Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Economia e Finanza » Tecnologia / Spid con delega, cosa cambia col Decreto Semplificazioni

Spid con delega, cosa cambia col Decreto Semplificazioni

Spid con delega nel Decreto Semplificazioni. Sarà possibile affidare la propria identità digitale a una persona di fiducia. Che sappiamo finora e come funzionerà.

di The Wam

Maggio 2021

Il Decreto Semplificazioni è a un passo dall’approvazione. Fra le misure proposte per diminuire il «divario digitale» c’è quella della delega dello SPID.

Attualmente lo SPID è infatti personale e per ottenerlo bisogna attivarsi in prima persona. Presto chiunque potrà delegare l’accesso con SPID a una persona di fiducia (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Spid con delega, cosa prevede

A regolare la delega del sistema di identità digitale è l’articolo 64ter del Decreto Semplificazioni. La bozza che abbiamo fra le mani è datata 21 maggio, ma fino a questo momento non ci sono state modificazioni alla proposta.

SPID sarà quindi coadiuvato dal Sdg (Sistema di gestione delle deleghe), che consentirà a chiunque di indicare un «delegato SPID», che potrà gestire gli accessi per suo conto.

Non ci sono altre indicazioni e la mancanza di riferimenti alla sicurezza preoccupa i cittadini. L’augurio è che però funzioni tutto bene, visto che in questo modo tutti potrebbero delegare l’accesso alla propria identità digitale, compresi anziani o chi non è pratico di dispositivi elettronici e di internet.

Il decreto specifica anche, per non avere problemi con il Garante della Privacy, che i dati personali saranno gestiti direttamente dal comparto specializzato in innovazione tecnologica della Struttura della Presidenza del Consiglio.

Spid con delega, multe a chi ritarda

Sono anche previste, in vista dell’innovazione tecnologica e dello svecchiamento della Pubblica Amministrazione, multe salate per chi ritarda l’introduzione dei servizi digitali.

Si parla di sanzioni che oscillano tra i 10mila e i 100mila euro per chi non riesce a rispettare gli standard di innovazione tecnologica e digitalizzazione richiesti dell’Agenda digitale europea.

Spid con delega, cosa cambia col Decreto Semplificazioni
Spid con delega, cosa cambia col Decreto Semplificazioni e perché può essere una grande opportunità.

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp