestire l’insonnia anche perché non altera il ciclo sonno veglia. Ma se assunta a dosi elevate può aumentare i livelli di ansia. La radice può aumentare la sedazione e non dovrebbe mai essere assunta con alcol o droghe.

Menta

La menta piperita è usata da anni nella medicina tradizionale. Si suppone abbia delle proprietà antivirali, antimicrobiche e antiallergiche. Può essere utile nelle indigestioni e per contrastare la sindrome dell’intestino irritabile. Influisce anche sulla qualità del sonno, mq sul punto non ci sono adeguati studi scientifici a supportare la tesi.

Si prepara con acqua calda e una manciata di foglie di menta. È generalmente sicuro, ma potrebbe interagire con alcuni farmaci, anche per questo prima dell’uso è meglio parlarne con il medico.

Latte caldo

Il latte caldo può aiutare a migliorare il sonno. Contiene, come il triptofano che aumenta la serotonina , precursore della melatonina che regola il sonno. Una buona tazza di latte caldo allevia i disturbi del sonno legati al jet lag o al lavoro, quando si alternano turni di giorno o di notte, e aiuta contro l’insonnia.

Può essere utile bere una tazza di latte caldo prima di andare a letto.

Latte di mandorle

Il latte di mandorle è una alternativa al latte vaccino per chi è intollerante al lattosio. Le mandorle intere sono ricche di fibre sane, vitamine e minerali. Il latte di mandorle può favorire un buon sonno perché ricco di ormoni e minerali, tra questi anche il triptofano, la melatonina e il magnesio. Diversi studi hanno dimostrato che il magnesio, da solo, è già un buon trattamento contro l’insonnia, soprattutto tra le persone anziane.

Non ha controindicazioni, ma non è consigliato a chi è allergico alle noci.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie