Taglio delle tasse, vediamo quanto e per chi

Taglio delle tasse, vediamo quando e per chi: nella manovra finanziaria 2021 stanziati otto miliardi per la riduzione dell'Irpef, dell'Irap, ma non solo. Il governo ha deciso di ridurre soprattutto il costo del lavoro e le aliquote del terzo scaglione, per chi ha redditi tra 28mila e 55mila euro.

4' di lettura

Nella manovra finanziaria 2021 il governo ha puntato molto sul taglio delle tasse. È infatti questa la voce dove sono state indirizzate le risorse più consistenti. Il capitolo della legge di Bilancio dedicato alla «Riduzione della pressione fiscale e contributiva» è tra le prime pagine del documento.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Taglio delle tasse: stanziati 8 miliardi

Ma non solo, il primo articolo prevede «l’utilizzo di un ammontare di risorse pari a 8 miliardi annui a decorrere dal 2022». Per avere una esatta contezza del peso di questa cifra all’interno della manovra finanziaria 2021, basti pensare che per la riforma delle pensioni è stata stanziata una somma 8 volte inferiore.

Dunque il taglio delle tasse per l’esecutivo è ritenuto la leva fondamentale per rinforzare la ripresa, dare respiro a lavoratori e imprese e invogliare i consumi.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Taglio delle tasse: abbassare l’Irpef

Ma vediamo come si è mosso il governo, quale taglio delle tasse è stato pensato, per quali categorie e con quali obiettivi. Tenendo presente che la bozza di manovra finanziaria 2021 potrebbe comunque avere degli ulteriori aggiustamenti dopo il passaggio in Parlamento.

Una parte significativa di quegli 8 miliardi sarà speso per abbassare l’Irpef. L’obiettivo è quello di ridurre il cuneo fiscale sul lavoro (e quindi il costo del lavoro) e le aliquote marginali effettive (che calcolano la quota percentuale di incremento di reddito guadagnato che deve essere versato come imposta).

Taglio delle tasse: ridotta l’aliquota del terzo scaglione

Si tratta di una bozza della manovra finanziaria 2021 e quindi i dettagli devono ancora essere definiti. Ma la riduzione delle aliquote, come sei legge in modo chiaro nel documento di indirizzo delle commissioni Finanze, si cita esplicitamente il 38% del terzo scaglione.

In questo terzo scaglione, che viene identificato come la classe media, rientrano quei sette milioni d italiani che hanno un reddito che oscilla tra 28mila e 55mila euro l’anno.

Nel taglio delle tasse previsto nella manovra finanziaria 2021, rientra anche una revisione «organica del lavoro dipendente e del trattamento integrativo».

Taglio delle tasse: riduzione dell’Irap

Il taglio delle tasse riguarda, com’è ovvio, anche le imprese.

Le risorse stanziate sono infatti in parte dedicate anche per ridurre l’Irap, l’aliquota regionale sulle attività produttive.

Ma si parla di ridurre, non di eliminare (come si era pensato nel corso dei mesi scorsi). Con la risorse attuali un azzeramento dell’Irap non era pensabile: questa imposta ha un valore di 12 miliardi l’anno. Impossibile eliminarla del tutto, con una sola netta operazione e in questa fase.

Taglio delle tasse: la fusione tra Agenzia delle Entrate la la Riscossione

Oltre al taglio delle tasse, la manovra finanziaria 2021 ha anche stabilito la fusione tra l’Agenzia delle Entrate e Riscossione e l’Agenzia delle Entrate. Che oggettivamente rappresentavano una sorta di duplicazione (anche se con funzioni diverse). La fusione offre tutti i vantaggi che sono possibili con una maggiore e diretta integrazione tra i due enti.

Ma non solo, la fusione, come si legge la Relazione sulla riscossione inviata nel luglio scorso al Parlamento dal ministro dell’Economia, Daniele Franco: «L’integrazione tra i due enti pone le basi per r valutare la possibilità di un definitivo superamento del modello ‘duale’, in favore di un sistema ‘monistico’ in cui sia attribuita ad una struttura organizzativa delle Entrate la riscossione delle entrate erariali e previdenziali».

Una semplificazione del sistema che dovrebbe velocizzare il lavoro dell’intera Agenzia.

Taglio delle tasse: eliminato l’aggio

Nella manovra finanziaria 2021, grazie anche a questa fusione, è stato possibile eliminare il pagamento dell’aggio dalle cartelle esattoriali e dagli avvisi di pagamento. Rispettando quindi una volontà che era stata richiesta dalla stessa Corte Costituzionale.

Il che significa che dal primo gennaio l’aggio sarà tutto a carico dello Stato.

Per capirci: l’aggio sono i soldi che l’Agenzia delle entrate intasca per la sua attività di riscossione ed è pari al 6% dell’importo dovuto (non proprio nulla). Tutto a carico del debitore.

Una palese ingiustizia. Sanata dopo anni.

Taglio delle tasse ma ridotte le detrazioni fiscali

Il taglio della tasse, ok. Ma non potrà essere consistente come si aspettavano tanti italiani e inevitabilmente si dovrà rinunciare a qualche agevolazione (la coperta è corta).

Infatti governo e parlamento dovranno decidere dove “aggiustare” qualcosa. A cominciare dalle detrazioni fiscali, per le quali è possibile una riduzione con una revisione che il ministero ha definito organica. Staremo a vedere.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie