Stangata sui conto corrente: come evitare il salasso

Stangata sui conto corrente: le banche l'hanno annunciata e si sta materializzando proprio in questi giorni, aumentano le spese su depositi e servizi. Penalizzati i clienti che hanno più di 100mila euro fermi in deposito, ma anche i rincari riguardano anche i costi di gestione dei conto corrente e tutti i servizi erogati dagli istituti di credito. Ma la soluzione c'è.

4' di lettura

L’annunciata stangata sui conto corrente è arrivata. Tutto colpa della gestione della liquidità, ovvero i tassi di interesse negativi imposti dalla BCE per far fronte alla crisi scatenata dalla pandemia. In pratica più soldi restano fermi su un conto corrente e più è salato il conto per gli istituti di credito. La soluzione? Far pagare il cliente. I rincari riguardano anche i costi di gestione dei conto corrente.

Ma come vedremo è possibile aggirare questi rincari, attivando un conto corrente online che per i nuovi clienti è a costo zero e offre molti servizi senza spese.

Ma torniamo alla stangata sui conto corrente. Sono molti i cambiamenti che le banche hanno in programma. Altre si stanno attrezzando con sostanziosi aumenti dei costi.

Ha iniziato Unicredit, che il primo marzo del 2021 ha imposto una tassa dello 0,5% su tutta liquidità in deposito superiore a 100.000 euro.

Ora la stangata sui conto corrente sarà imposta da tutti gli altri (o quasi) istituti bancari.

Stangata sui conto corrente: dopo Unicredit le altre

A ruota stanno infatti seguendo anche BNL e Monte Paschi. Sono già partite le prime modifiche.

Il Monte dei Paschi si appresta ad adottare la stessa strategia di Unicredit:

tassa dello 0,5% per i depositi superiori a 100.000 euro (per le imprese la soglia è spostata al milione di euro).

La BNL invece intasca un costo variabile per le aziende che hanno una giacenza media trimestrale di 100.000 euro, di 400 euro. Costi che arrivano fino a 4.000 euro per ogni milione di euro.

Sta per imporre le stesse misure anche BPM.

Gli aumenti su MyGenius

Ma non solo. La stangata sui conto corrente non riguarda solo i depositi importanti, ma anche le spese di tenuta e gestione.

Anche in questo caso ad aprire le danze è stata Unicredit che ha proposto ai suoi clienti la modifica unilaterale del conto My Genius.

Qualche esempio:

dal primo luglio chi è già cliente pagherà 3,30 euro di canone mensile: era 1.78, un aumento del 70%.

Per i nuovi clienti va anche peggio: il costo salirà da 3 a 4 euro.

L’aumento riguarderà anche il contratto transnazionale Silver (da 7,72 a 10,05 euro), il contratto transnazionale Gold (da 10,83 a 14,42 euro) e quello Platinum (da 19,97 a 23,56 euro).

La drastica scelta di Fineco

Fineco ha fatto anche di più. Il 18 marzo ha inviato una lettera ai suoi correntisti per avvisarli che sarebbero stati chiusi i conto corrente dove c’è una giacenza media uguale o superiore a 100mila euro, se non erano state attivate forme di finanziamento e di investimento in prodotti di risparmio.

Aumenti anche per Widiba

Rincari sono stati già decisi anche a Widiba, la banca online del Monte Paschi di Siena.

Le condizioni economiche cambieranno già dal prossimo 15 luglio.

E in particolare: per il pacchetto Smart il canone trimestrale resta a zero, ma le spese fisse passano a 6 euro (erano zero).

Raddoppia anche il pacchetto premium: passa da 5 a 10 euro. Mentre il pacchetto Top aumenta da 10 a 15 euro.

Attenti alla patrimoniale

I rincari dovrebbero riguardare tutte le banche.

Ma oltre alla stangata sui conto corrente pesa anche il rischio di misure che potrebbero essere adottate per il rilancio di una economia piegata dalla crisi innescata dal covid.

In particolare la patrimoniale sul conto corrente. È una ipotesi che viene ventilata con sempre maggiore insistenza. Le conseguenze per molte famiglie italiane potrebbero essere pesanti.

Il prelievo forzato – la patrimoniale appunto – andrebbe ad aggiungersi alla stangata sui conto corrente già adottata da molte banche italiane, senza contare i costi imposti a chi ha in deposito più di 100mila euro.

Dalla guerra al contante alla guerra ai conto corrente. Non c’è pace per i risparmiatori italiani.

Stangata sui conto corrente: la soluzione

Una soluzione possibile per aggirare l’aumento dei costi e non avere in deposito più di 100.000 euro (per chi ha queste cifre), è quella di aprire un nuovo conto corrente, ma online

Sono molte le banche che offrono conto corrente online gratuiti ai nuovi clienti, con bonifici e carte di pagamento senza spese. Puoi informarti online e verificare le offerte migliori.

Un modo per aggirare la stangata sui conto corrente che dopo essere stata annunciata è puntualmente arrivata.

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie