L’Unione Europea fa causa ad AstraZeneca, ma ha già perso

L'Unione Europea fa causa ad AstraZeneca ma è una causa persa in partenza perché non ne gioverà nessuno, soprattutto i paesi più poveri.

2' di lettura

L’Unione Europea cita in giudizio AstraZeneca e non certo per le morti sospette. Sarebbe una di quelle dolci cause perse, in partenza, non potendo ottenere la prova che il vaccino sia la causa della causa del decesso.

Non saremo però troppo lontani dalla medesima conclusione, laddove si pervenga concretamente ad un giudizio per i ritardi nelle consegne.

Si tratta, infatti, di un’altra bella causa, persa. Di quelle tanto amate dai politici e dai loro staff legali.

Perché è una causa persa

Difficilmente si può ottenere il risarcimento per la violazione di un contratto di acquisto che non prevede sanzioni in caso di mancato rispetto delle date e delle quantità.

Anzi, faticosamente potremo spiegare un’azione nei confronti di qualcuno per le consegne ritardate, se il contratto che ci lega stabilisce che non si potrà citarlo in giudizio per i ritardi nelle consegne.

La forza maggiore e il massimo sforzo possibile

Aggiungeteci un po’ di rosmarino e rosolate a fuoco lento, se è vero, come è vero, che esiste la forza maggiore – pensate, semplicemente, alle centinaia di milioni di dosi dovute su base planetaria soltanto nei primi mesi – e che l’intero impianto negoziale è ancorato alla “best reasonable efforts”, cioè l’impegno a mettere in campo il massimo sforzo possibile, anzi, meglio, ragionevole.

Chi può sostenere il contrario, cioè che non sia stato profuso il massimo ragionevole sforzo?

Prova diabolica, anche se non la pensate come i teorici classici della Curia romana, secondo cui il diavolo solo è in grado di provare il contrario rispetto alla verità.

Epperò è sempre il diavolo a fare le pentole ma non i coperchi.

Alla fine, un’azione del genere, oltre a canzonare i proponenti – gli stessi che hanno redatto e sottoscritto quel contratto – si ridurrebbe a risarcimenti milionari, sciancando uno dei protagonisti di un fronte che, invece, ha bisogno del concorso di tutti.

L'Unione Europea fa causa ad AstraZeneca, ma ha già perso
Perché l’azione legale dell’Unione Europea non gioverà a nessuno.

Perché ci perderanno i più poveri

L’orizzonte è molto limitato, come potrete capire. Soprattutto se rivolgiamo lo sguardo verso chi ci perde realmente.

Il vaccino AstraZeneca è molto meno costosol’Università di Oxford, partner di AstraZeneca nella sperimentazione, aveva spinto per il carattere no-profit dell’iniziativa – ed è molto più facile da conservare e trasportare rispetto ai vaccini a mRna (come Pfizer e Moderna).

Per almeno questi due motivi, sono i Paesi più poveri del mondo, dove le varianti corrono e variano liberamente, ad aver scommesso sul preparato anglo-svedese per le proprie campagne di immunizzazione.

Bastonare Astrazeneca significa legnare anche loro.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie