Taglio dei parlamentari. Per De Luca “non è cambiato nulla”

Per il presidente della Regione sono rimasti inalterati gli stipendi e resta il nodo dell'uguaglianza tra Camera e Senato

1' di lettura

Per il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, la riforma che ha sancito il taglio dei parlamentari e inutile. “Dormiremo tutti tranquilli, perfino con una punta si soddisfazione. Dobbiamo però affermare – argomenta il presidente della Regione nel corso della trasmissione radiofonica “Barba e capelli” sulle frequenze di Crc – che non è cambiato nulla, gli stipendi sono rimasti invariati. E’ una misura inutile dal punto di vista sostanziale: bisognava eliminare il doppio passaggio tra Camera e Senato“.

“Quello che rallenta i lavori parlamentari è l’uguaglianza tra Camera e Senato. Negli Stati Uniti il Senato è composto da un senatore per ogni Stato. Bisognerebbe avere molta serietà e poca demagogia: hanno fatto un’altra sfilata dinanzi Montecitorio”.
 “Tutte queste chiacchiere che sento da anni – ha aggiunto De Luca – sono cose da prima Repubblica, come accordi ed alleanze, senza parlare dei veri problemi dei cittadini”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!