Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Tasse per aprire un negozio online: quanto si paga?

Tasse per aprire un negozio online: quanto si paga?

Scopri quali sono le tasse per aprire un negozio online e quali sono i costi per avviare un'attività e-commerce.

di Jonatas Di Sabato

Aprile 2022

Vorresti avviare un e-commerce e vuoi conoscere quali sono i costi? Bene, oggi parliamo delle tasse per aprire un negozio online. Scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito.

Tasse per aprire un negozio online: cosa sono?

Un negozio online, detto anche e-commerce, è un tipo di attività commerciale svolta prevalentemente tramite internet.

Si divide in tre categorie principali:

Il vantaggio degli e-commerce è dato da vari fattori:

Proprio perché è un’attività lavorativa, sarà soggetta a tassazione. Le tasse per aprire un negozio online variano a seconda delle due tipologie di vendita effettuata dall’e-commerce:

Andiamo ora a capire nel dettaglio quali sono le tasse per aprire un negozio online.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Tasse per aprire un negozio online: quali sono?

Ci sono alcuni costi da considerare in tema di tasse per aprire un negozio online.

Prima di tutto il costo dell’apertura: si dovrà comprare e registrare un dominio, avere dello spazio su un server e, se non si è esperti, pagare un tecnico che possa svolgere queste operazioni e “costruire” il nostro negozio.

A seconda della complessità e dello spazio richiesto, si possono spendere anche cifre che variano dai 3.000 ai 5.000 euro per avviare l’attività.

Una volta che il negozio è pronto, bisognerà aprire una Partita IVA con codice ATECO 47.91.10 che corrisponde a “Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto via internet”.

Le tasse per aprire un negozio online comprendono, quindi, il pagamento dell’IVA, imposta che si applica sul valore aggiunto di ogni fase della produzione e dello scambio di beni e servizi.

Sulla maggior parte dei beni, l’IVA attuale è del 22%, che dovrai versare allo Stato.

Facciamo un esempio: un prodotto che costa 200 euro IVA inclusa è così diviso:

Il totale che dovrai versare allo stato sarà 36,07 euro – 22 euro che dà 14,07 euro. Questi soldi rappresentano l’IVA che hai ricevuto dal consumatore al netto di quella versata per acquistare i tuoi beni che servono per l’attività.

Oltre all’IVA c’è anche l’IRPEF, l’imposta sul reddito delle persone fisiche. Ogni cittadino residente in Italia che produce reddito è costretto a versarla. In questo articolo abbiamo parlato delle nuove aliquote, cioè gli scaglioni di reddito per capire quanto versare.

Altra tassa da pagare è l’IRAP, l’imposta regionale sulle attività produttive. È un’imposta che si paga verso la Regione dove si effettua la propria attività. Per calcolarla si deve fare riferimento all’anno precedente.

Tasse per aprire un negozio online: regime forfettario

Devi sapere che, dal 2016, c’è la possibilità di accedere al regime forfettario anche per gli e-commerce.

Questo tipo di tassazione è riservato a chi fa guadagna fino a 65.000 di euro di utile in un anno. Chi se ne avvale, vedrà il reddito imponibile pari al 40% del totale.

L’imposta sostitutiva è del 15% ma, in alcuni casi, nei primi 5 anni è del 5%.

Facciamo un esempio: se guadagni 50.000 euro, il reddito imponibile dove verranno calcolate le tasse, verrà fuori da questo calcolo:

Se la tassazione è al 15% dovrai versare 3.000 euro. Se, invece, rientri nelle agevolazioni del 5%, dovrai versare solo 1.000 euro. Ricorda che per avvalersi di questo regime si deve essere iscritti alla gestione INPS commercianti.

La quota INPS fissa è pari a 3.832,45 euro, da versare per chi ha redditi inferiori ai 15.878 euro. Se, invece, il reddito è superiore ai 15.878 euro ma inferiore ai 47.143 euro, oltre ai contributi fissi dovrai versare il 24,09% per l’eccedenza.

La percentuale sale al 25,09% se superi il reddito di 47.143 euro, ma sei al di sotto dei 78.572 euro.

Oltre a queste tasse, se si supera la soglia di guadagni dei 750 milioni di euro oppure gli introiti non inferiori a 5,5 milioni di euro per servizi digitali effettuati in Italia, dovrai versare anche la cosiddetta web tax, che sarà pari al 3% sul fatturato.

Facciamo un riepilogo delle tasse per aprire un negozio online:

TASSA MOTIVO DEL PAGAMENTOPERCENTUALE
IVAÈ l’imposta aggiunta sul valore dei prodotti venduti22%
IRPEFImposta sui redditi prodotti in ItaliaA seconda dell’aliquota di appartenenza
IRAPImposta regionale sulle attività produttiveVaria a seconda della Regione di residenza dell’attività
IMPOSTA SUI REDDITITassa sui guadagni effettuati nell’arco dell’annoSe in regime forfettario, si tiene conto del 40% del reddito, al quale si applica il 15% o il 5% d’imposta sostitutiva
INPSImposta dovuta per la previdenza sociale– Sotto i 15.878 euro contributo fisso di 3.832,45
– Tra 15.878 € e 47.143 euro contributo fisso + 24,09%
– Tra 47.143 € e 78.572 € contributo fisso + 25,09%
WEB TAXImposta sui guadagni che derivano da attività online3% su ricavi superiori ai 750 milioni di euro o superiori ai 5,5 milioni di euro su ricavi che derivano da attività svolta in Italia
Tasse per aprire un negozio online

Ricordati, prima di chiudere, di rivolgerti a un professionista per avere delle idee chiare su quali sono le tasse per aprire un negozio online e non incorrere in problemi con il fisco.

Tasse per aprire un negozio online: quanto si paga?
Tasse per aprire un negozio online: quanto si paga?

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp