Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza » Fisco e tasse / Stretta sul contante: limite 1000 euro, le sanzioni

Stretta sul contante: limite 1000 euro, le sanzioni

Stretta sul contante: limite 1000 euro a partire dal primo gennaio del 2022, queste le sanzioni previste e come funzionano i controlli.

di The Wam

Dicembre 2021

Stretta sul contante: limite 100 euro. Una stretta annunciata, nessuna sorpresa. Ma che limita in modo ancora più evidente i pagamenti “tradizionali” a vantaggio di quelli digitali. Il motivo lo conoscete bene: la circolazione del denaro digitale è completamente tracciata e questo consente di contrastare l’evasione fiscale e le operazioni in nero. Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati su diritti degli invalidi e legge 104

Fino al 31 gennaio 2021 il limite è di 2000 euro.

La nuova soglia è stata fissata nel decreto 124 del 2019, che era collegato alla manovra del 2019 (Conte bis).

Stretta sul contante limite 1000 euro: ritorno al passato

Siamo quindi tornati a quel limite che era stato imposto nel 2011, con il decreto Salva Italia. Limite che era stato poi eliminato nel 2016.

Dopo 11 anni si torna al punto di partenza.

Come sapete questa misura viaggia quasi in sincrono con quella che riguarda le sanzioni a carico degli esercenti che non accettano pagamenti digitali (di qualsiasi importo). Ma questa norma diventerà operativa a partire dal primo gennaio del 2023.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Stretta sul contante limite 1000 euro: pagamenti ammessi

La cifra massima in denaro che si potrà pagare in contanti è di 999,99 euro. Non si potrà andare oltre né per i pagamenti versi aziende, né per quelli che sono destinati ad altre persone.

Per gli importi superiori sarà indispensabile utilizzare uno di questi strumenti:

Stretta sul contante limite 1000 euro: l’eccezione

C’è una sola eccezione prevista, riguarda alcune operazioni svolte dai cambiavalute iscritti nel registro tenuto dall’Autorità prevista dal Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia.

Per chi svolge quella professione la soglia fissata dal decreto fiscale è di 3.000 euro, e sempre a cominciare dal primo gennaio del 2022.

Stretta sul contante limite 1000 euro: le sanzioni

Ma cosa rischia chi infrange la normativa, ovvero per chi effettua dei pagamenti in contanti che sono superiori ai 1000 euro?

Le sanzioni previste sono di due tipi. Ed entrambe sono decisamente spiacevoli:

Stretta sul contante limite 1000 euro: Pos obbligatorio

Avevamo accennato della misura che va a braccetto con la stretta sulla circolazione dei contanti. Ma sarà in vigore dal primo gennaio del prossimo anno. Ovvero le sanzioni a carico di commercianti e professionisti che si rifiuteranno di accettare dei pagamenti in digitale, anche di piccola entità (non si potrà più dire, per intenderci: «Non è possibile, abbiamo il Pos guasto»).

Le multe in questo caso saranno di 30 euro più il 4% del valore complessivo della transazione che è stata negata.

La differenza tra questa norma e altre che erano state “quasi approvate” negli anni precedenti è sostanziale: non c’è una soglia minima per applicare la sanzione. In altre occasioni, infatti, si era deciso di applicare le multe e l’obbligo dell’uso del Pos solo per transazioni superiori a 30 euro. Ora la sanzione scatta per transazioni di qualsiasi cifra.

Stretta sul contante limite 1000 euro: controlli

Sì, ma chi effettuerà le verifiche nei negozi e negli studi dei professionisti? La norma affida questo compito agli ufficiali, agli agenti di polizia giudiziaria e agli organi addetti al controllo sull’osservanza delle disposizioni.

Per le sanzioni sul “Pos negato” è già arrivato il primo ok della Camera il 21 dicembre. C’è ora il passaggio al Senato, il 5 gennaio. Tempi stretti, perché dal 6 gennaio scadono i 60 giorni di validità del decreto legge.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp