Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Invalidità Civile » Previdenza e Invalidità » Salute / Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio: cosa impone la normativa a tutela delle persone con disabilità per i trasporti in aereo, nave o treno.

di The Wam

Marzo 2022

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio. Vediamo in questi articoli quali sono i diritti riconosciuti alle persone con disabilità quando viaggiano. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

L’estate è lontana, certo, ma non si prende un treno, un aereo, la nave o un bus solo durante le ferie. Le persone con disabilità hanno delle tutele riconosciute, almeno a livello europeo, ed è giusto conoscerle, anche perché altrimenti far rispettare quelli che sono i propri diritti diventa ancora più complesso.

Le ultime notizie su invalidità civile, legge 104, bonus e agevolazioni

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Queste tutela riguardano in particolare le persone con disabilità che hanno una ridotta capacità motoria, visiva, uditiva e intellettiva.

L’Unione Europea ha già varato negli anni scorsi dei regolamenti che riguardano il trasporto aereo, quello ferroviario, quello navale o su bus.

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio: normativa Ue

La normativa europea si affianca, per fortuna, a quella italiana che in molti aspetti è carente e non mette al centro la persona con disabilità. Punta invece quasi esclusivamente a una serie di dettami tecnici che riguardano l’accessibilità ai veicoli e alle infrastrutture.

I regolamenti Ue sono invece molto più specifici e dettagliati e chiariscono in maniera chiara due aspetti:

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio: regolamenti

Entriamo più nel dettaglio e vediamo cosa prevedono i regolamenti che sono stati imposti nel corso degli anni dai legislatori dell’Unione Europea:

Tutte le tabelle per l’invalidità civile suddivise per patologie con relative percentuali

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio: risarcimento

L’Unione Europea ha anche stabilito un sistema di tutele alle persone con disabilità per eventuali disagi subiti nel corso del trasporto:

Elenco delle agevolazioni previste in base alla percentuale di invalidità riconosciuta

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio: aereo

Vediamo quali sono i diritti e le tutele per le persone con disabilità quando viaggiano in aereo.

Assistenza gratuita sia in aeroporto sia durante il volo.

La persona con disabilità deve comunque fare richiesta di assistenza 48 ore prima della partenza del volo. Nella richiesta, che può essere presentata all’agenzia viaggi o alla compagnia aerea, devono essere anche specificate le esigenze della persona con disabilità.

Ricevi subito la guida illustrata con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile

Se l’acquisto del biglietto viene effettuato online, c’è una sezione a parte dove è possibile inoltrare la richiesta.

Una precisazione: l’assistenza prevede l’accompagnamento fino ai servizi igienici, non dentro (dove dovrebbe intervenire, nel caso, un accompagnatore del cliente).

Se la partenza è improvvisa e non si può prenotare il servizio di assistenza, la compagnia aerea dovrà comunque fare il massimo per rendere più agevole il viaggio (ma avrà la priorità chi ha prenotato).

Alcune compagnie aeree potrebbero pretendere che la persona con disabilità venga accompagnata da un’altra persona.

In volo la persona con disabilità motorie viene imbarcata per prima e fatta scendere per ultima. In genere le compagnie assicurato il posto dell’accompagnatore accanto alla persona con disabilità.

La persona con disabilità può trasportare gratuitamente gli eventuali apparecchi medici e la carrozzina elettrica (sempre prenotandosi 48 ore prima).

I cani di assistenza viaggiano gratuitamente con la persone con disabilità (a differenza di quanto dispone la regolamentazione nazionale per gli altri animali di compagnia).

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio: treno

Queste sono invece le tutele e i diritti per le persone con disabilità che viaggiano in treno.

Per il trasporto ferroviario sono indispensabili 3 fattori:

Sul sito delle Ferrovie dello Stato sono indicate le stazioni che sono facilmente accessibili anche per le persone con disabilità.

Stesso discorso anche per i treni. Trenitalia indica qui (alla voce informazioni) i treni che prevedono carrozze attrezzate per il trasporto di persone con disabilità.

Per Italo, ogni treno ha dei posti prioritari disponibili per persone con ridotta mobilità motoria.

La prenotazione è importante perché i treni hanno un numero limitato di posti per persone con disabilità (al massimo due).

Le agevolazioni tariffarie variano da regione a regione (quindi è meglio informarsi), comunque sono queste:

Tutti i diritti delle persone con disabilità in viaggio: nave

Queste sono invece le tutele e i diritti per le persone con disabilità che viaggiano in nave.

Prima di prenotare è preferibile per il viaggiatore con disabilità consultare il sito web della compagnia di navigazione (o chiedere allo sportello o all’agenzia di viaggio).

La persona con disabilità ha diritto all’assistenza gratuita durante l’imbarco e lo sbarco dalle navi.

L’assistenza deve essere prenotata 48 ore prima. In caso contrario chi gestisce il trasporto deve comunque assicurare la migliore assistenza possibile.

In alcuni casi l’imbarco alla persona con disabilità può essere negato. Vediamo quando:

In questi casi la persona con disabilità ha diritto al rimborso o a un trasporto alternativo.

Possono essere trasportati gratuitamente apparecchi medici o attrezzature, se si danneggiano per cause imputabili alla compagnia scatta il risarcimento.

L’accompagnatore della persona con disabilità viaggia gratuitamente.

Può interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp

1