The Witcher Blood Origin, che sappiamo del prequel Netflix

The Witcher: Blood Origin. Arrivano novità in casa Netflix per la serie tv che fungerà da prequel allo show che vede per protagonista Hernry Cavill. Cosa sappiamo.

4' di lettura

Già questa estate era stato annunciato il prequel di The Witcher, ambientato 1200 anni prima rispetto alle vicende di Geralt di Rivia, che racconterà la fusione del mondo degli umani con quello di elfi e mostri. La nuova serie tv Netflix ci racconterà anche la nascita del primo Witcher.

(A questo link tutte le notizie sul mondo della televisione e del cinema e qui il gruppo facebook con tutte le news)

La serie tv fantasy tratta dai libri di Andrzej Sapkowski si è rivelata un successo subito dopo il debutto della prima stagione a dicembre 2019. Così Netflix ha deciso di dare il via alla produzione di The Witcher: Blood Origin per ampliare questo universo narrativo che ha fatto impazzire il suo pubblico.

Sappiamo già che si tratterà di una miniserie che svelerà le origini della storia principale. A occuparsi del progetto, lo showrunner Declan de Barra, già sceneggiatore della serie madre, e la produttrice esecutiva Lauren Schmidt Hissrich.

Blood Origin: i personaggi

Netflix è stata attentissima a non lasciar trapelare informazioni troppo specifiche riguardo al prequel che, quasi certamente, diventerà uno dei suoi titoli di punta. Ciò che è certo è che due dei protagonisti di “The Witcher: Blood Origin” saranno due elfi. Uno dei due, Eile, appartiene a un clan specializzato nell’uso dei coltelli. L’idea è quella di portare in scena l’uso delle armi bianche in modo spettacolare, usando movenze provenienti dal mondo della danza e della ginnastica acrobatica.

La controparte maschile invece sarà Fjall, coetaneo di Eile, ma appartenente a un clan avversario. Il personaggio è descritto come fisicamente vigoroso, dal cipiglio austero e minaggioso. I due, insieme alla Principessa Merwyn, saranno il fulcro del nuovo progetto Netflix.

Di cosa parlerà

Il mondo di The Witcher è enormemente ricco di dettagli e segreti. La prima stagione della serie tv, infatti, è riuscita a coprire solo una piccola parte dell’universo narrativo di Sapkowski. Per questo, l’idea di un prequel potrebbe rivelarsi una mossa vincente per esplorare diversi aspetti di una storia così complessa.

Una delle domande più insistenti che si pongono i fan è se The Witcher: Blood Origin affronterà il tema della Congiunzione delle Sfere, un evento che viene menzionato molto spesso nella serie madre che avrebbe portato gli uomini in un mondo fino a quel momento dominato interamente da elfi e nani. 

The Witcher: Blood Origin, quindi, porterà in scena i primi Witcher e ci svelerà i misteri della loro creazione. Si tratta di essere viventi che hanno superato la cosiddetta “Prova delle erbe”, riuscendo così a sopravvivere alla mutazione indotta dalla pozione che li avrebbe trasformati in guerrieri.

In aggiunta al prequel, Netflix ha anche dato il via al progetto di un film animato dal titolo The Witcher: Nightmare of the Wolf, che seguirà la storia del mentore di Geralt, Vesemir

Non ci resta che attendere ulteriori notizie sull’affascinante mondo di The Witcher, intanto sappiamo già che nel 2021 potremo filmente avere a disposizione gli episodi della seconda stagione.

Ti può interessare anche:

Dash e Lily Netflix: la serie tv teen di Natale è un flop?

Documentari su Disney Plus: 4 titoli da non perdere

The Walking Dead: cosa sappiamo sugli spinoff

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie