Tribunale Avellino, caduta calcinacci: ora controlli in ogni aula

2' di lettura

“Abbiamo fissato un direttivo urgente per discutere di quello che è successo questa mattina. E chiederemo chiarezza sullo stato di sicurezza del tribunale di Avellino”. Il presidente della camera penale irpina, l’avvocato Luigi Petrillo, risponde a The Wam sull’episodio che vi abbiamo raccontato: l’aula B del primo piano è stata chiusa per il pericolo di caduta calcinacci.

Aula B del tribunale di Avellino chiusa per questioni di sicurezza
Aula B oggi (foto inviate alla redazione di The Wam)

“Fate chiarezza sulla sicurezza del tribunale”

Senza allarmismi, con la consueta pacatezza e decisione, Petrillo fa sentire la sua voce sulla questione sicurezza, sempre prioritaria nell’agenda dell’organo di rappresentanza irpino: anche con i predecessori dell’attuale presidente, Giuseppe Saccone e Gaetano Aufiero.

“Vogliamo capire se ci sia stato un effettivo distaccamento di calcinacci. E, sopratutto, quali siano le condizioni di sicurezza di quell’aula. Senza dimenticare che è stata costruita nello stesso periodo delle altre. E, quindi, il discorso da fare è sicuramente più ampio. L’incolumità di chi lavora nel tribunale di Avellino deve essere garantita e preservata, altrimenti siamo pronti a iniziative forti per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema. Dopotutto proprio questo tribunale si è dimostrato molto attento sulle questioni che riguardano la sicurezza sismica di tante strutture pubbliche del capoluogo irpino”.

Benigni: “Quadro purtroppo noto”

Dello stesso avviso il presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati, Fabio Benigni: “L’episodio di questa mattina si inserisce in un quadro purtroppo noto. La questione degli interventi di manutenzione del tribunale è fermo sul tavolo del Ministero delle opere pubbliche, ormai da troppo tempo. Ci incontreremo a breve per discutere di quello che è successo in Aula b”.

Servizio di Presa Diretta sulla sicurezza dei Tribunali, incluso quello di Avellino

Un appalto da cinque milioni di euro (soldi stanziati dal Ministero della Giustizia) che, come spesso capita in tante storie italiane, si è impantanato nelle anse burocratiche. Per, ora, senza spiegazioni. Chi lavora in tribunale (avvocati, magistrati, cancellieri, responsabili della sicurezza e utenti) non riesce ad avere una risposta chiara sulla condizioni di sicurezza dell’edificio. L’episodio di questa mattina ha solo ridato vigore a una preoccupazione che covava sotto la cenere. L’allarmismo non c’entra, è solo un discorso di sacrosanto buonsenso.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie