Tutte le regole del green pass obbligatorio

Tutte le regole del green pass obbligatorio: il documento ufficiale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, i divieti, le sanzioni, le regole per ogni categoria. Dal 15 ottobre il certificato verde sarà necessario per fare quasi tutto. Regole negli uffici, nelle aziende, nei tribunali. Cosa devono fare badanti e baby sitter. Funziona così nei tribunali.

5' di lettura

Tutte le regole del green pass obbligatorio. Il provvedimento, approvato il 21 settembre e che estende il certificato verde a 23 milioni di lavoratori è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Come anticipato la sospensione per i lavoratori non in regola è stata eliminata, ma resta l’assenza ingiustificata e l’azzeramento dello stipendio. Confermata invece, la sospensione, nelle aziende che hanno meno di 15 dipendenti.

Approvato anche il decreto che rende necessario il green pass sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza, come aerei, treni e navi.

Ma vediamo tutte le regole del green pass obbligatorio.

Tutte le regole del green pass obbligatorio: come avere il certificato

Il green pass verrà rilasciato 14 giorni dopo la prima somministrazione del vaccino o subito dopo la seconda. Il certificato verde si può ottenere anche dopo un tampone negativo antigenico o salivare. Il primo dura 48 ore, il secondo 72.

Il green pass con doppia vaccinazione dura 12 mesi. Stesso tempo anche per chi è guarito dal covid e ha avuto una sola dose di vaccino.

Per chi è guarito dal covid ma non ha fatto la vaccinazione il green pass è valido 6 mesi.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Tutte le regole del green pass obbligatorio: il prezzo dei tamponi

Sono stati imposti anche i prezzi per i tamponi:

  • Adulti: 15 euro
  • Minori: 8 euro
  • Soggetti fragili: gratuiti

Le farmacie che applicano prezzi più alti saranno sanzionate (5 giorni di chiusura). Il costo calmierato dei tamponi è valido fino al 31 dicembre 2021.

Tutte le regole del green pass obbligatorio dal 15 ottobre: per chi

Passiamo alle regole per i lavoratori del settore pubblico, i privati, gli autonomi e i titolari di partite Iva.

Il green pass diventerà obbligatorio dal 15 ottobre.

E dunque, la certificazione sarà obbligatoria:

  • per i servizi di ristorazione per il consumo al tavolo, al chiuso;
  • spettacoli aperti al pubblico: eventi e competizioni sportive;
  • musei;
  • luoghi di cultura;
  • mostre;
  • piscine;
  • centri natatori;
  • palestre;
  • sport di squadra;
  • funivie;
  • centri benessere;
  • nelle strutture ricettive;
  • sagre e fiere;
  • convegni e congressi;
  • centri termali (per i trattamenti non terapeutici);
  • parchi tematici e di divertimento;
  • centri rurali;
  • centri sociali e ricreativi al chiuso;
  • sale gioco;
  • casinò.

Tutte le regole del green pass obbligatorio: trasporti

Per i trasporti il green pass sarà obbligatorio su questi mezzi:

  • treni a lunga percorrenza;
  • aerei;
  • pullman interregionali;
  • navi e traghetti (con l’esclusione dei collegamenti dello stretto di Messina e con le isole Tremiti).

Tutte le regole del green pass obbligatorio: scuola

Vediamo le regole per la scuola, che riguardano in particolare docenti e genitori.

Per il personale scolastico, come per tutti gli altri lavoratori del settore pubblico, obbligo di green pass.

Per le università l’obbligo si estende anche agli studenti.

Non c’è obbligo per gli studenti delle scuole superiori (anche se i ragazzi da 12 anni in su devono essere in possesso del certificato verde per tutte quelle attività all’esterno dove è obbligatorio, come per gli adulti).

Dovranno essere muniti di green pass tutte le persone che entrano nelle scuole:

  • lavoratori esterni
  • volontari
  • visitatori
  • genitori (anche per le riunioni, i colloqui con i professori, per accompagnare i bimbi più piccoli).

Tutte le regole del green pass obbligatorio: i controlli

Vediamo ora come funzionano i controlli.

Nei locali pubblici il compito di verificare il possesso del green pass spetta a titolari e gestori. Non hanno responsabilità sulla autenticità o meno della documentazione (a meno che la contraffazione non sia evidente).

Nei luoghi di lavoro il controllo sarà affidato ai datori di lavoro. Avranno anche il compito di definire, prima del 15 ottobre, l’organizzazione delle verifiche (che possono essere anche a campione). Ma se possibile meglio effettuarle al momento dell’accesso in azienda.

I controlli sui lavoratori autonomi che operano all’esterno devono essere effettuati dal datore di lavoro.

Per chi lavora nelle abitazioni private (operai, baby sitter, colf e badanti), la verifica del green pass spetta ai cittadini che hanno chiesto la prestazione.

Tutte le regole del green pass obbligatorio: le sanzioni

E ora passiamo alle sanzioni.

Niente sospensione dal 15 ottobre per i lavoratori che non hanno il green pass (con l’eccezione per le aziende con meno di 15 dipendenti). Ma saranno considerati assenti ingiustificati fino alla presentazione della certificazione. E fino a quel momento non riceveranno lo stipendio. Ma sono escluse sia le sanzioni disciplinari, sia i licenziamenti.

I lavoratori che non saranno trovati in regola avranno sanzioni che oscillano da 600 a 1500 euro.

Sanzioni anche ai datori di lavoro che non effettuano controlli (da 400 a 1000 euro). Misura che si applica anche ai cittadini che hanno dei lavoratori autonomi impegnati per lavori nella propria abitazione. Regola valida sia per le prestazioni occasionali, sia per i rapporti più lunghi, come nel caso dei lavoratori domestici.

Tutte le regole del green pass obbligatorio: ospedali e Rsa

Come sapete c’è l’obbligo del green pass per tutti gli operatori sanitari. Obbligo che è stato esteso anche ai lavoratori esterni che lavorano nelle Rsa. L’obbligo per loro scatta dal 10 ottobre.

Tutte le regole del green pass obbligatorio: tribunali

In tribunale il green pass è obbligatorio per i magistrati, gli amministrativi, contabili e militari, componenti delle commissioni.

L’accesso dei magistrati senza green pass «integra illecito disciplinare e il verbale di accertamento della violazione è trasmesso senza ritardo al titolare dell’azione disciplinare».

Sarà il procuratore generale presso la corte di appello a verificare il rispetto delle prescrizioni anche avvalendosi di delegati.

Possono non avere il green pass per entrare nei tribunali gli avvocati, i consulenti, i periti, i testimoni e le parti del processo.

Tutte le regole del green pass obbligatorio: studi professionali

Negli studi professionali (avvocati, commercialisti, periti) il green pass è invece obbligatorio.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie