Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Supporto per la formazione e il lavoro / Supporto formazione e lavoro: come registrarsi al SIISL

Supporto formazione e lavoro: come registrarsi al SIISL

Come registrarsi alla piattaforma SIISL per l'SFL? Scopriamolo insieme.

di Alda Moleti

Marzo 2024

In questo articolo vedremo come registrarsi alla piattaforma SIISL per l’SFL (scopri le ultime notizie sul Rdc e sui bonus attivi in italia. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Come funziona il Supporto per la formazione e il lavoro

Nel 2024 il Reddito di cittadinanza (Rdc) è stato eliminato per fare posto a una serie di nuove iniziative introdotte dal Decreto Lavoro. Tra queste spicca il Supporto per la formazione e il lavoro (SFL), una misura già operativa dal 1° settembre 2023.

Il SFL è però destinato solo ai membri dei nuclei familiari che hanno un’età tra i 18 e i 59 anni e che non sono affetti da disabilità. Si tratta di una misura individuale, pertanto può essere richiesta da più persone all’interno dello stesso nucleo familiare.

I beneficiari avranno diritto a un importo fisso mensile di 350 euro per un periodo massimo di 12 mesi, ma sono tenuti a partecipare a una serie di attività finalizzate al loro reinserimento nel mercato del lavoro.

Per accedere al Supporto per la formazione e il lavoro, è necessario che i candidati inoltrino la domanda all’INPS, effettuino la registrazione sul Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa (SIISL) e stipulino un Patto di attivazione digitale (PAD).

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Come registrarsi alla piattaforma SIISL per l’SFL

Il SIISL è una piattaforma nata allo scopo di facilitare ai beneficiari del Supporto per la formazione e il lavoro l’accesso a opportunità formative e lavorative. Registrarsi al SIISL è un processo semplice e diretto, che può essere intrapreso attraverso diversi canali:

La procedura per registrarsi al SIISL online

Per registrarsi autonomamente, il primo passo è collegarsi alla piattaforma SIISL. Una volta sul sito, cercate e cliccate l’opzione “Accedi a SFL” presente nella parte sinistra dello schermo. Successivamente, sarà necessario effettuare l’accesso con le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Come-registrarsi-alla-piattaforma-SIISL-per-lSFL-screen
Uno screen della piattaforma SIISL.

Durante la procedura, vi verrà chiesto di confermare alcuni requisiti personali e professionali, tra cui:

Per concludere la registrazione, è necessario compilare il Patto di Attivazione Digitale (PAD), che fungerà da vero e proprio contratto tra voi e la piattaforma. All’interno del PAD, dovrete indicare:

Cosa succede dopo la registrazione alla piattaforma SIISL

Per ottenere l’indennità SFL, cioè i 350 euro mensili, è necessario presentare una domanda che risulti “Accolta salvo ulteriori controlli“. Perché questo accada il richiedente deve non solo inviare la domanda per il Supporto per la formazione e il lavoro sul sito dell’INPS, ma anche registrarsi al SIISL e firmare il Patto di attivazione digitale.

Solo dopo aver compiuto questo iter si può iniziare a percepire il sussidio. Nello specifico, come indica il messaggio INPS 3379/2023, le domande presentate e accolte entro il 15 del mese verranno liquidate a partire dal 27 dello stesso mese.

Diversamente, per le domande inoltrate durante il mese che soddisfano le condizioni richieste dopo il 15 ma entro la fine del mese, il pagamento sarà effettuato a partire dal 15 del mese successivo.

L’assegnazione dell’indennità è, inoltre, strettamente legata alla partecipazione a specifiche attività monitorate attraverso il SIISL (Sistema Informativo per l’Inclusione Sociale e Lavorativa). Queste includono:

FAQ: Domande frequenti sul Supporto per la formazione e il lavoro

Un richiedente sottoposto a misure cautelari può richiedere il beneficio del Supporto per la formazione e il lavoro (SFL)?

Nessun richiedente del SFL deve essere soggetto a misure cautelari personali o di prevenzione, né aver subito condanne definitive ai sensi del codice di procedura penale nei 10 anni precedenti la richiesta.

Il Supporto per la formazione e il lavoro è compatibile con il Reddito di cittadinanza?

Il Decreto Lavoro convertito in Legge (art. 12, comma 2) chiarisce esplicitamene che “il Supporto per la formazione e il lavoro è incompatibile con il Reddito di cittadinanza e la Pensione di cittadinanza e con ogni altro strumento pubblico di integrazione o di sostegno al reddito per la disoccupazione”.

I nuclei che percepiscono l’Assegno Unico possono richiedere il Supporto per la formazione e il lavoro?

Si! L’Assegno Unico non è uno strumento pubblico di integrazione o di sostegno al reddito per la disoccupazione, quindi è compatibile con il Supporto per la formazione e il lavoro.

Il Supporto per la formazione e il lavoro è compatibile con la Naspi?

No! Chi riceve la Naspi o qualsiasi altra indennità di disoccupazione non ha diritto al Supporto per la formazione e il lavoro.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno di inclusione:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp