Stadi, cinema e teatri aumenta la capienza

Stadi, cinema e teatri aumenta la capienza. Per gli esperti per le sale al chiuso il limite salirà all'80%, per gli stadi anche oltre, ma a determinate condizioni. C'è un po' di timore per l'arrivo dell'inverno che impone spesso la presenza al chiuso di molte persone in locali con scarsa areazione. A scuola la quarantena potrebbe essere limitata al solo compagno di banco di un ragazzo infetto. I numeri positivi sul calo costante dei casi e l'aumento delle vaccinazioni.

4' di lettura

Stadi, cinema e teatro aumenta la capienza. Alle partite di calcio sarà possibile e presto riempire gli spalti (o quasi), per assistere a un film o a uno spettacolo teatrale le poltroncine saranno occupate per il 75/80% del totale. Quasi un sold out.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Al chiuso sarà sempre necessaria la mascherina e probabilmente ridurre i contatti con altre persone. Un limite certo, ma niente rispetto al divieto totale dello scorso anno.

Per le discoteche non si è ancora deciso, ma la possibilità che riaprano sono molto più concrete. Se la curva epidemiologica continua a restare sotto controllo (o almeno non in crescita), si potrà presto tornare a ballare.

Stadi, cinema e teatro aumenta la capienza: spettacoli al chiuso e all’aperto

All’aperto, e quindi negli stadi di calcio, la situazione potrebbe essere diversa: anche se si accalcano migliaia di persone. Con il green pass e le mascherine i rischi di contagio potrebbero essere ridotti e di molto. Senza contare, che già al momento, alcune squadre di calcio hanno inteso in modo piuttosto originale il limite di capienza lasciando riempire solo alcune aree degli spalti. Che sono piene come quando lo stadio è pieno. Cioè a capienza 100%.

Non proprio quello che avevano consigliato gli esperti.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Stadi, cinema e teatro aumenta la capienza: il ruolo del green pass

La discussione nel governo, all’interno del Comitato tecnico scientifico e dell’Istituto Superiore di Sanità è avviata da tempo. Il green pass, e quindi la certezza di avere un pubblico composto da persone completamente vaccinate, può rendere possibile questo parziale ritorno alla normalità.

Stadi, cinema e teatro aumenta la capienza: timori invernali

Con l’arrivo dell’inverno – queste le considerazioni degli esperti – c’è un po’ di preoccupazione perché è più semplice trovarsi in luoghi chiusi, affollati e con scarsa areazione. Il posto ideale per facilitare la diffusione di virus, non solo il covid (si pensi all’influenza o a un banale raffreddore).

Ma sul punto, è chiaro, la gestione ha una maggiore complessità rispetto a stadi, teatri o cinema, dove c’è un pubblico pagante, controlli e una gestione più agevole.

Stadi, cinema e teatro aumenta la capienza e la terza dose

Mentre per stadi, cinema e teatri aumenta la capienza (o si pensa nell’immediato di adottare questa scelta), è arrivato il via libera definitivo per la terza dose di vaccino agli over 80, per gli ospiti delle Rsa e per i sanitari più esposti al contagio. Per il momento è stata rinviata la decisione sul resto del personale, ma per il direttore dell’Iss, Brusaferro, non c’è alcun dubbio: «Non sono previsti rinviii per gli operatori sanitari. La somministrazione della terza dose di vaccino viene indicata progressivamente per gli ultraottantenni, i residenti nelle Rsa, persone ultrafragili e operatori sanitari, a partire da quelli più a rischio».

Stadi, cinema e teatro aumenta la capienza e la quarantena nelle scuole

Oggi si discute invece la quarantena nelle scuole. Potrebbe essere imposta solo al compagno di banco dello studente infetto.

Ieri intanto i nuovi casi sono stati 3.099 e 44 i morti. Il numero delle persone contagiate è stabile o in lieve e costante calo da settimane. Non c’è stata la temuta risalita dei contagi dopo la riapertura delle scuole. Ed è un dato ritenuto molto positivo.

La regione con il maggior numero di casi resta la Sicilia (422), subito dopo Emilia Romagna (340), Lombardia (304) e Veneto (316).

In altre nazioni europee la ripresa dell’attività scolastica è coincisa invece con un incremento dei positivi.

Stadi, cinema e teatro aumenta la capienza: il numero dei vaccinati

Continua intanto la vaccinazione nel Paese. Le persone immunizzate sono 42 milioni (il 77.69% della popolazione), mentre sono state somministrate 83.936.344 dosi.

Numeri importanti, cresciuti in maniera più significativa nelle ultime settimane dopo che è stato deciso il green pass obbligatorio anche sui luoghi di lavoro (sarà in vigore dal 15 ottobre). Non siamo dunque molto lontani da quell’80/85% che era stato indicato come limite di sicurezza anche in presenza di una variante molto contagiosa del virus come quella Delta.

Con un quadro del genere, pur senza abbassare la guardia, si può guardare al futuro con maggiore ottimismo. Per gli esperti il covid non sparirà, ma diventerà endemico, come l’influenza o il raffreddore, ma sarà possibile, rispetto a oggi, tenerlo sotto controllo. Conviverci, appunto.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie