Tabelle assegno unico per disoccupati: quanto spetta davvero

Tabelle assegno unico per disoccupati: scopri tutti gli importi del sussidio per lavoratori, disoccupati e senza ISEE.

8' di lettura

Tabelle assegno unico per disoccupati: cosa cambia per chi non lavora? In questo articolo approfondiremo tutti gli importi, compresi quelli per i disoccupati (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE:

Tabelle assegno unico per disoccupati: importi e maggiorazioni

In base al Decreto Legislativo n.230/2021, l’assegno unico ha lo scopo di sostenere tutte le famiglie con figli a carico a partire dal settimo mese di gravidanza fino ai 21 anni(tra 18 e 21 ci sono delle condizioni da rispettare) o senza limiti di età in caso di figli con disabilità.

Sempre nella stessa normativa sono riportate le regole per calcolare l’importo che spetta a ciascuna famiglia.

Innanzitutto, bisogna specificare che l’assegno viene erogato ogni mese per 13 mensilità a coloro che ne fanno richiesta. Inoltre, chi presenta la domanda entro il 30 giugno 2022 ha diritto anche agli arretrati a partire da marzo 2022.

Quanto al valore dell’importo, questo varia a seconda della fascia ISEE di appartenenza e delle maggiorazioni eventualmente applicate in casi specifici.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Ricordiamo che l’importo base minimo corrisponde a 50 euro a figlio per ISEE pari o superiore a 40mila euro o per chi non presenta l’attestazione ISEE. Invece, l’importo massimo equivale a 175 euro a figlio e spetta a coloro che hanno un ISEE non superiore a 15mila euro.

Il valore dell’assegno mensile cambia anche in base all’età, cioè se il figlio o la figlia è maggiorenne o minorenne.

Ecco un esempio degli importi base nella tabella qui sotto.

ISEEIMPORTI ASSEGNO UNICO

Figli minorenniFigli fino a 21 anni
Fino a 15 mila euro175 euro85 euro
20 mila euro150 euro73 euro
25 mila euro125 euro61 euro
30 mila euro100 euro49 euro
35 mila euro75 euro37 euro
Da 40 mila euro50 euro25 euro
Tabelle assegno unico importo base

Per conoscere tutti gli importi a seconda delle fasce intermedie ti interesserà consultare questa tabella.

Tabelle assegno unico: maggiorazioni

Agli importi indicati nella tabella precedente si devono poi aggiungere delle maggiorazioni che seguono le regole descritte nelle tabelle A,B,C e D del Decreto Legislativo di riferimento.

Scopri la pagina dedicata all’Assegno unico per conoscere altri diritti e agevolazioni.

Per esempio, in caso di famiglie numerose sono previsti due tipi di maggiorazioni:

  1. Per ogni figlio ulteriore al secondo spetta una maggiorazione di 85 euro per ISEE pari o inferiore a 15mila euro, che si riduce con l’aumentare del reddito complessivo.
  2. Per famiglie con 4 o più figli è prevista una maggiorazione fissa di 100 euro mensili.

La riduzione graduale della maggiorazione interessa anche le famiglie con entrambi i genitori lavoratori a cui spettano 30 euro in più rispetto all’importo base. Tuttavia, il valore della maggiorazione diminuisce man mano che aumenta la soglia ISEE, fino ad azzerarsi quando si superano i 40mila euro annui.

Anche per le madri di età inferiore a 21 anni è prevista una maggiorazione, che corrisponde a 20 euro mensili indipendentemente dal reddito.

In caso di figli disabili il calcolo dell’importo diventa leggermente più complicato, poiché oltre alla fascia ISEE bisogna considerare il grado di disabilità.

Per questo abbiamo pensato di fornirti un’idea più chiara attraverso una tabella.

ISEEIMPORTI ASSEGNO UNICO

Disabilità media <18Disabilità grave <18Non autosufficienza <18Figli disabili fino a 21 anni
Fino a 15 mila euro85 euro95 euro105 euro80 euro
20 mila euro85 euro95 euro105 euro80 euro
25 mila euro85 euro95 euro105 euro80 euro
30 mila euro85 euro95 euro105 euro80 euro
35 mila euro85 euro95 euro105 euro80 euro
Da 40 mila euro85 euro95 euro105 euro80 euro
Assegno unico figli disabili

Invece, per figli con disabilità di età superiore a 21 anni la maggiorazione si riduce nettamente e dipende dalla fascia ISEE di appartenenza. In particolare, si va da un massimo di 85 euro a figlio con ISEE fino a 15mila euro a un minimo di 15 euro con ISEE pari o superiore a 40mila euro.

Infine, la normativa ha stabilito una maggiorazione transitoria valida per chi fino all’anno scorso percepiva gli assegni al nucleo familiare ANF e ha un ISEE non superiore a 25mila euro. L’importo si ridurrà man mano fino ad azzerarsi del tutto nel 2025.

Nei prossimi paragrafi vedremo insieme alcune informazioni sulle tabelle assegno unico per disoccupati.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Tabelle assegno unico per disoccupati: quanto spetta?

Tabelle assegno unico per disoccupati. Come avrai notato, maggiore è il reddito annuale e minore è l’importo dell’assegno unico spettante. Per questa ragione le famiglie con ISEE pari o superiore a 40mila euro hanno diritto agli importi minimi del sussidio.

Ma non sono le uniche. Infatti, ricevono il valore minimo anche coloro che richiedono l’assegno unico senza ISEE. Il motivo è che quando non si presenta l’attestazione ISEE si viene automaticamente associati alla fascia di reddito più alta.

Tabelle assegno unico per disoccupati. Un’altra categoria che non sempre viene nominata è quella delle persone che non lavorano.

Sicuramente qualcuno si sarà chiesto: cosa succede in caso di assegno unico e disoccupazioni?

La buona notizia è che, a differenza degli ANF attivi fino all’anno scorso, le persone disoccupate hanno ugualmente diritto all’assegno unico. A confermarlo più di una volta è stato proprio l’INPS nelle varie comunicazioni.

Per quanto riguarda l’importo spettante ai disoccupati, non ci sono delle eccezioni particolari. Il calcolo va effettuato seguendo le regole descritte prima con le relative maggiorazioni. Per avere qualche esempio leggi il prossimo paragrafo.

Forse potrebbe interessarti questo approfondimento di TheWam.net: l’assegno unico fa reddito?

Tabelle assegno unico per disoccupati: esempi di calcolo

In questo paragrafo abbiamo ritenuto utile riportare qualche esempio per calcolare l’importo delle tabelle assegno unico per disoccupati.

Tabelle assegno unico per genitori lavoratori

Famiglia composta da:

  • 2 figli minorenni
  • 2 genitori lavoratori
  • ISEE di 28.000 euro

L’importo dell’assegno unico per ogni figlio corrisponde a 110 euro (220 per due figli), al quale si aggiunge la maggiorazione per genitori lavoratori di 14,40 euro a figlio (28,80 per due figli). Di conseguenza, l’assegno unico mensile totale corrisponde a 240,80 euro al mese.

Tabelle assegno unico per disoccupati

Famiglia composta da:

  • 3 figli, di cui due maggiorenni sotto i 20 anni e uno minorenne
  • genitori disoccupati
  • ISEE di 7.000 euro

L’importo dell’assegno unico comprende 175 euro per il figlio minorenne, 85 euro per un figlio tra i 18 e i 20 anni e 85 euro per un figlio ulteriore al secondo. L’importo totale mensile equivale a 345 euro di assegno unico per disoccupati.

Tabelle assegno unico per disoccupati con Rdc

Talvolta i genitori che non lavorano hanno diritto al Reddito di cittadinanza, la misura di sostegno per nuclei familiari in difficoltà economiche.

Innanzitutto, ricordiamo che l’assegno unico è cumulabile con questo sussidio e prevede anche una piccola differenza per quanto riguarda la domanda. Infatti, chi percepisce il Rdc non ha bisogno di richiedere l’assegno, poiché gli verrà erogato automaticamente sulla carta Rdc.

Per calcolare l’importo dell’assegno unico su Rdc è necessario sottrarre la quota minori Rdc all’importo base dell’assegno unico.

Per esempio, consideriamo una famiglia composta da:

  • 2 figli minori a carico con 2 adulti con scala di equivalenza minori di 0,4 e una familiare pari a 1,8
  • ISEE di 7.000 euro a cui spetta un assegno unico di 167,50 euro a minore
  • Reddito di cittadinanza mensile di 700 euro

L’importo mensile di assegno unico dovrebbe corrispondere a 335 euro, ma sottraendo la quota minori di Rdc pari a 155,55 euro [(700×0,4):1,8] si otterrà un importo di 179,45 euro.

Tabelle assegno unico per disoccupati: ecco quanto spetta.

Tabelle assegno unico per disoccupati: come fare domanda

La procedura per richiedere l’assegno unico per disoccupati è la stessa prevista per gli altri richiedenti.

Come abbiamo anticipato prima, gli unici che possono evitare di presentare la domanda sono i percettori di Rdc.

Tutti gli altri invece devono necessariamente richiederlo secondo una di queste tre opzioni: fare la richiesta online sul sito Inps, chiamare il Contact Center dell’Inps al numero 803 164 (gratis da rete fissa) o al numero 06 164 164 (a pagamento da cellulare), oppure rivolgersi a un caf o patronato (scelta consigliata per chi non ha dimestichezza con gli altri due metodi).

Per la procedura online è indispensabile avere le credenziali SPID, CIE o CNS per accedere alla piattaforma dell’INPS.

A quel punto bisogna inserire i seguenti dati:

  • il codice fiscale di ogni figlio fiscalmente a carico per cui si fa domanda;
  • il codice fiscale del genitore richiedente e dell’altro genitore;
  • gli estremi delle carte su cui sarà erogato il pagamento;
  • riepilogo dei dati inseriti.

Una volta inoltrata la richiesta, potrai controllare lo stato della tua domanda e dei pagamenti seguendo le indicazioni descritte in questa guida.

Tabelle assegno unico per disoccupati e non solo. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie