Tentato sequestro Avellino: pene ridotte per banda del garage

Tentato sequestro Avellino: pene ridotte per banda del garage
1' di lettura

Pene ridotte in Appello per le cinque persone accusate di aver tentato di sequestrare un 20enne dell’hinterland Avellino, fuggito a Roma dopo aver rubato oltre quindicimila euro dal garage di due degli imputati. La prima sezione della Corte di Napoli ha stabilito un anno e un mese per Sabato Ferrante, Antonio e Alessio Romagnuolo, condannati in primo grado a un anno e sei mesi e difesi dagli avvocati Michele De Vita e Nello Pizza. E, quindi, ora tutti in libertà. Sconto di pena anche per Diego Bocciero (difeso dagli avvocati Gaetano Aufiero e Gerardo Santamaria e detenuto per altro) ed Elpidio Galluccio (difeso dall’avvocato Carmine Danna e ora libero), per loro un anno e sei mesi a fronte dei due anni e due mesi comminati in primo grado.

Le difese hanno deciso di ricorrere tutte al concordato in Appello, reintrodotto nel 2017 dopo l’abolizione del 2008. In sostanza pubblico ministero e avvocati degli imputati si “accordano” sulla pena e «sull’accoglimento, in tutto o in parte, dei motivi di appello, con rinuncia agli altri eventuali motivi». La Corte pronuncia sentenza inoppugnabile.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie