Super League: squadre e regole. I club quanto incassano?

Dodici prestigiosi club europei di calcio hanno annunciato la nascita della Super League, governata dai Club Fondatori. Come funziona? Quando partirà? E chi la finanza?

3' di lettura

È nata la Super League. I tre club italiani, Juventus, Inter e Milan, insieme con Arsenal, Atletico Madrid, Chelsea, Barcellona, Liverpool, Manchester City, Manchester United, Real Madrid e Tottenham hanno aderito alla nuova competizione in qualità di “Club Fondatori”.

È previsto che altri tre aderiranno prima della stagione inaugurale, che dovrebbe iniziare “non appena possibile”. Si parla di una partenza già il prossimo agosto. In futuro, i Club Fondatori della Super League auspicano l’avvio di consultazioni con Uefa e Fifaal fine di lavorare insieme cooperando per il raggiungimento dei migliori risultati possibili per la nuova Lega e per il calcio nel suo complesso”. (Le ultime notizie sul mondo del calcio in questa pagina)

Come si disputerà la Super League?

Il format della competizione prevede 20 club partecipanti di cui 15 Club Fondatori e un meccanismo di qualificazione per altre 5 squadre, che verranno selezionate ogni anno in base ai risultati conseguiti nella stagione precedente.

Super League: Florentino Perez, presidente del Real Madrid e della nuova e discussa competizione europea

Saranno giocate partite infrasettimanali con tutti i club partecipanti che continueranno a competere nei loro rispettivi campionati nazionali, “preservando il tradizionale calendario di incontri a livello nazionale che rimarrà il cuore delle competizioni tra club“.

Super League: quando inizierà?

L’inizio della Super League sarebbe previsto già ad agosto, con i club partecipanti suddivisi in due gironi da dieci squadre, che giocheranno sia in casa che in trasferta e con le prime tre classificate di ogni girone che si qualificheranno automaticamente ai quarti di finale.

Le quarte e quinte classificate si affronteranno in una sfida andata e ritorno per i due restanti posti disponibili per i quarti di finale. Il formato a eliminazione diretta, giocato sia in casa che in trasferta, verrà utilizzato per raggiungere la finale a gara secca che sarà disputata alla fine di maggio in uno stadio neutrale.

Chi finanzia la Super League?

L’accordo prevede l’impegno di ciascun club a sottoscrivere una quota del capitale sociale della società, con un investimento iniziale di 2 milioni di euro incrementabili, ove necessario, fino a ulteriori 8 milioni.

All’avvio effettivo della Super League e a seguito della commercializzazione dei diritti audiovisivi relativi alla competizione, in base all’accordo è previsto che i club fondatori ricevano nel complesso un contributo indicativamente di 3,5 miliardi, che verrà erogato in un’unica soluzione.

Super League: Andrea Agnelli, presidente della Juventus, uno dei club che parteciperanno alla nuova competizione

Questa somma, che sarà ripartita tra i club fondatori secondo percentuali da definire in base al numero definitivo di club fondatori, sarà resa disponibile attraverso adeguati strumenti di finanziamento sottoscritti da primarie istituzioni finanziarie internazionali.

Potrebbe interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie