Terza dose di vaccino agli over 40, si parte a dicembre

Terza dose di vaccino agli over 40, si parte a dicembre: decisa accelerazione del governo dopo il costante aumento dei contagi in Italia e all'estero. Preoccupa molto l'andamento della pandemia in Germania, dove si sono contati ieri 40mila casi. In Italia i contagi sono stati più di 7mila. Forse obbligo terza dose per i medici.

4' di lettura

Terza dose di vaccino, dal primo dicembre somministrazioni a tutti gli over 40. L’accelerazione era nell’aria, ma è arrivata prima del previsto per il costante aumento dei contagi. Ma anche per quello che sta accadendo altrove in Europa, come in Germania, dove ieri si sono contati 40.000 casi.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Terza dose di vaccino: bisogna accelerare

La conferma è arrivata dallo stesso ministro della Salute, Roberto Speranza, durante il question time alla Camera: «Serve un ulteriore passo avanti nella campagna vaccinale».

E quindi subito terza dose per tutti gli over 40. Subito, o quasi: dicembre è alle porte.

In Italia ha completato il ciclo vaccinale l’83,7% della popolazione. La terza dose è già stata somministrata a 2,4 milioni di italiani: immunocompromessi, fragili, sanitari, over 60, chi ha avuto Johnson e Johnson.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Terza dose di vaccino: tocca ai 40, 60enni

Ora tocca ai 40-60enni, dovranno fare il richiamo 6 mesi dopo la fine del primo ciclo vaccinale.

Per la terza dose di vaccino verrà utilizzato un prodotto con mRna messaggero, e quindi Pfizer o Moderna.

La popolazione tra i 40 e i 60 anni è molto vasta: 18 milioni e 437.505 persone. Anche se a immunizzarsi con la doppia dose sono stati 15 milioni e 200 mila persone. Saranno proprio questi ultimi a dover fare il booster (per gli altri si avvia evidentemente, se vogliono, il primo ciclo di vaccinazione).

Nella fascia tra i 40 e i 49 anni i vaccinati sono l’80%.

Tra i 50 e 59 anni sono un po’ di più: 84,6%.

Terza dose di vaccino: la risalita del contagio non si ferma

Ieri in Italia i nuovi casi di covid sono stati ancora in aumento, 7.891. L’incremento è più lento che altrove, ma comunque la risalita non si ferma. Niente a che vedere con la Germania dove la quarta ondata è arrivata in modo veloce, imprevedibile. Con una intensità forse superiore alle altre tre.

Terza dose di vaccino: cosa accade in Germania

La Germania paga il prezzo del basso numero di vaccinati. Infatti la Spagna e il Portogallo che hanno più o meno la stessa percentuale di immunizzati italiana, registrano un andamento molto simile a quello del nostro Paese.

Ma non solo. Le massime autorità tedesche hanno lanciato l’allarme: se non si spezza la dinamica attuale la Germania rischia di avere presto il doppio dei contagi.

Si pensa di estendere l’obbligo vaccinale a medici e insegnanti. Come ha fatto l’Italia molti mesi fa.

Quello che accade in Germania non può essere ignorato. La pandemia ha insegnato che quello che accade in un Paese vicino, e con uno stile di vita molto prossimo al nostro, potrebbe presto ripetersi. Purtroppo è già accaduto.

Terza dose di vaccino: per ridurre i rischi

L’accelerazione per la terza dose di vaccino parte anche da questa consapevolezza. Intervenire subito per ridurre al massimo i rischi.

Si discute a Palazzo Chigi sulla opportunità di imporre l’obbligo vaccinale anche per la terza dose ai sanitari. La discussione è solo alle battute iniziali, ma la proposta sarebbe stata accolta da tutti i partiti che compongono il governo in modo positivo: nessuna obiezione. Sembra quindi logico ipotizzare un obbligo vaccinale, anche per la terza dose di vaccino, a medici, infermieri e personale sanitario.

Una proposta che del resto ha già trovato perfettamente d’accordo anche l’Ordine dei medici: siamo pronti.

Terza dose di vaccino e modifiche al green pass

Tra le ipotesi allo studio è anche la modifica del green pass per chi è guarito dal covid. Ora dura sei mesi invece dei 12 che sono previsti per chi ha terminato il ciclo vaccinale. Le evidenze scientifiche avrebbero confermato che l’immunizzazione di chi è stato infettato ed è guarito dal virus è più o meno in linea con i vaccinati.

Ma sul punto il ministero della Sanità preferisce muoversi con una certa prudenza.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie