​Sostegni bis, sì della Camera: misure, incentivi, bonus

Sostegni bis, sì della Camera, tutte le misure e gli incentivi: sono stati confermati lo stop al cashback e all'invio delle cartelle esattoriali. Ci sono poi gli incentivi per l'acquisto delle auto e un nuovo finanziamento per il Rem e le famiglie in disagio economico. Previsti fondi anche per il malessere mentale delle fasce deboli della popolazione, in particolare bambini e malati oncologici.

4' di lettura

Per il decreto Sostegni Bis è arrivato il sì della Camera (444 voti favorevoli e 51 contrari). Questa misura da 40 miliardi potrebbe essere l’ultimo provvedimento economico legato alla pandemia da Covid. Almeno questa è la speranza del Governo.

Nel decreto ci sono molte novità importanti, alcune sono state anticipate nei giorni scorsi, tra queste:

  • stop al cashback nel secondo semestre dell’anno
  • proroga di due mesi per l’invio delle cartelle esattoriali
  • cancellazione dell’Imu per i proprietari penalizzati dal blocco degli sfratti

L’ultima parola spetta al Senato. Ma non ci saranno modifiche: i tempi sono troppo stretti, mancano solo dieci giorni alla scadenza per la conversione in legge.

Sostegni Bis: misure per le imprese

All’interno del decreto Sostegni Bis un elemento caratterizzante sono i contributi alle imprese. Si tratta di 15 miliardi di euro

I contributi si muovono in queste tre direzioni:

  • contributi a fondo perduto per le imprese con perdite di fatturato di almeno il 30% tra il 2019 e il 2020;
  • contributi a fondo perduto per le imprese con perdite di fatturato di almeno il 30% tra il primo aprile 2020 e il 31 marzo 2021;
  • contributi sulla perdita di bilancio (e non di fatturato).

Sostegni bis: finanziati bonus e Reddito di emergenza

Altre misure riguardano:

  • riduzione dei costi fissi per le imprese come Tari, bollette e affitti con il ripristino del credito di imposta;
  • 9 miliardi saranno destinati all’accesso al credito e alle liquidità delle imprese;
  • 3 miliardi saranno destinati per migliorare le misure sanitarie (compresi i vaccini).

Oltre 4 miliardi includeranno:

  • rifinanziamento del Reddito di Emergenza;
  • una nuova tranche per l’indennità una tantum ai lavoratori stagionali del turismo e dello sport;
  • 500 milioni per le famiglie vulnerabili.

È stato confermato lo sblocco dei licenziamenti con l’eccezione della filiera del tessile e l’assegnazione di altre settimane di cassa integrazione.

Sospeso, come detto e tra le polemiche, il cashback. È stato risparmiato un miliardo e mezzo che verrà destinato al finanziamento della riforma degli ammortizzatori sociali.

Sostegni bis: modificato il calendario della riscossione

Il Sostegni bis nuovamente modificato il calendario della riscossione:

  • l’invio delle cartelle esattoriali è stato rinviato di altri due mesi (si riparte a settembre);
  • dilazionate le rate di pagamento per rottamazione ter e saldo e stralcio;
  • i proprietari di case danneggiati dal blocco degli sfratti non pagheranno l’Imu per il 2021 (si sta preparando un nuovo provvedimento per decidere le modalità di restituzione della prima rata, quella già pagata il 16 giugno).

Sostegni Bis: incentivi, scuola, fasce deboli

E veniamo agli incentivi previsti nel decreto Sostegni Bis.

Alcuni riguardano il settore auto:

incentivi da 750 a 2.000 euro per chi acquisterà una “Euro 6” usata, diesel o benzina, con un costo inferiore a 25 mila euro. (Per ottenere l’incentivo sarà però necessario rottamare un’auto vecchia di almeno 10 anni).

Sul fronte scuola sono stati stanziati 400 milioni per rinnovare l’organico aggiuntivo covid negli istituti scolastici.

Sono stati inoltre previsti 10 milioni per il 2021 da destinare ai servizi psicologici destinati alle fasce più deboli della popolazione. La priorità è stata individuata nei pazienti oncologici e nell’aiuto ai ragazzi in età scolare.

Entro dieci giorni queste misure saranno convertite in legge. Come detto è assai improbabile che in Senato venga modificato anche un solo punto. I tempi sono troppo stretti.

Il governo dovrà affrontare poi – tra l’altro – quattro importanti riforme: quella degli ammortizzatori sociali, la riforma del fisco, quella delle pensioni e quella della giustizia.

Quattro passaggi chiave per ridisegnare l’Italia chiamata ad affrontare la complessa ripresa post pandemia. Ci sono pochi mesi a disposizione, potrebbero essere sufficidenti.

Per le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie