Tamponi Lazio, nuove analisi su 7 reperti. Ad Avellino nuovi testi

Tamponi Lazio risultati quando? La Procura di Avellino ha disposto nuove analisi su reperti Rna Virali estratti da sette tamponi processati dal laboratorio Merigen. Intanto sono stati ascoltati nuovi testimoni.

4' di lettura

Tamponi Lazio risultati quando? Se lo chiedono i tifosi della società romana che da settimane sono col fiato sospeso e temono delle penalità per il club. Intanto la Procura di Avellino ha disposto il altri accertamenti su Rna virali, estratti da sette tamponi già sequestrati nell’indagine che investe la Futura Diagnostica, laboratorio del capoluogo irpino al quale si è affidato la squadra presieduta da Claudio Lotito. Gli inquirenti procedono con le audizioni e sono stati ascoltati alcuni testimoni.

Tamponi Lazio: le nuove analisi

Le nuove analisi riguardano sette tamponi, eseguiti su staff e calciatori della Lazio, che avevano dato dei “risultati ballerini”. Erano, in sostanza, stati analizzati tre volte. La prima ad Avellino, poi al Campus biomedico di Roma (dove c’erano state delle positività non segnalate in precedenza) e quindi al laboratorio di Napoli, Merigen.

Proprio Walter Taccone, fondatore di Futura Diagnostica, padre del presidente del Cda Massimiliano (per ora unico indagato nell’inchiesta), aveva spiegato che era stata la sua attività a chiedere l’ulteriore controllo a Napoli dopo gli esiti di Roma.

La Procura ha disposto, ora, l’analisi di reperti Rna virali su sette tamponi processati al Merigen. Ora saranno riprocessati all’ospedale Moscati di Avellino.

Tamponi Lazio risultati quando?

Gli inquirenti, coordinati dal procuratore facente funzione Vincenzo D’Onofrio, avevano già dato mandato alla finanza di sequestrare 95 tamponi dal laboratorio del capoluogo irpino. Quei test sono stati riprocessati per verificarne l’attendibilità. Il deposito dei risultati, quando vi scriviamo (sono le 13.16), non è ancora avvenuto. Per ora, quindi, sono da definirsi solo speculazioni più che fonti ufficiose quelle che filtrano dai laboratori e parlano di discrepanze fra i vecchi e i nuovi risultati.

Tamponi Lazio. L'indagine della Procura di Avellino. Accertamenti sull'operato dei laboratori di Futura Diagnostica della famiglia Taccone
Tamponi Lazio. L’indagine della Procura di Avellino. Accertamenti sull’operato dei laboratori di Futura Diagnostica della famiglia Taccone

Riprocessati i tamponi

A occuparsi delle analisi dei tamponi è la dottoressa, Maria Landi. Al momento, come vi spiegavamo ieri, si hanno a disposizione solo dei codici a barre, che vengono associati ai test, ma non i nominativi ai quali corrispondono.

In sostanza, non è possibile dire quali calciatori siano positivi e quali negativi prima che vengano concluse tutte le verifiche. Il consulente del Pm si è preso cinque giorni per depositare i risultati.

Alle operazioni ha partecipato anche la dottoressa Marilina Scalone, consulente della futura Diagnostica, che ha effettuato i tamponi sui giocatori della Lazio il 6 novembre prima di Lazio-Juventus. La difesa della struttura irpina, affidata all’avvocato Innocenzo Massaro, ha già annunciato che chiederà delle contro-analisi con macchinari analoghi a quelli utilizzati presso la futura diagnostica. La questione, infatti, è molto tecnica e legata al tipo di geni che vengono analizzati dalle strumentazioni.

La posizione di Taccone

A spiegare il funzionamento dei test era stato proprio Massimiliano Taccone ha Radio Punto Nuovo: “Analizziamo tutti e tre i geni, più il quarto di controllo inserito in provetta. Adesso, quando escono i tre geni, la risposta sarà presente. Se non ne compare alcuno, sarà invece assente. Se ancora ne compare uno, come accaduto nel caso dell’amico Ciro Immobile, segnaliamo la presenza del solo gene N”.

“Noi – continua – diamo sempre risposte corrette in base ai risultati, quello che accade dopo non ci compete. Il 6 abbiamo ripetuto i test su questi tre atleti, che poi sono andati spontaneamente a farsi ricontrollare al Campus Biomedico, e dico spontaneamente perché non parlo con Immobile o Strakosha, quello che so lo apprendo dai giornali. Per il nostro laboratorio, Immobile, Strakosha e Leiva sono negativi per tutti i tre geni”.

” Nella stessa seduta – aveva concluso – la Lazio ha avuto anche qualche positività, che abbiamo segnalato subito. Per nostra immagine e correttezza, dopo il risultato del Campus Biomedico sui tre, abbiamo effettuato un secondo controllo, appoggiandoci a un laboratorio di Napoli, MeriGen, molto serio che con il dottor De Biase ha grande esperienza e professionalità.

Anche lì i quattro positivi riscontrati sono stati confermati, come hanno appurato l’assenza dei tre geni per Strakosha e Leiva, riservandosi un ulteriore controllo solo per il tampone di Immobile. Mi chiamato, dopo che hanno effettuato test accurati, e mi ha comunicato la positività di quest’ultimo al solo gene N. Solo quello, che è un gene ballerino: a volte è positivo, a volte no. E non può essere probante di un’infezione”.

Tamponi Lazio: che succede ora?

Ora proprio verso Napoli si muove l’indagine della Procura di Avellino. Gli inquirenti vogliono verificare la procedura con la quale sono stati processati i tamponi, l’iter scientifico seguito e la presenza di eventuali discrepanze. Un altro aspetto importante per l’indagine potrebbe arrivare dalle dichiarazioni dei testimoni ascoltati da Procura e finanza. Al momento gli investigatori mantengono, comprensibilmente, il massimo riservo.

Il caso che viaggia sull’asse Roma-Avellino, si è trovato a diventare il “centro del mondo” dell’Italia pallonara, perché riporta d’attualità un tema caldissimo. Quello relativo alle procedure di analisi dei tamponi e alla necessità di individuare un unico laboratorio con le stesse strumentazioni (struttura pubblica ça va sans dire) per eseguire i tamponi. Così da evitare pericolosi corto-circuiti.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie