Tamponi Lazio, blitz fra Avellino e Roma: ecco cosa si cerca

Tamponi Lazio: nuove acquisizioni della guardia di finanza alla Futura Diagnostica di Avellino e all'Asl di Roma. Sarebbero migliaia i test nel mirino.

2' di lettura

Tamponi Lazio: la Procura di Avellino ha disposto il sequestro della documentazione che accompagna i test processati fino ad oggi dal centro specialistico Futura Diagnostica di Avellino su gruppo squadra e staff della Lazio. Si tratta di diverse migliaia di tamponi commissionati, fino a oggi, dal club del presidente Claudio Lotito al centro diretto da Massimiliano Taccone (figlio di Walter già presidente dell’Us.Avellino) al momento unico indagato. Gli uomini della guardia di finanza, su disposizione dei Pm di Avellino, sarebbero stati anche presso gli uffici dell’Asl di Roma per ulteriori acquisizioni. (Foto di copertina di Pietro Pinelli su Twitter).

Tamponi Lazio. Nuove acquisizioni fra Avellino e Roma
Tamponi Lazio. Nuove acquisizioni fra Avellino e Roma

Tamponi Lazio: l’indagine dei Pm di Avellino

L’inchiesta procede per i reato di falso, frode in pubbliche forniture ed epidemia colposa. L’indagine condotta dal Procuratore aggiunto e facente funzione di Avellino, Vincenzo D’Onofrio, è scattata dopo i risultati contraddittori dei tamponi effettuati sui calciatori Immobile, Lucas Leiva e Strakosha il 6 novembre scorso, prima della gara di campionato Lazio-Juventus.

Tamponi Lazio: risultati prossima settimana?

D’Onofrio, ieri, aveva disposto il sequestro di altri sette tamponi relativi a calciatori e staff della Lazio processati dal laboratorio Merigen di Napoli che verranno riprocessati dal consulente della Procura, Maria Landi, presso i laboratori dell’ospedale “Moscati”. La stessa consulente aveva riprocessato 95 tamponi commissionati dalla società di calcio al centro avellinese. I risultati della consulenza, attesi per questo fine settimana, potrebbero slittare ai primi giorni della prossima settimana. Il consulente avrebbe infatti chiesto una proroga rispetto ai cinque giorni che si era presa inizialmente.

Genesi dell’indagine

Tutto è partito dai tamponi eseguiti su alcuni giocatori della Lazio processati presso il centro Futura Diagnostica di Avellino alla quale si è affidata la squadra romana. Lunedì 26 ottobre Immobile era stato sottoposto a tampone per il coronavirus nel centro Synlab ed era stato fermato dall’Uefa.

Il test, eseguito giorni dopo ad Avellino, era stato negativo e così l’attaccante della Lazio era sceso regolarmente in campo contro il Torino.

Il 2 novembre, nuovi esami ai quali è stato sottoposto il calciatore in entrambi i centri, hanno riscontrato una positività. Ora l’inchiesta mira ad accertare se ci siano state discrepanze nei risultati, relativi ad altri tamponi eseguiti in passato.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie