Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Economia e Finanza » Lavoro / Tredicesima detassata 2023

Tredicesima detassata 2023

Tredicesima detassata 2023: sarà davvero così quest'anno? Ecco le ultime notizie provenienti dal governo e cosa significa detassare la tredicesima.

di Carmine Roca

Novembre 2023

Oggi vi parleremo di tredicesima detassata 2023: sarà davvero così? Ecco cosa ha deciso il governo (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Tredicesima detassata 2023: è davvero così?

Tredicesima detassata 2023: è davvero così? Purtroppo dobbiamo darvi una pessima notizia: nonostante la proposta, la detassazione della tredicesima mensilità per i lavoratori dipendenti non è stata inserita nella prima stesura della Legge di bilancio 2024.

Al netto di improbabili cambi di rotta, la tredicesima non verrà detassata per il prossimo anno: niente soldi in più in busta paga.

Eppure la misura rientrava tra quelle inserite nella riforma fiscale 2023. Lo sgravio fiscale, così come era stato previsto, avrebbe consentito a lavoratori e lavoratrici dipendenti di passare un dicembre più ricco.

Ad esempio, per chi ha un reddito di 20mila euro, lo sgravio sarebbe stato di 180 euro all’anno, mentre per chi guadagna 28mila euro, l’importo sarebbe salito a 260 euro all’anno.

Addirittura, in un primo momento, i deputati della Camera avevano ipotizzato la possibilità di detassare ulteriormente anche i premi di produttività dei lavoratori dipendenti (l’aliquota è confermata al 5%). Tutto è andato in fumo al momento di varare la prima stesura della manovra finanziaria, nonostante il via libera al DEF e alla NADEF 2023-2024.

Per quale motivo non ci sarà la tredicesima detassata 2023? Semplicemente perché costerebbe troppo alle esangue casse dello Stato (circa 11 miliardi di euro).

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Cos’è la tredicesima?

La tredicesima è una mensilità aggiuntiva percepita dai lavoratori dipendenti e dai pensionati, a dicembre, prima delle feste di Natale. Inizialmente era una elargizione volontaria del datore di lavoro, in seguito è diventato un diritto per lavoratori dipendenti pubblici e privati e per i pensionati.

La tredicesima viene tassata allo stesso modo delle ore di lavoro ordinarie. Con la detassazione, l’obiettivo era di abbassare il peso delle tasse sulla mensilità aggiuntiva, per avere una tredicesima netta più alta.

Sulla tredicesima gravano i contributi previdenziali (9,19%) e la tassazione ai fini IRPEF (articolo 51 del TUIR).

Come si calcola la tredicesima?

Per calcolare la tredicesima per lavoratori dipendenti, è necessario conoscere l’ammontare dello stipendio lordo annuo (RAL) e applicare l’aliquota IRPEF riferita a quel reddito.

La retribuzione va moltiplicata per il numero di mesi lavorati e divisa per 12. Se, ad esempio, il lavoratore ha prestato servizio soltanto a partire da giugno, la sua tredicesima sarà calcolata su 7 mesi di lavoro svolto (giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre e dicembre).

Ai fini del calcolo della tredicesima, non si considerano detrazioni IRPEF per lavoro dipendentecarichi di famiglia e neppure straordinari e ferie non godute.

Sono incluse nel calcolo:

Detassare la tredicesima avrebbe consentito di eliminare le tasse dall’importo della mensilità aggiuntiva (tutte le voci che ne decurtano il valore finale).

Tredicesima detassata 2023
Tredicesima detassata 2023: in foto una donna usa una calcolatrice.

Faq sulla tredicesima

Da cosa dipende l’approvazione o meno della detassazione sulle tredicesime?

L’approvazione della detassazione sulle tredicesime dipende da vari fattori:

  1. La riforma fiscale e i decreti attuativi che ne discendono.
  2. La situazione finanziaria del Paese: ci sono risorse e coperture adeguate previste per il 2023 per finanziare questa iniziativa?
  3. Decisioni politiche: poiché si avvicina un anno elettorale importante, il 2024, la decisione potrebbe avere implicazioni politiche ed elettorali.

Quali sarebbero stati i vantaggi per i cittadini con la tredicesima detassata?

I vantaggi per i cittadini sono molteplici:

  1. Maggiore potere d’acquisto: avendo un’ulteriore mensilità con una tassazione ridotta, i cittadini avranno una maggiore liquidità disponibile nel periodo natalizio.
  2. Sollievo finanziario: questo sgravio può aiutare specialmente i lavoratori con redditi più bassi, che vedranno un aumento della busta paga durante le festività.
  3. Stimolo ai consumi: con maggiore disponibilità di denaro, potrebbe esserci un incremento dei consumi, favorendo l’economia.

Cosa potrebbe accadere in futuro se passasse la detassazione delle tredicesime?

Con la tredicesima detassata, verrebbe applicata una nuova aliquota, che ridurrebbe l’ammontare delle tasse da pagare. Di conseguenza, il lavoratore avrebbe una somma maggiore netta in busta paga.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp