La terza dose di vaccino sarà Pfizer, si inizia con i fragili

La terza dose di vaccino sarà Pfizer e si inizierà a iniettarla a partire dall'inizio del prossimo anno a fragili, anziani, personale sanitario e forze dell'ordine. Saranno i medici di famiglia a somministrarlo, come già accade per il vaccino contro l'influenza. L'obiettivo è uscire dall'emergenza. Per sempre.

4' di lettura

Il piano per la terza dose di vaccino è già stato avviato dal commissario per l’emergenza covid. Sarà somministrato il vaccino Pfizer e si inizierà da fragili e anziani, circa venti milioni di persone che per età, condizioni di salute ed esposizione per l’attività professionale, sono più a rischio di contagio.

La terza dose di vaccino sarà somministrata dai medici di famiglia, così come avviene per quello contro l’influenza. Il personale sanitario riceverà il richiamo in ospedale o nelle Asl.

Si stanno gettando le basi per contrastare il covid uscendo dall’emergenza. E la scelta dei medici di base come punto vaccinale segue proprio questa logica.

Del resto un’emergenza non può essere eterna. E il covid bisogna contrastarlo senza dover attivare una macchina organizzativa che coinvolge l’intero Paese e pezzi consistenti del sistema sanitario.

Normalizzare il covid e renderlo inoffensivo senza paralizzare intere nazioni.

Terza dose di vaccino, perché Pfizer

La scelta di utilizzare Pfizer segue una logica precisa. È il vaccino largamente più utilizzato in Italia, la casa farmaceutica è quella che ha causato meno problemi nella consegna delle dosi, e – infine, ma forse questo è l’aspetto più rilevante – si è deciso di puntare su vaccini con Rna messaggero, ritenuti più sicuri ed efficaci di quelli a vettore virale (AstraZeneca e Johnson e Johnson).

Chi ha ricevuto o sta per ricevere un vaccino a vettore vitale non si preoccupi, i due tipi di vaccino non vanno in contrasto. Anzi, diversi studi suggeriscono che la combinazione dei due prodotti potrebbe aumentare la produzione di anticorpi.

Terza dose di vaccino a partire da gennaio

Per la terza dose di vaccino si segue dunque lo schema già utilizzato all’inizio di questa campagna di immunizzazione.

Primi fragili, gli anziani e chi svolge lavori essenziali, tra personale sanitario e forze dell’ordine. Le stesse persone che hanno ricevuto prima le due dosi e che anche per questo potrebbero subire in anticipo un calo della protezione.

Come il vaccino contro l’influenza

Ma non solo. Mettere in sicurezza anziani, fragili e chi è in “prima linea”, significa porre già un argine importante a un eventuale ritorno del covid. Anche perché questo virus, e sul punto concordano tutti gli esperti, diventerà endemico. Proprio come l’influenza: torna ogni anno, torna con una piccola mutazione e può essere pericolosa soprattutto per gli anziani e per chi ha determinate patologie.

La copertura dura un anno

La copertura vaccinale dura un anno. E quindi chi si è vaccinato (con le due dosi), a gennaio, dovrebbe avere il richiamo nello stesso periodo del 2022. Poi a seguire gli altri. Fino all’inizio dell’estate.

Di certo la campagna per la terza dose di vaccino non potrà coincidere con quella influenzale, che di solita si avvia a novembre. È troppo presto.

Terza dose di vaccino contro le varianti

La terza dose di vaccino sarà importante anche per contrastare le varianti che già sono in circolazione, come quella indiana. Potrebbero causare un aumento dei contagi quando la protezione dei vaccini inizierà a diventare più debole.

Ma nel frattempo le case farmaceutiche, in particolare proprio Pfizer e Moderna, sono al lavoro per un prodotto aggiornato, più efficace anche contro le mutazioni.

Basterà la terza dose? Probabilmente per un altro anno. L’ipotesi al momento più credibile e che poi, di anno in anno, le persone più a rischio continuino a vaccinarsi. Come accade per l’influenza.

Covid come l’influenza o il raffreddore?

Ma l’evoluzione del covid non è del tutto prevedibile. Potrebbe sì diventare endemico, ma anche meno aggressivo. Come il raffreddore.

In ogni caso la struttura commissariale ha già iniziato a organizzarsi. Preparare bene e in anticipo la somministrazione delle terze dosi, in particolare a chi ne ha più bisogno, è un passo importante per uscire in via definitiva dall’emergenza covid.

E se per conviverci le persone più esposte dovranno vaccinarsi ogni dodici mesi ce ne faremo una ragione. L’importante sarà uscire per sempre dal buco nero della pandemia.

Per essere aggiornato su tutte le news e i video di TheWam clicca su questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie