La truffa del contatore: firmate e cambiate gestore. A vostra insaputa

Vittime soprattutto gli anziani. Ma non solo. I casi sono già molti. La segnalazione di Borrelli e Simioli

1' di lettura

La nuova truffa del servizio elettrico: si fingono operatori dell‘Enel, entrano in casa dicendo di dover leggere il contatore. Prima di andare via chiedono alle vittime di firmare l’avvenuto controllo. In realtà si tratta di un contratto con una diversa compagnia per l’erogazione di corrente elettrica.

I casi sono già molti. E a segnalarli nella trasmissione “La Radiazza”, su Radio Marte sono stati Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, e Gianni Simioli.

“Ci è stato segnalato – hanno dichiarato – che alcuni operatori disonesti delle compagnie di erogazione del servizio elettrico hanno inventato un nuovo tipo di truffa per far sottoscrivere contratti agli ignari utenti: si presentano sulla porta di casa, sostenendo di lavorare per l’Enel e chiedono di rilevare la lettura del contatore. In seguito chiedono di firmare la lettura che, in realtà, altro non è che un contratto che prevede il passaggio ad un’altra compagnia. Un imbroglio in piena regola che potrebbe vedere come vittime preferite le persone anziane. Invitiamo dunque tutti a tenere gli occhi bene aperti circa questo nuovo tipo di truffa”.

“Qualora questi soggetti dovessero bussare alla vostra porta tentando di usare questo stratagemma per truffarvi allertate immediatamente le forze dell’ordine. In tal modo gli agenti potranno individuare e perseguire i truffatori”. 

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!