Sparatoria Roma: ammazza moglie, ferisce figlio e si uccide. Erano di Avellino

Il figlio è grave in ospedale.

1' di lettura

Accoltella la moglie, poi spara a lei e al figlio con la pistola di ordinanza prima di uccidersi. Dramma a Primavalle, periferia Ovest di Roma. Nicola Russo, 67 anni, ex guardia giurata, questa mattina, 23 maggio 2020, ha ucciso la moglie Gerarda di Gregorio (63 anni), il figlio di 44 anni è invece ricoverato in gravi condizioni in ospedale. La coppia era originaria della Baronia, in provincia di Avellino, ma risiedeva a Roma da tempo.

Sparatoria a Roma: uccide la moglie e si spara

La tragedia si è consumata in via Francesco Maria Torrigio, al civico 102, dove l’uomo abitava da solo, dopo il divorzio dalla moglie. La donna e il figlio erano andati a casa dell’ex per prendere alcune cose. E’ allora che si è scatenata una furiosa lite. Il 67enne ha accoltellato la moglie, prima di impugnare la pistola (7,65) e fare fuoco.

Un testimone ha raccontato a Il Messaggero: «Ho visto una persona a terra in via Torrigio con una ferita alla gola, sanguinava e ho pensato fosse morto ma poi mi sono reso conto che respirava».

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Hai qualcosa da segnalare? Clicca qui e scrivici su WhatsApp.