Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Spid obbligatorio dal 1 marzo: come si usa e come averlo

Spid obbligatorio dal 1 marzo: come si usa e come averlo

Come si usa lo Spid? L'identità digitale Poste ID è gratis. Scopri la procedura online con moduli e documenti necessari. E' obbligatorio dal 1 marzo.

di Edvige De Michele

Febbraio 2021

Da lunedì 1 marzo per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione servirà lo Spid, la Cns oppure la Cie. Altre credenziali e pin non avranno più validità.

La piccola rivoluzione digitale della Pubblica Amministrazione arriva quindi a un punto di svolta. L’unico ente che concederà l’accesso senza Spid sarà l’Agenzia delle Entrate per il servizio di Fisconline. Sarà possibile farlo fino al 30 settembre.

(Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus; nel gruppo Whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati).

Spid, Cns, Cie. Cos’è l’identità digitale

Lo Spid permette ai cittadini di usufruire dei servizi della Pubblica Amministrazione telematicamente e senza dover andare fisicamente negli uffici.

I sistemi di identità digitale sono principalmente tre:

  1. Cns: la Carta Nazionale dei Servizi ha bisogno di un dispositivo e di un Pin per funzionare. Si può richiedere una smart-cart (che avrà bisogno di un lettore apposito) oppure una penna usb;

  2. Cie: è la Carta di identità elettronica. Quasi tutti gli enti sono ormai abilitati a far accedere con queste credenziali;

  3. Spid: l’identità elettronica più diffusa e facile da attivare. Ci sono 9 fornitori con i quali si può attivare, uno di questi è Poste, che offre un servizio gratuito.

La trasformazione dei servizi è partita nel 2020 con l’emanazione del Decreto semplificazione e innovazione digitale, in cui c’è scritto esplicitamente che le pubbliche amministrazioni, entro il 28 febbraio 2021, dovranno:

Spid obbligatorio dal 1 marzo: come si usa
Spid, l’identità digitale sarà obbligatoria per usare i servizi della PA dal 1 marzo.

Spid con Poste, come si usa

Fare lo Spid con Poste è molto semplice. Abbiamo realizzato questa guida che spiega il metodo più rapido e, soprattutto gratuito.

Il sistema che vi abbiamo spiegato è ibrido: si comincia la procedura online e si ultima presentandosi alle Poste. Per ottenere lo Spid in questo modo bastano in media 48 ore.

Una volta che avete ottenuto e attivato lo Spid dovrete scaricare l’App PosteID (Android | Apple), che vi permetterà di accedere ai servizi della pubblica amministrazione inserendo un unico codice di 6 cifre che sceglierete quando installerete l’app.

(Qui trovi il link al nostro canale youtube con le video-guide; qui invece la pagina riservata ai concorsi).

Accesso a Inps con Spid Poste

Ecco un esempio su come accedere all’Inps usando Spid Poste. Prima di tutto entrate nella pagina di login di Inps cliccando su Entra in MyInps.

A questo punto cliccate sulla scheda Spid e poi sul pulsante Entra con Spid. Si aprirà la lista dei fornitori: scegliete PosteID. (Se hai dei dubbi su questo tema entra nel gruppo facebook di TheWam; se ti interessa il tema delle pensioni, abbiamo un gruppo dedicato).

Ora potrete fare due cose: o accedere inserendo l’email e la password oppure: aprite dal vostro cellulare l’App PosteID. A questo punto toccate su Autorizza con Qr Code. Partirà la fotocamera, dovrete inquadrare il quadrato con scritto ID al centro sopra lo schermo del vostro Pc.

Una volta che lo farete sul cellulare dovrete inserire il codice che avete scelto quando avete attivato l’app per la prima volta. Quando lo farete, accederete ai servizi Inps e vi basterà cliccare su Acconsento. (Scopri tutti i bonus disponibili e come averli).

Oltre a questo articolo sullo Spid potrebbero interessarti anche:


Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp