Storia delle serie tv: il libro sul fenomeno culturale

Storia delle serie tv: scopri cosa aspettarsi dal libro a cura di Armando Fumagalli, Cassandra Albani e Paolo Braga.

4' di lettura

Storia delle serie tv, a cura di Armando Fumagalli, Cassandra Albani e Paolo Braga, esce oggi 18 giugno in libreria con il suo primo volume e ci racconta la cronostoria della produzione seriale dagli anni ’50 a oggi.

Ma perché attualmente è così importante studiare le serie tv? Scopriamolo insieme in questo approfondimento.

Per sapere invece cosa c’è oggi in tv, entra nel nostro portale dedicato e scopri la programmazione.

INDICE

Se non trovi qui cosa guardare in streaming che faccia al tuo caso, nel nostro sito trovi anche tutti gli aggiornamenti sulle serie tv e le novità cinematografiche più interessanti.

In più, per avere sempre con te tutte le news, puoi entrare a far parte del nostro gruppo whatsapp gratuito.

Storia delle serie tv in due volumi: di cosa parla

Studiare oggi la storia della serie tv, attraverso l’analisi di alcuni dei titoli internazionali più famosi, vuol dire studiare un fenomeno culturale per niente trascurabile.

Storia delle serie tv è uno studio in due volumi (il primo in libreria dal 18 giugno e il secondo volume in arrivo martedì 24 giugno) che ripercorre la produzione seriale dagli anni ’50 a oggi.

Il libro ci accompagna in 70 anni di storia televisiva che è anche storia della cultura e del costume.

Nell’analisi di alcune pietre miliari dei generi televisivi, Armando Fumagalli, Cassandra Albani e Paolo Braga – insieme agli autori che si sono occupati dei 22 contributi contenuti nei volumi – ci mostrano come le serie tv abbiano preso posto accanto al cinema nel raccontarci la realtà dei nostri tempi.

Lì dove il primo libro si occupa del primo periodo in cui le serie tv hanno preso piede nel cuore degli spettatori, lavorando sul concetto di intrattenimento e fidelizzazione, il secondo si occupa dei nostri tempi.

Il secondo volume di Storia delle serie tv ci mostra infatti come le piattaforme di streaming Netflix, Prime Video, Disney+ e altre abbiano profondamente modificato il modo di raccontare storie.

L’analisi si chiude con un focus sul panorama italiano, con le sue recenti co-produzioni internazionali e il suo nuovo peso nel mercato globale.

Non si tratta del primo tentativo di analizzare il fenomeno culturale da un punto di vista cronologico.

Ci avevano già pensato Vincenzo Recupero e Fabio Franchi con il saggio La storia delle serie TV da Magnum P.I. all’altro ieri del 2020, interamente illustrato, ricco di vignette ironiche sui i momenti salienti delle serie tv di successo.

Ma questa volta l’approccio è più accademico.

Se Recupero e Franchi si sono concentrati soprattutto sull’impatto che ha la narrativa seriale sui suoi spettatori, Fumagalli, Albani e Braga ne fanno un’analisi più strutturata sul fronte della storia della televisione e della cultura.

Le parole dei curatori

Armando Fumagalli, coordinatore del corso di Laurea Magistrale The Art and Industry of Narration e consulente di sceneggiatura per Lux Vide, racconta così la necessità di un saggio sulla storia delle serie tv:

“Questo progetto è nato dall’esigenza di capire come nell’ultimo decennio il linguaggio cinematografico abbia trovato nella televisione e nelle piattaforme digitali i suoi nuovi canali di affermazione con prodotti che stanno progressivamente conquistando lo spazio una volta occupato dal cinema“.

Non c’era solo l’obiettivo di collocare in un momento storico e culturale i cult seriali, ma anche la volontà di studiare l’apporto che ogni titolo ha dato ai diversi generi televisivi.

Insomma, non ci resta che correre in libreria per imparare qualcosa di nuovo su un fenomeno che non accenna ad arrestare la sua corsa, ma che – al contrario – ha sempre più impatto sulla nostra cultura.

Per avere sempre a disposizione le ultime novità dal mondo dell’intrattenimento e altri suggerimenti su cosa guardare in streaming, non dimenticarti di visitare la nostra sezione tv e spettacolo

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie