Super green pass per lavorare, obbligo graduale

Il super green pass per lavorare sarà imposto in modo graduale partendo dai settori del pubblico dove non è stato ancora imposto l'obbligo vaccinale. Poi si dovrebbe passare al settore privato, all'inizio di febbraio. Si decide domani, ancora divisioni in maggioranza. Non ci dovrebbe essere lo slittamento per la riapertura delle scuole.

4' di lettura

Super green pass per lavorare, l’obbligo sarà imposto in modo graduale. Il governo ha deciso di continuare sulla linea dura anche se la nuova ondata di contagi si sta rivelando meno pericolosa delle precedenti. Questa volta sono i numeri a preoccupare: potrebbero comunque mandare in tilt il sistema sanitario. Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati su diritti degli invalidi e legge 104

Super green pass per lavorare: ritorno a scuola

Di certo saranno evitate nuove chiusure. L’esecutivo ha deciso di non ascoltare le Regioni sulla scuola: per ora non è previsto lo slittamento del ritorno in classe dopo le feste. I governatori hanno rilanciato: allora didattica a distanza quando si registrano 4 casi nella stessa aula.

Sul punto si ragiona. E domani si preparano comunque nuove misure in Consiglio dei Ministri.

Riguardano in particolare il lavoro. La questione dell’obbligo vaccinale pone problemi complessi. In particolare nel settore privato.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Super green pass per lavorare: si decide domani

Ma per il super green pass per lavorare i tempi sono stretti. Se si decide domani non può essere imposto prima del prossimo mese. Il tempo necessario per dare il tempo a chi non è vaccinato di completare il ciclo di somministrazioni.

Super green pass per lavorare: obbligo vaccinale e le Regioni

I presidenti delle Regioni sono per la linea dura. Fosse per molti di loro non ci sarebbero dubbi: obbligo vaccinale per tutti. Pur di evitare nuovi problemi al sistema sanitario e scongiurare chiusure che avrebbero un peso determinante sulla ripresa economica del Paese.

L’alternativa proposta dalle Regioni all’estensione del super green pass è quella di imporlo ai lavoratori che hanno un contatto con il pubblico.

Super green pass per lavorare: amministrazioni pubbliche

Il super green pass per lavorare (e quindi solo a vaccinati o guariti dal covid), non lasciando entrare chi può esibire solo un tampone negativo, è un provvedimento possibile e immediato solo per quelle amministrazioni pubbliche che per ora sono state risparmiate dall’obbligo.

Si tratta di poco meno di un milione di persone (950.000), anche perché tra le forze dell’ordine, la scuola e la sanità l’obbligo è già in vigore.

Ma la questione è un’altra: estendere l’obbligo anche al settore privato. Sarà il tema centrale del prossimo consiglio dei ministri. Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, vuole arrivare a quella decisione con una maggioranza compatta.

Non sarà semplice, anche per questo si è intrapresa la strada che impone il super green pass per lavorare in modo graduale.

Si dovrebbe procedere settore dopo settore. L’obiettivo è quello di non mettere in difficoltà le realtà produttive che già sono alle prese con le assenze dal lavoro di dipendenti contagiati dal covid.

Super green pass per lavorare: vaccinazioni

Le persone non vaccinate continuano a essere tante: 5.5 milioni. Ma sono 3 milioni quelle tra i 30 e i 59 anni, quindi in piena età da lavoro. Convincerle a immunizzarsi potrebbe essere una chiave di svolta definitiva per contrastare la diffusione del virus. O almeno di rendere il contagio così lieve da avere gravi conseguenze e pochissimi ricoveri ospedalieri.

L’eventuale super green pass per lavorare potrebbe spingere molte persone a vaccinarsi con effetti immediati sui centri vaccinali che stanno già operando a pieno regime. Si potrebbe arrivare a 26 milioni di inoculazioni in un mese. Oggi siamo fermi a 14,5.

Un incremento che – eventualmente – non sarà così semplice da gestire.

Si deciderà comunque domani. E non sarà una decisione semplice. I dati di oggi e delle prossime 24 ore sulla diffusione del virus potrebbero essere determinanti.

Super green pass per lavorare: contagi

Dopo la feste i numeri di oggi dovrebbero essere più significativi rispetto ai giorni scorsi. Si spera che la crescita esponenziale abbia rallentato, come è accaduto altrove. E si analizzeranno con attenzione anche i dati sulle persone che sono ricoverate in ospedale e nelle terapie intensive.

Per ora, rispetto all’incremento importante dei contagi non si è registrato un analogo aumento della pressione ospedaliera. I ricoveri sono cresciuti, anche in terapia intensiva, ma a un ritmo che al momento non suscita preoccupazione.

Sull’estensione del green pass per tutti i lavoratori si discute da dicembre. All’epoca non si è trovato un accordo rinviando tutto al 5 gennaio, quando il quadro epidemiologico avrebbe anche chiarito la necessità di eventuali e drastiche scelte.

Sono passati pochi giorni, ma non sembra che le posizioni all’interno dell’esecutivo siano cambiate.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie