Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza / Tetto al prezzo del gas: le famiglie risparmiano 1000 euro

Tetto al prezzo del gas: le famiglie risparmiano 1000 euro

Tetto al prezzo del gas: le famiglie risparmiano 1000 euro con un limite a 40 euro per megawattora, si tornerebbe a costi sostenibili.

di The Wam

Giugno 2022

Tetto al prezzo del gas: le famiglie risparmiano 1000 euro l’anno, ci sarà infatti un taglio netto sugli importi delle bollette. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

La linea che l’Italia chiede da tempo, e cioè quello di imporre un limite al costo del gas e della corrente elettrica per tutelare famiglie e imprese e mettere un freno alla speculazione, è passata in Europa. Ma prima di cantare vittoria serve un altro passaggio. L’ultimo.

Bollette ridotte con il tetto al prezzo del gas

Tetto al prezzo del gas: ultime trattative

La Commissione Ue tratterà ora con ogni singolo Paese dell’Unione. Sono da convincere Germania e Olanda, che però sembrano molto meno rigide rispetto a qualche mese fa.

L’obiettivo è quello di fissare una soglia del prezzo che sia la metà di quello attuale (94 euro per megawattora). E c’è da dire che il prezzo del gas in questa fase è già molto ridotto rispetto ai picchi di marzo, quando alla borsa di Amsterdam ha superato i 350 euro per megawattora.

Scopri la pagina dedicata ala gestione del risparmio e agli investimenti.

Insomma, si tornerebbe a costi per l’energia più alti rispetto a quelli che c’erano prima della guerra in Ucraina, ma comunque molto più bassi di quelli degli ultimi mesi. E soprattutto sostenibili.

Per intenderci: il tetto al prezzo del gas equivale a un risparmio in bolletta di oltre il 40%.

La soglia limite serve comunque anche a metterci al riparo da eventuali altri picchi: non ci sarebbero dunque sorprese.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Tetto al prezzo del gas: chi subirà il taglio

Ma chi subirà i costi di questo tetto? Non la Russia. In minima parte il peso graverà sui consumatori, ma il costo più pesante sarà a carico dei produttori. O meglio: dovranno rinunciare ai super profitti extra di questi mesi.

Autolettura gas e luce: come risparmiare un bel po’ di soldi

La scelta ha una sua logica: perché consentire a un solo comparto di guadagnare fiumi di denaro ai danni di famiglie e di un intero sistema industriale?

Senza dimenticare che i prezzi folli dell’energia hanno anche aggravato la crescita esponenziale dell’inflazione (dove un ruolo è stato giocato anche da altri speculatori, non mancano mai).

Parlavamo di sconti sulle attuali bollette del gas. Vediamo a quanto potrebbero ammontare rispetto, ovviamente dipenderà dal tetto che viene fissato:

Tetto al prezzo del gas: risparmi famiglie

Facciamo due conti in base alle stime formulate da Arera (l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti):

I conti sono semplici: se a queste due cifre si applica un taglio del 40% il risparmio sarà di circa 1.000 euro spalmato sulle bollette di luce e gas.

Tetto al prezzo del gas: importatori e giusto guadagno

Ovviamente avranno un peso i costi anche i costi legati all’approvvigionamento del gas. L’Europa chiede agli importatori di avere un giusto guadagno, che consenta però di non penalizzare in modo così grave le famiglie e le imprese.

Stop alle caldaie a gas, alternative, costi e bonus

Saranno importanti i costi del gas alla dogana, che non sono influenzati dalle speculazioni. Ebbene l’Italia paga il gas tra i 17 e i 63 euro per magawattora. Un giusto prezzo potrebbe essere fissato a 35 euro.

Tetto al prezzo del gas: soluzione spagnola

La Spagna ha già adottato un criterio che potrebbe essere replicato nell’Unione europea. Lì i produttori continueranno ad acquistare il gas allo stesso identico prezzo. Il limite dei 40 euro a megawattora verrà applicato dopo, nella fase di vendita (e verrà versata una eventuale compensazione per la vendita sottocosto).

Comunque sia il risultato finale sarà una riduzione consistente dei costo sulla bolletta. Ed è quello l’obiettivo che si tenta di raggiungere: per dare respiro alle famiglie, consentire alle aziende di non bloccare la produzione e mettere un freno alle speculazioni e ridurre l’inflazione.

Nel frattempo però bisognerà dare un segnale definitivo sul fronte del risparmio energetico con la diffusione delle rinnovabili: da sole non bastano a coprire il fabbisogno energetico nazionale, ma consentono di ridurre in modo rilevante le importazioni e la dipendenza dall’estero.

Chi ha letto questo articolo si è interessato anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp