Torna il Totocalcio: format, schedina e data di partenza

Torna il Totocalcio: dalla prossima stagione sportiva si potrà tornare a compilare la schedina. Ecco il nuovo format, come giocare e le vincite storiche.

3' di lettura

Torna il Totocalcio: l’Agenzia delle Dogane e il Monopolio di Stato rilanceranno il format del gioco che ha appassionato milioni di italiani dal 1948, anno di nascita della versione a 12 risultati, fino all’avvento delle scommesse, che hanno provocato un calo di giocate della famosa schedina.

Torna il Totocalcio e c’è già una data di partenza: gli italiani potranno nuovamente giocare la schedina a partire dal prossimo mese di agosto, in concomitanza con la ripresa della stagione agonistica 2021-2022.

INDICE:

Ma quale sarà il nuovo format e quanti risultati bisognerà indovinare per vincere il montepremi? Lo scopriamo insieme in questo articolo.

Torna il Totocalcio: nuovo format

Il nuovo format del totocalcio prevede, secondo quanto riferisce Agipronews, una fusione di regole tra la classica schedina e l’innovazione portata dalle scommesse. Saranno sempre Agenzia delle Dogane e Monopoli a gestire il concorso a premi, anche se in un primo momento sembrava dovesse essere ad appannaggio di Lega Serie A e Figc.

Torna il totocalcio: la celebre schedina che ha appassionato gli italiani

Il totocalcio ritorna con una formula più coinvolgente. La caccia al 13 avverrà con due tipi di pronostici: uno relativo agli incontri top, cinque, e l’altro composto dagli altri otto incontri in programma.

Non si vincerà soltanto indovinando tutti e tredici i risultati, ma anche “azzeccandone” undici, nove, sette e così via, seguendo l’esempio delle puntate multiple come avviene con le scommesse.  

Torna il Totocalcio: le nuove schedine

Nasceranno vari tipi di modello: con il Formula 3 si giocano due eventi obbligatori e uno opzionale; con il Formula 5 ci saranno tre eventi obbligatori e due opzionali; Formula 7 (quattro e tre), Formula 9 (cinque e quattro) e Formula 11 (sei e cinque).

E le nuove schedine come saranno? Si sta studiando la possibilità di crearne di cartacee o di favorire le giocate online. Ma in ogni caso gli storici segni “1-X-2” per arrivare al “13” rimarranno in auge. Nel caso in cui non ci dovesse essere un vincitore in una delle categorie sopra elencate, è previsto un jackpot.

Totocalcio: la storia e le vincite più alte

Il Totocalcio nacque negli anni Quaranta per una intuizione del giornalista Massimo Della Pergola e di Fabio Jegher e Geo Molo, considerati i padi della Sisal.

Inizialmente costituita da dodici partite, la schedina accolse la tredicesima gara dalla stagione 1950-1951, mentre nel 2003, con il Totocalcio già in declino, si scelse si inserire un quattordicesimo evento nel tentativo di rilanciare il progetto, abbinandolo al Totogol (bisognava indovinare quanti gol sarebbero stati segnati in una determinata partita).

Torna il Totocalcio: l’inventore del Totocalcio, il giornalista Massimo Della Pergola

Il montepremi più alto fu registrato il 5 dicembre del 1993, pari a quasi 35 miliardi di lire (34.470.967.370 lire per l’esattezza). I “13” però furono tantissimi e quindi i vincitori si portarono a casa poco meno di 12 milioni di lire.

Il “13” più pagato, invece, è datato 7 novembre 1993: i tre vincitori intascarono cinque miliardi di lire a testa.

Potrebbe interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie