Se sono vaccinato e i miei figli no, come devo comportarmi?

Se sono vaccinato e i miei figli no, cosa devo fare? È una domanda che si pongono già molti genitori e tanti nonni e le risposte non sono semplici. Soprattutto in vista delle vacanze e con l'aumentare delle vaccinazioni. Siamo andati a vedere cosa consigliano gli esperti Usa, lì la questione è già “calda” perché la campagna di vaccinazione è molto più avanti.

4' di lettura

Le prossime riaperture danno speranza e respiro, ma producono anche qualche inevitabile preoccupazione. La vaccinazione sta fornendo importanti garanzie, ma è ancora in una fase molto incompleta e sono tante, quasi tutte, le famiglie “spaccate”: c’è chi è vaccinato, genitori o nonni, e chi no. Come funziona? Quali precauzioni bisogna prendere? Come bisogna comportarsi se sono vaccinato e i miei figli no?

La questione si pone in modo già rilevante negli Stati Uniti, dove il numero di persone vaccinate (con una o due dosi), è notevolmente più alto rispetto all’Italia, le autorità sanitarie stanno fornendo ai cittadini una sorta di vademecum, con una serie di raccomandazioni. «Ma – tengono a precisare gli esperti Usa al New York Times – quello che è giusto per una famiglia potrebbe non esserlo per un’altra».

Queste sono le risposte alle domande frequenti delle autorità governative Usa ai cittadini statunitensi. Tra qualche settimana saranno domande frequenti anche in Italia. Soprattutto a ridosso delle vacanze estive. Potrebbe essere molto utile saperlo in anticipo.

Quando posso aspettarmi che mio figlio venga vaccinato?

In Italia, così come negli Stati Uniti, è difficile rispondere a questa domanda. In particolare per i ragazzi e i bambini che hanno meno di 16 anni. Il vaccino Pfizer è stato approvato negli Usa per gli over 16enni. Ma a fine marzo la stessa casa farmaceutica ha annunciato promettenti risultati di uno studio clinico sul vaccino per adolescenti tra i 12 e i 15 anni.

Difficile prevedere quando lo studio sarà terminato e gli enti regolatori approveranno l’uso del vaccino anche su chi ha meno di 16 anni. Gli esperti comunque ritengono che entro questa estate potrebbero essere disponibili i vaccini per ragazzi tra 12 e 15 anni, per la fine del 2021 quelli per bambini tra i 5 e gli 11 e per i piccoli tra i 6 mesi e i 5 anni all’inizio del 2022.

Non tanto, ma neppure poco.

Tra amici e familiari vaccinati è possibile socializzare?

Se sei un genitore completamente vaccinato (sono cioè trascorse almeno due settimana dalla seconda dose del vaccino o due settimana dalla somministrazione del vaccino monodose), le linee guida diffuse dal Centers for Disease Control (CDC) dicono che è sicuro trascorrere tempo al chiuso, anche senza maschera, con un piccolo gruppo di persone vaccinate. Riunioni comunque con non più di dieci persone. Almeno fino a quando la pandemia sarà presente con un numero consistente di persone contagiate (negli Usa nonostante le vaccinazioni avanzate si contano ancora 70mila casi al giorno).

Possiamo socializzare con persone che non sono vaccinate?

Se i figli non sono vaccinati, non dovrebbero socializzare in casa e senza maschera con persone non vaccinate esterne alla famiglia, c’è sempre il rischio di trasmettere il Covid. Ci potrebbe essere una eccezione: se più famiglie costituissero una sorta di bolla frequentandosi solo tra loro e consentendo a rispettivi figli di giocare insieme.

Negli Usa c’è una grande preoccupazione per l’impatto che il Covid ha avuto sulla salute mentale dei bambini costretti all’isolamento. Sono aumentati i casi di ansia e depressione. Per questo è importante che nuclei familiari diversi ritrovino la possibilità di stare insieme. Sarebbe meglio comunque organizzare riunioni all’aperto (ora è possibile).

È sicuro viaggiare con o senza i miei figli?

Quando molti adulti saranno vaccinati sarà difficile resistere al desiderio di viaggiare o andare in vacanza. Gli adulti vaccinati possono tranquillamente viaggiare (sempre rispettando le linee guida sulla sicurezza).

In vacanza con i figli non vaccinati? Si può fare lo stesso, ma con delle precauzioni. Soprattutto se uno dei bambini ha determinate condizioni di salute sarebbe opportuno parlarne prima con il pediatra. I bambini non vaccinati dovrebbero comunque essere sottoposti a un tampone da una a tre giorni prima del viaggio (e anche al ritorno).

In aereo per i ragazzi non vaccinati è importante utilizzare comunque una maschera.

Si può cenare al chiuso o tornare in palestra (dove è possibile), quando si è completamente vaccinati?

Sì, due settimane dopo la seconda dose di vaccino è possibile frequentare di nuovo palestre e ristoranti, anche al chiuso. Evitateli però se sono molto affollati, soprattutto se andate con figli non vaccinati. Potrebbero essere esposti al covid e diffonderlo. Nei ristoranti, per ovvi motivi, le persone sono senza mascherina.

Ma dunque, come comportarsi se sono vaccinato e i miei figli no?

In pratica serve solo buon senso. Le linee guida del Cdc americano non contengono obblighi ma consigli. Anche perché, sostengono gli esperti Usa, «se le persone scelgono di essere più prudenti, non è sbagliato. Ma non sbagliano neppure se sono più flessibili. È un momento difficile, ma è positivo ragionare ora su problemi di questo tipo, significa che le cose stanno migliorando».

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie