The Crown 4: recensione della serie che imbarazza Carlo

The Crown 4 è arrivato su Netflix il 15 novembre e sta già facendo discutere gli appassionati della serie. C’è qualcosa che è andato storto in questa nuova stagione?

The Crown 4 copertina
The Crown 4 si concentra sugli anni 80 del Regno Unito, rappresentati dalle visioni di tre donne incredibili: Lady D, la Regina e la Lady di Ferro
7' di lettura

Le vicende di The Crown 4 restano tutte invischiate nel triangolo al femminile composto dalla Regina Elisabetta (Olivia Colman), Margaret Thatcher (Gillian Anderson) e Diana Spencer (Emma Corrin). Tre donne attraverso cui il creatore Peter Morgan porta sul piccolo schermo un passaggio storico complesso per Buckingham Palace.

(A questo link tutte le notizie dal mondo dell’intrattenimento)

Gli episodi di The Crown 4 erano molto attesi dagli spettatori, impazienti di vedere rappresentate nella serie le vicende che riempirono le pagine dei tabloid e dei quotidiani di tutto il mondo. L’ascesa del Primo Ministro Thatcher e l’entrata di Diana Spencer nella famiglia Windsor diventano i punti cardine della nuova stagione della serie tv Netflix e riportano il pubblico a ciò che accadde negli anni ’90 nel Regno Unito.

The Crown 4: i servi della Corona

Si può guardare The Crown 4 in più di un modo: il primo, è quello di godersi una serie tv dalle estetiche sensazionali, con dettagli diligentemente posizionati in scena. In questo la serie è come sempre impeccabile, non c’è nulla fuori posto: le ambientazioni, le scenografie, i costumi, persino trucco parrucco sono perfetti. Ma c’è un altro aspetto che non può non saltare all’occhio degli spettatori: la rappresentazione televisiva di una famiglia che ancora oggi è sotto i riflettori mondiali.

Forse in questa stagione più che mai gli autori della serie tv Netflix tengono a ricordarci che non siamo in presenza della “storia della Regina Elisabetta”, ma di quella dell’onere della Corona. Gli episodi di The Crown 4 ricalcano spesso il tema su cui si fonda The Crown: il dovere regale. Ciascun membro della famiglia reale è tenuto a sacrificare desideri e necessità personali in favore di ciò che la Corona Inglese pretende. Una tematica che ricorda la stessa Elisabetta in questi ultimi episodi quando ricorda che il motto della famiglia reale è “io servo”.

The Crown 4: Lady D e Lady di Ferro rubano la scena

E se la famiglia Windsor non può far altro che chinare il capo sotto il peso della Corona, deve anche fare i conti con gli sconvolgimenti che la travolgono senza mai perdere la bussola. The Crown 4 racconta di un periodo storico di perdita degli equilibri a Buckingham Palace.

È l’incresso in scena di Diana Spencer e Margaret Thatcher a rimettere in discussione le linee guida dei reali. Si tratta di due figure che portano scompiglio nella famiglia Windsor, titubante nei confronti degli “intrusi”. Emblematici, infatti, sono gli episodi dedicati al cosiddetto “test di Balmoral”, in cui i reali inglesi invitano prima la Thatcher e poi la Spencer a trascorrere con loro un weekend in una delle loro residenze

Se la prima è causa di chiacchiere divertite per le sue scelte d’abbigliamento sempre scorrette e per la sua eccessiva “rigidità”, Diana supera il test a pieni voti sin da subito. Conquista le simpatie di ogni membro della famiglia e Carlo si vede costretto ad ammettere che Diana sarebbe un’ottima scelta come futura moglie, con il cuore ancora spezzato per il recente matrimonio di Camilla Parker-Bowles.

Il racconto di un’icona come Diana è sempre un terreno sdrucciolevole, non solo per l’amore del pubblico e per le vicende da tabloid che hanno segnato la sua vita. Il rischio di cadere nell’effetto “telenovela” è dietro l’angolo, ma Morgan l’ha schivato con estremo successo. E ci ha regalato un ritratto delicato e rispettoso.

The Crown 4: ascesa e disfatta del Primo Ministro

Se Diana è sicuramente stata il punto di interesse per tutto il periodo che ha preceduto il lancio degli episodi di The Crown 4, è la Lady di Ferro a segnare in modo imprescindibile l’intero arco della stagione.

La figura di Margaret Thatcher è presentata al centro della diatriba tra classe “medio-bassa” (da cui proviene il Primo Ministro) e l’aristocrazia inglese. Non è un caso che gli autori scelgano di metterla al centro di scene imbarazzanti in cui i Windsor ridono di lei, ne sottolineano gli atteggiamenti e i modi, per loro “sbagliati”. Fa tutto parte della narrativa di cui la Thatcher stessa si sentiva vittima.

Non solo, la Lady di Ferro diventa anche la portabandiera di una rivincita nei confronti di un mondo maschile e maschilista. Morgan ci presenta una Thatcher che si accaparra la leadership, storicamente appannaggio maschile, senza chiedere scusa. L’obiettivo della serie è far dimenticare allo spettatore il proprio schieramento politico e godere del racconto dell’era thatcheriana

Quello che sicuramente emerge dalla serie è il rapporto “acceso” tra la Regina e il Primo Ministro. Tra la Thatcher e la Famiglia Reale non correva affatto buon sangue, nonostante le apparenze pubbliche. Le scene in cui le due provano a confrontarsi restituiscono un certo clima di sottinteso e serpeggiante disagreement.

Lunga vita… al popolo

Tuttavia, il grande focus di questa stagione non è certo sugli scandali della vita privata di Carlo o sulle regole di etichetta imposte nel test di Balmoral. Morgan riesce a rendere il popolo britannico il vero protagonista di The Crown 4.

Gli 11 anni di mandato della Thatcher sono stati caratterizzati da profonde spaccature sociali, dalle disuguaglianze economiche, dalle critiche condizioni di vita delle classi meno abbienti. E mentre le sue politiche stringevano pericolosamente sul welfare, le percentuali di disoccupazione e povertà aumentavano a dismisura.

L’Elisabetta di The Crown 4 mostra una profonda empatia col popolo e una preoccupazione crescente per lo stato in cui versa le gente sotto l’egemonia Thatcher. Ma a detta di Michael Fagan, l’uomo che irrompe nelle stanze della regina nel 1982 come atto di protesta in una scena emblematica e carica di allegorie, la vera Elisabetta prese le distanze dalla circostanza senza esprimersi in modo netto. E così la rappresentazione di una regina che strizza l’occhio a sinistra non riesce a convincere del tutto il pubblico inglese.

In definitiva The Crown 4 ci presenta un decennio difficile e lo fa con la su famosa eleganza. La serie si comporta egregiamente con i personaggi e le loro idiosincrasie. Ma la stagione aveva davanti a sé una sfida complessa: presentare un momento storico ancora vivido nelle menti del pubblico. E forse la sua resa sul piccolo schermo si è scontrata un po’ troppo duramente con il ricordo di ciò che successe in quegli anni.

La reazione della Casa reale

La serie The Crown 4, ha scatenato dei malumori nella famiglia reale, soprattutto del primogenito della regina Elisabetta II e del figlio William. Entrambi ritengono che molti dei fatti trattati nella serie, il rapporto fra Carlo e Diana, non rappresentino la realtà e imbarazzino i reali.

Ti può interessare anche:

The Liberator: la nuova serie tv Netflix è una rivelazione

Love & Anarchy: recensione di una serie che voleva essere sfacciata

Bridgerton: il nuovo Downton Abbey di Shonda Rhimes

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie