Terza dose di vaccino dall’autunno. Da chi si parte

La terza dose di vaccino sarà somministrata in molti Paesi europei, in Italia si pensa di partire in autunno con i pazienti fragili. Si attende l'esito delle sperimentazioni di Pfizer, ma Germania, Francia, Usa e Israele inizieranno a breve. C'è il nodo del green pass: tra settembre e ottobre scadrà per chi si è vaccinato a gennaio e febbraio. Cosa succede?

4' di lettura

Terza dose di vaccino in arrivo, somministrata otto, nove mesi dopo la fine del primo ciclo di somministrazioni. Questa è la strada che hanno già scelto altrove, dagli Stati Uniti a Israele, dalla Francia alla Germania.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

In Italia gli esperti ci pensano. O meglio: aspettano altri dati per capire meglio fino a quando dura la copertura del vaccino.

Ma non solo: mentre in Italia la terza dose dovrebbe essere inoculata ai pazienti fragili, altrove si pensa di somministrarla a tutti. Con un obiettivo preciso: tenere alta la copertura anticovid per arginare la possibile diffusione, dall’autunno in poi, di possibili mutazioni più virulente e contagiose della variante Delta.

Terza dose di vaccino, dove è già inziata

In Israele l’inoculazione della terza dose di vaccino è già iniziata. Nel Paese mediorientale i casi sono di nuovo in aumento, ma si concentrano in prevalenza tra i non vaccinati.

La Food and Drug Administration statunitense (Fda, l’ente regolatorio per i farmaci in Usa), ha già dato il via libera alla terza dose di vaccino per i fragili, quelli che hanno un sistema immunitario debole e sono più esposti alla variante Delta. In particolare chi ha subito un trapianto e i malati oncologici. Ma è solo l’inizio.

Anthony Fauci, direttore dell’Istituto per le malattie infettive e massimo esperto Usa, ha già comunicato che nei prossimi mesi la terza dose di vaccino sarà necessaria per tutti. Non solo per i pazienti fragili.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Terza dose di vaccino, la sperimentazione di Pfizer

La Pfizer ha annunciato, proprio nei giorni scorsi, di aver consegnato alla Fda i risultati della sperimentazione che è stata effettuata per la valutazione della terza dose di vaccino.

Dati indispensabili per l’autorizzazione definitiva al terzo richiamo. Riguardano persone dai 16 anni in su.

Si tratta della fase 1 della sperimentazione. I risultati saranno sottoposti all’attenzione dell’Agenzia europeo del farmaco, l’Ema, nelle prossime settimane.

Sono iniziate le sperimentazioni anche per la fase 2 e 3, per valutare la sicurezza, la tollerabilità e la capacità di aumentare le difese immunitarie. I partecipanti a questa fase hanno avuto una dose da 30 microgrammi di vaccino 8 mesi dopo aver ricevuto la seconda dose.

Terza dose di vaccino, così in Italia

E in Italia? Il dibattito è aperto, anche se non è stata presa nessuna decisione. Al momento ci sono due esigenze immediate: la vaccinazione dei giovani tra i 12 e i 19 anni, ovvero farne il più possibile prima dell’apertura delle scuole. Ma soprattutto raggiungere i 5 milioni di over 50 che non si sono prenotati per le vaccinazioni.

Terza dose di vaccino, le priorità

Mentre i ragazzi stanno rispondendo in modo massiccio, gli over 50 restii alla vaccinazione continuano a tenersi alla larga dagli hub. Se non si sono vaccinati perché scettici sull’efficacia e la sicurezza dei vaccini, evidentemente in questi mesi non hanno cambiato idea.

Sicilia in fascia gialla

Neppure di fronte a questo dato: il 90% delle persone ricoverate in ospedale in queste settimane non è vaccinata. Non a caso in Sicilia, regione dove la percentuale dei vaccinati è più bassa rispetto al resto della Penisola, si stanno contando più contagi. L’isola è in procinto, già da lunedì prossimo di passare in fascia gialla. Il che significa: ritorno delle restrizioni.

A cominciare dalla mascherina obbligatoria anche all’aperto e bar e ristoranti chiusi dopo le 18.

Vaccino, c’è chi dice no

Non è comunque una situazione solo italiana. Anche negli Stati Uniti una parte della popolazione rifiuta il vaccino. Soprattutto in alcuni Stati. In Texas si sta registrando un incremento notevole dei contagi (negli Usa si viaggia di nuovo alla media di 100.000 positivi al giorno).

E soprattutto, inizia a diventare preoccupante il numero di bambini ricoverati.

Terza dose di vaccino in Italia, dicevamo. Il dibattito è aperto. Ma la questione ha una sua urgenza pratica.

Terza dose di vaccino, il problema del green pass

Il green pass vale per nove mesi dopo il termine del ciclo di vaccinazioni. A settembre scadrà per chi ha fatto le dosi a gennaio e a ottobre la stessa sorte toccherà a chi si è immunizzato a febbraio. In larga parte personale sanitario e ospiti delle Rsa.

Gli esperti ritengono che la terza dose di vaccino sarà necessaria per potenziare la risposta immunitaria. Autorevoli esponenti di governo ritengono indispensabile somministrare il terzo richiamo in autunno, a partire dai pazienti fragili.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie