Super Cashback stop, i pagamenti solo in autunno (2021)

Super Cashback: la lista dei vincitori si saprà solo in autunno quando saranno terminate le verifiche del Cosap su eventuali reclami. I 1.500 euro assegnati ai primi 100.000. Ma per Cashback (pagati entro due mesi) e Super Cashback la sospensione potrebbe essere definitiva. Non è certo che l'iniziativa sarà ripresa nel 2022.

4' di lettura

Il 30 giugno sono stati sospesi Cashback e Super Cashback. Ora è tempo di incassi per chi ha partecipato, in attesa di sapere cosa accadrà nel 2022. Ovvero: l’iniziativa potrebbe essere eliminata per sempre o ripartire. Per ora è sospesa, congelata, mentre si aspetta l’esito della verifica (conviene allo Stato?).

Per chi contava di ricevere il prima possibile rimborsi e premi dovrà comunque pazientare. Arriveranno un po’ in ritardo, di certo è da escludere la velocità con la quale i “premi” sono stati assegnati nella fase sperimentale del dicembre scorso.

Per il Cashback da 150 euro è prevista un’attesa massima di due mesi.

Per il Super Cashback (1.500 euro destinati a chi è entrato nell’ambita lista dei 100.000 che più hanno utilizzato i pagamenti digitali), l’attesa potrebbe prolungarsi fino all’autunno.

Niente soldi entro l’estate, dunque. Forse quel denaro farà comodo quando, da settembre in poi, dovrebbe iniziare per il nostro Paese l’autunno caldo della tasse (tra quelle del 2021 e gli arretrati non versati per la pandemia).

Super Cashback: la classifica dei “magnifici” 100.000

Come detto il Super Cashback verrà assegnato ai 100.000 italiani che hanno utilizzato più spesso il denaro digitale (carte di credito, carte di debito, prepagate, bancomat e app di pagamento).

Non va avanti in classifica chi ha speso più soldi, ma chi ha utilizzato più volte il pagamento senza contanti.

Per partecipare serve solo essere maggiorenni.

Il Super Cashback rispetto al Cashback non è un rimborso in percentuale a quanto si è speso (per il Cashback il 10% sulle spese effettuate fino a un massimo di 150 euro). Ma, come detto, è un premio forfettario di 1.500 euro per chi entro nella lista dei “magnifici” 100.000.

Il premio è alla singola persona. Il che significa che in una sola famiglia possono vincere più persone.

I pagamenti del Super Cashback non oltre il 30 novembre. Ecco perché

Perché la classifica del Super Cashback sarà resa nota solo in autunno? Quelli sono i tempi necessari per verificare eventuali reclami arrivati alla Consap.

Non si andrà comunque oltre il 30 novembre.

E se due o più persone avranno effettuato lo stesso numero di transazioni?

Verrà premiato chi avrà compiuto prima degli altri l’ultimo pagamento valido. In pratica che è arrivato prima.

I furbetti del Super Cashback

Per il Super Cashback sono in corso anche altri controlli. Riguardano i cosiddetti furbetti del cashback. Ovvero un discreto numero di partecipanti che per accumulare maggiori transazioni le hanno suddivise in più parti. Come, ad esempio, fare il pieno all’auto in un distributore con self service centellinandolo in 10, 15 pagamenti.

O con microversamenti ripetuti, dallo stesso commerciante e a distanza di pochi minuti.

Per questi giochetti, i titolari dei distributori di benzina hanno subito una perdita di circa cento euro al mese di media per l’aumento delle commissioni bancarie (più transazioni, più spese).

Forse uno dei limiti del Super Cashback è stato proprio questo: non inserire un limite minimo di spesa.

Alzare la soglia minima di spesa?

Ritenere valide anche le transazioni di uno, due, tre euro, ha spinto molti – ingolositi dal Super Cashback finale – ha effettuare una infinità di microtransazioni inutili al solo scopo di scalare la classifica.

Sui casi più sospetti ci saranno degli accertamenti (non si rischia niente, solo l’esclusione dalla classifica). In pratica bisognerà spiegare il motivo, ad esempio, di quattro pagamenti da due euro nello stesso negozio e a distanza di pochi minuti.

O anche quel pieno di benzina che ha “fruttato” dieci, quindici transazioni.

Ma al netto di questi “inconvenienti”, risolvibili alzando la soglia minima di spesa, il governo dovrà valutare nei prossimi mesi se proseguire con questa iniziativa o bloccarla definitivamente.

L’obiettivo, come sapete, è quello di sollecitare l’uso del pagamento digitale rispetto al

contante anche per provare a ridurre l’enorme evasione fiscale che pesa sul nostro Paese.

Per le nwes e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie