Truffa da 30mila euro deviando telefonate della banca di Mercogliano

2' di lettura

Deviavano le chiamate della banca di Mercogliano, per convincere dei venditori di scarpe della bontà di un assegno e così avrebbero eseguito una truffa da oltre 30mila euro. La Corte di Appello di Ancona ha assolto M.F, cinquantenne pluripregiudicato di Avellino (difeso dall’avvocato Rolando Iorio), condannato alla pena di 3 anni di reclusione dal Tribunale di Fermo.

L’uomo era accusato di una serie di reati commessi ai danni di un noto calzaturificio marchigiano, dal quale erano state prelevate calzature per un valore di 28.290 euro. La merce era stata pagata con un assegno che era risultato falso. Secondo la Procura l’imputato, con una serie di complici, nel 2007 si sarebbe recato in un noto calzaturificio sito in  Montegranaro. E, presentandosi come grossista del settore, avrebbe manifestato la volontà di acquistare un’ingente numero calzature, per un valore di circa 30.000 euro, da pagare al momento del ritiro con un assegno circolare della Banca della Campania filiale di Mercogliano.

Dopo circa una decina di giorni M.F., insieme a due complici, sarebbe tornato nelle Marche dove avrebbe ritirato ben 480 paia di scarpe maschili con marchi “Guardiani Libero” ed “Executive”.

Al momento del ritiro della merce, consegnato l’assegno circolare, il venditore avrebbe provato a tutelarsi richiedendo il Bene Fondi dalla propria Banca di Monte Urano. Dei dipendenti avevano così chiamato la filiale mercoglianese. Ma a rispondere – per l’accusa – c’era uno dei truffatori. L’organizzazione criminale – secondo i pm – era riuscita a creare un ponte radio tra la linea telefonica della Banca della Campania, filiale di Mercogliano, con una cabina telefonica esistente attraverso una sofisticata apparecchiatura opportunamente individuata e  sequestrata dal Comando Carabinieri di Mercogliano.

I carabinieri di Mercogliano, con l’ausilio dei tecnici della Telecom Italia, aperta la cabina che si trovava di fronte la Banca della Campania, filiale di Mercogliano, riscontrarono che alcune linee telefoniche erano state interrotte e collegate su apparecchiature composte da una borchia Isdn, all’uscita della quale era collegata la base di un cordless, alimentata a sua volta da una batteria portatile. Queste apparecchiature, istallate da ignoti, erano collegate sulla linea telefonica della Banca della Campania, Filiale di Mercogliano. Il Procuratore Generale aveva invece chiesto la conferma della sentenza di condanna emessa in primo grado dal Tribunale di Fermo, ma è arrivata l’assoluzione.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie