Tumore al seno: ecco cosa bisogna sapere

Tumore al seno: ecco cosa bisogna sapere: come fare per capire se si ha un tumore al seno e come comportarsi subito dopo con il medico e i familiari. Le persone a rischio e gli stili di vita, anche alimentari, che possono facilitare lo sviluppo di un cancro al seno. Un piccolo vademecum.

5' di lettura

Ogni anno a circa 55mila donne in Italia verrà diagnosticato un tumore al seno, una su 40 ha meno di 45 anni. Nel corso dell’esistenza, una donna su 8 corre il rischio di sviluppare un cancro alla mammella. A prescindere dall’età. In quasi tutti i casi è la diagnosi precoce a far lievitare, e in modo importante, le percentuali di sopravvivenza.

Il tumore al seno è il più comune tra le donne, ed è la seconda causa di morte per cancro dopo il tumore ai polmoni (che è quasi quattro volte più letale).

Per meglio comprendere il tumore al seno è utile conoscere l’anatomia del seno. La maggior parte del seno è costituita da tessuto adiposo. Al suo interno ci sono legamenti, tessuto connettivo, vasi linfatici, nodi e vasi sanguigni. In un seno ci sono 12-20 sezioni al suo interno, vengono chiamate lobi. Ognuna è composta da lobuli più piccoli che producono latte. I lobi e i lobuli sono collegati da condotti che portano il latte ai capezzoli.

Il tipo più comune di tumore al seno è il carcinoma duttale, rappresenta circa l’80% di tutti i tumori al seno.

Ci sono alcuni passi da compiere, per conoscere lo stato di salute del seno, ma anche per agire in modo rapido (e la velocità può salvare la vita), se si ha il timore, o peggio la certezza, di avere un cancro al seno.

Conoscere il proprio seno

Il tumore al seno è una delle principali cause di morte tra le giovani donne di età compresa tra i 15 ei 34 anni. È fondamentale conoscere il proprio seno. Si può chiedere a un medico come fare un autoesame, e se si notano dei cambiamenti è opportuno chiedere subito il parere di un professionista.

I fattori di rischio

Ci sono alcuni fattori di rischio più comuni tra le giovani donne:

Mutazioni genetiche ereditarie per il cancro al seno

Una storia personale di cancro al seno prima dei 40 anni

Due o più parenti di primo grado (madre, sorella, figlia) con cancro al seno diagnosticato in tenera età

Radiazioni ad alte dosi al torace

Inizio precoce del ciclo mestruale (prima dei 12 anni)

Prima gravidanza a termine quando hai più di 30 anni

Seni densi

Consumo elevato di alcol

Obesità

Stile di vita sedentario

Elevato apporto di carne rossa e cattiva alimentazione

Razza (le donne caucasiche hanno un rischio più elevato)

Storia personale di cancro dell’endometrio, dell’ovaio o del colon

Recente uso di contraccettivi orali

I cambiamenti del seno

Ci sono alcuni cambiamenti del seno che se vengono notati è preferibile rivolgersi al medico di fiducia.

Un nodulo dentro o vicino al seno o sotto il braccio

Cambiamenti nelle dimensioni o nella forma del tuo seno

Increspature, arricciature o rigonfiamenti della pelle

Un capezzolo che ha cambiato posizione o un capezzolo invertito (spinto verso l’interno invece di sporgere)

Arrossamento della pelle, dolore, eruzione cutanea

Rigonfiamento

Secrezione dai capezzoli (potrebbe essere un fluido acquoso, lattiginoso o giallo o sangue)

Il tessuto mammario normale può essere bitorzoluto, motivo per cui è importante sapere come si sente normalmente il vostro seno. La maggior parte dei grumi non sono cancro. Molte donne scelgono di eseguire l’autoesame del seno in modo da sapere se appare un nuovo nodulo o un nodulo esistente cambia dimensione. Tuttavia, gli autoesami del seno non sostituiscono le mammografie.

Leggi anche: Zucchero, ecco tutte le inquietanti verità

Leggi anche: Il cioccolato aiuta il sistema immunitario

Questi cambiamenti potrebbero non indicare necessariamente l’esistenza di un cancro al seno, ma dovrebbero essere valutati.

Parlarne sempre

Bisogna ricordarsi di parlare sempre con il medico di cambiamenti al seno o della presenza di noduli. Se si pensa di sentire qualcosa, non bisogna avere timore di cercare le risposte. E se non soddisfano chiedete anche una seconda opinione.

Il medico giusto

Se viene diagnosticato un tumore al seno, è importante trovare il team medico giusto che lavori in perfetta sintonia con il paziente. Di solito si resta sempre con il primo medico, ma è importante scegliere gli specialisti giusti. Quelli che magari sono anche a conoscenza di nuovi trattamenti e nuovi approcci, inclusa la genetica e la terapia neoadiuvante (chemioterapia prima dell’intervento).

Conoscere la storia medica

È importante conoscere la propria storia familiare e condividerla con il medico. Le donne con un parente di primo grado (madre, sorella, figlia) con tumore al seno hanno quasi il doppio del rischio che venga diagnosticato un cancro al seno rispetto a una donna che non ha una storia familiare simile. Sono informazioni essenziali per un medico.

È importante fare domande

È consigliabile fare domande e partecipare attivamente alle cure. Farsi spiegare i termini medici che non si conoscono, le terapie, i possibili effetti collaterali. A chi non è stato diagnosticato il cancro, ma ha una storia familiare che la mette ad alto rischio, è importante conoscere tutti i test e le misure di prevenzione che è possibile adottare.

Nel caso venga diagnosticato il cancro al seno è opportuno chiedere aiuto ad amici e familiari. Ma anche cercare contatti con gruppi di sostegno e dialogare con persone che hanno già superato questo problema. Non bisogna mai avere paura di esprimere sentimenti e preoccupazioni.

Fare delle ricerche

Se ti viene diagnosticato un tumore al seno, informati sulla tua diagnosi specifica. Comprendi cosa significano termini come stadio e grado e come influiscono sulle opzioni di trattamento.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie