Tribunale, penalisti irpini in trincea: “Ma non vogliamo chiuda”

Tribunale, penalisti irpini in trincea:
3' di lettura

“La galera non deve mai essere considerata una vendetta”. Da Avellino arriva una risposta – attraverso la voce del presidente della camera penale irpina, Luigi Petrillo – al ministro degli Interni, Matteo Salvini, che si era augurato di “vedere marcire in galera” il pluri-omicida terrorista Cesare Battisti. Nell’incontro di oggi – organizzato dalla Camera Penale – si parla poi anche di sicurezza. Quella del tribunale di Avellino in primis. Al tavolo della conferenza stampa, oltre a Petrillo, c’erano gli avvocati Gaetano Aufiero, Quirino Iorio, Patrizio Dello Russo e Francesco Perone.

Sicurezza del tribunale, parla l’avvocato Luigi Petrillo

“Vogliamo chiarezza non la chiusura del tribunale”

Il presidente dei penalisti ribadisce: “Non vogliamo far chiudere la struttura. Vogliamo solo che gli enti preposti ci diano una risposta sulla sicurezza. E dicano che interventi vanno fatti ed entro quando. Valutiamo anche proteste come lo sciopero bianco (due ore di astensione ogni giorno), senza accantonare l’ipotesi delle vie legali. Ad oggi ogni tentativo di avere risposte dal Comune di Avellino è caduto nel vuoto. Sappiamo anche che l’ente ha un collegamento diretto con il consiglio dell’ordine degli avvocati di Avellino che, la scorsa settimana, ha deciso di rivolgere un ennesimo appello. Anche quello inascoltato”.

Oltre alla sicurezza si parla proprio di tutela del diritto di difesa e funzione della detenzione in carcere.

Da sinistra di chi guarda gli avvocati Francesco Perone, Quirino Iorio, Luigi Petrillo, Gaetano Aufiero e Patrizio Dello Russo

I prossimi incontri dei penalisti

Spiega l’avvocato Gaetano Aufiero: “Questo è il primo di una serie di incontri. Nel prossimo si parlerà di difesa dal e nel processo penale. Un tema attualissimo, pensate a quanto accaduto la scorsa settimana con la mancata autorizzazione a procedere nei confronti del ministro Salvini per il caso Diciotti”.

Il legale, Francesco Perone, descrive l’incontro previsto in Valle Caudina: “Si svolgerà a Cervinara. Un messaggio per il vecchio mandamento del comune caudino. Presunzione di non colpevolezza in relazione al processo mediatico che finisce per condizionare anche l’evoluzione giuridica di tanti casi. Abbiamo visto quanto successo a margine del processo sulla strage dell’Acqualonga, con una protesta veemente contro la sentenza letta dal giudice Luigi Buono”.

Dura presa di posizione anche contro la Riforma della prescrizione. Lo ha chiarito, con la consueta puntualità, l’avvocato Quirino Iorio: “Un provvedimento governativo che riguardava il settore dei reati contro la pubblica amministrazione. Una riforma che diventa slogan, penso al titolo “spezzacorrotti”. Con la prescrizione che resta “appesa” dopo la sentenza del primo grado”.

In linea con la Camera Penale di Roma che ha parlato di un “ergastolo processuale”, con il giudizio che potrebbe restare sospeso fra Appello e Cassazione.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie