La Tari scade in estate: come controllare se paghi troppo

Ecco come controllare se paghi troppo di Tari con le modalità di calcolo per capire l'importo giusto.

4' di lettura

Oggi parliamo di Tari, in particolare ti mostreremo come controllare se paghi troppo. Scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unicoLeggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Cos’è la Tari e come funziona?

La Tari è un tributo comunale che si paga per lo gestione dei rifiuti.

In sostanza, serve a finanziare i servizi di raccolta e smaltimento dell’immondizia, sia essa indifferenziata o da destinare al riciclaggio.

Deve essere pagata da chiunque abbia in possesso un locale o un’area scoperta che possa produrre rifiuti.

In pratica, se hai una casa, un bar, un ristorante o gestisci un’area all’aperto, devi pagare la Tari.

Nel frattempo scopri la pagina dedicata al fisco e alle tasse.

Ricorda che se sei in affitto, la Tari spetta a te e non al proprietario di casa.

Questa tassa è stata introdotta nel 2014 ed è un tributo comunale, quindi ogni città o paese può avere una sua disciplina e dei prezzi minori o maggiori.

Tra i vari criteri che fanno scendere o salire l’importo da pagare c’è la metratura della proprietà, i componenti della famiglia o la destinazione d’uso. Anche la posizione influisce.

Prima di capire come calcolare il costo della Tari, sappi che ci sono delle modalità per risparmiare.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Tari, come calcolare il costo giusto?

Prima di capire come calcolare, devi sapere che la Tari è composta da due quote: una fissa e una variabile.

La quota fissa si calcola facilmente: si moltiplicano i metri quadri della casa per i componenti che risiedono.

Per le case di proprietà dove non si ha la residenza il calcolo è questo:

  • 1 occupante: locali fino a 45 mq;
  • 2 occupanti: locali fino a 60 mq;
  • 3 occupanti: locali fino a 75 mq;
  • 4 occupanti: locali oltre i 76 mq

A questa va sommata la quota variabile.

Questa quota è gestita direttamente dai Comuni, e quindi varia da posto a posto ma fa sempre riferimento alle direttive dell’ARERA.

Per sapere se stai pagando troppo puoi usufruire di un calcolatore.

Questo strumento ti permetterà di capire qual è la quota prevista che dovresti pagare e confrontarla con la tassa che ti è arrivata a casa.

Se è di molto più alta, o troppo più bassa, ti conviene contattare l’ufficio comunale di competenza.

In questa maniera potrai avere tutte le informazioni a riguardo.

Facciamo un esempio:

Una casa di 100 mq con 3 componenti e una quota fissa pari a 3 componenti, uguale a quella variabile, dovrebbe pagare 318,15 euro per l’anno 2022.

La Tari scade in estate: come controllare se paghi troppo
La Tari scade in estate: come controllare se paghi troppo

Questo, come detto, è solo un semplice esempio perché ogni Comune emette delle delibere dove sono descritte eventuali addizionali o sconti che possono essere ottenuti.

Gli sconti potrebbero riguardare soprattutto persone non residenti, coppie giovani, famiglie che si sono appena trasferite nel nuovo comune.

Quindi, per tutte queste info, contatta il Comune dove hai delle proprietà soggette alla Tari.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

La Tari scade in estate: come controllare se paghi troppo
La Tari scade in estate: come controllare se paghi troppo
Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie