Tari 2021, arriva la proroga e nuove tariffe

Tari 2021: ormai certo lo slittamento di almeno un mese per il pagamento della tassa sui rifiuti, comuni in difficoltà per determinare le tariffe. Il caos provocato dalla mancata ufficializzazione delle agevolazioni previste per la pandemia.

4' di lettura

Nel nuovo decreto in discussione in questi giorni il governo approverà anche una proroga per la scadenza della Tari 2021, la tassa sui rifiuti urbani. Lo slittamento del pagamento sarà fino al 31 luglio, ed è necessario per consentire ai comuni di approvare il regolamento sul tributo e anche sulle tariffe.

Sulla questione Tari 2021 s’è creata una certa confusione e la comunicazione tra governo centrale ed enti locali è stata più che carente. Di sicuro alcuni parametri sono stati comunicati ai comuni con estremo ritardo.

Lo slittamento del pagamento della Tari 2021 è certo, dunque. Sul punto c’è un’ampia convergenza di forze politiche. Il provvedimento rientra nel decreto che dovrebbe anche sancire una nuova proroga, di almeno due mesi, per l’invio delle cartelle esattoriali e la decisione finale sul blocco dei licenziamenti.

Su quest’ultimo punto la discussione è ancora aperta. Ci sono posizioni distanti, tra chi vorrebbe mettere fine al blocco e chi invece ritiene sia necessario continuare a imporlo almeno fino all’autunno. L’opzione più probabile è uno sblocco selettivo.

Tari 2021: slittamento sollecitato dai comuni

Ma torniamo alla Tari 2021. Come detto lo slittamento è stato sollecitato anche dall’Anci (Associazione nazionale comuni italiani), per consentire ai comuni l’approvazione dei regolamenti sul tributo e sulle tariffe.

La Tari 2021 dovrebbe – come detto – essere posticipata al 31 luglio. Una decisione, quella del governo, che consentirà a molti comuni in difficoltà di tentare di risolvere il rebus tariffe, che è già complicato di suo, ma che quest’anno si avvicina a essere irrisolvibile.

Tari 2021: costi fissi e variabili

Dopo le comprensibili incertezze del 2020 questo dovrebbe l’anno dell’esordio del nuovo sistema disposto dall’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera).

Il nuovo metodo ha modificato l’articolazione tra costi fissi e variabili. Che sono determinanti per calcolare l’importo della Tari 2021.

Per determinate la quota fissa è necessario considerare le superfici calpestabili dichiarate o accertate. E moltiplicare i metri quadri per il numero di persone che abitano in quell’appartamento.

Per le seconde case il numero di occupanti viene invece stabilito solo in base alla metratura.

Alla quota fissa ne va aggiunta una variabile, che si calcola con un valore assoluto sul numero dei residenti.

Tari 2021: gli elementi per rideterminare le tariffe

In genere il pagamento della tassa sui rifiuti viene dilazionato in tre rate (c’è chi arriva a quattro), due o tre acconti e il saldo della quota destinata al comune a partire da dicembre.

Ma perché c’è questa difficoltà aggiuntiva per i comuni? La questione è legata alla pandemia che

ha caratterizzato sia il 2020, sia il 2021. Le tariffe dovranno essere quantificate infatti anche sulla base di criteri oggettivi e verificabili come ad esempio:

  • numero di raccolte non previste riconducibili all’emergenza covid per servizi domiciliari a soggetti positivi al tampone;
  • incremento delle frequenza di raccolta di rifiuti urbani indifferenziati per ridurre l’accumulo degli stessi sul territorio;
  • modifiche delle modalità operative delle varie attività di gestione dei rifiuti : passaggio da spazzamento meccanizzato a manuale o per alcune zone, da raccolta porta a porta a stradale;
  • potenziamento di lavaggio e sanificazione del manto stradale, dei contenitori, degli automezzi e dei luoghi di lavoro;
  • riduzione della frequenza di raccolta nelle zone maggiormente colpite;
  • chiusura degli ecocentri;
  • sospensione di mercati settimanali ed eventi pubblici in generale.

Tari 2021: non sono state ancora comunicate le agevolazioni

Le assegnazioni per le agevolazioni introdotte in favore delle attività economiche da questa norma non sono ancora state comunicate ufficialmente, e questo impedisce l’accertamento dell’entrata nei bilanci dei Comuni. Per molti enti risulta quindi impossibile intervenire con provvedimenti entro giugno. C’è il concreto rischio che vengano invalidate le delibere anche quelle ai fini delle agevolazioni.

Anche per questi motivi l’Anci ha rinnovato la richiesta al Governo e al Parlamento di posticipare il termine del 30 giugno per la Tari 2021 permettendo ai Comuni di poter perfezionare i complessi atti in corso di deliberazione entro il 31 luglio prossimo.

E quella proposta dell’associazione dei comuni italiani è stata approvata (manca solo l’ufficialità).

Ora c’è un altro mese di tempo per determinare la Tari 2021. Basterà?

Per tutte le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie