Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie / Bonus 150 euro e 200 euro su Rdc: sperano i ritardatari

Bonus 150 euro e 200 euro su Rdc: sperano i ritardatari

Scopri le ultime novità sui Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023: a chi spetta e chi deve ancora riceverlo.

di Chiara Del Monaco

Marzo 2023

Tra i percettori di Reddito di cittadinanza c’è ancora chi aspetta i Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023 perché non lo ha ancora ricevuto. In questo approfondimento vediamo quali sono le ultime novità (scopri le ultime notizie sul bonus 150 euro e poi leggi su Telegram tutte le news sui pagamenti dell’Inps. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp e nel gruppo Facebook. Seguici anche su su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

I Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023 sono attesi ancora da diverse famiglie che percepiscono mensilmente il Reddito di cittadinanza.

Nonostante i pagamenti siano iniziati a fine novembre 2022, infatti, c’è ancora qualche nucleo familiare che non ha ricevuto il contributo una tantum da 200 o 150 euro (o entrambi). Nei prossimi paragrafi ricordiamo quali percettori hanno diritto ai due bonus e chi altro è in attesa dell’indennità una tantum.

Indice

Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023: chi lo aspetta ancora

I pagamenti del Bonus 200 euro sono iniziati a luglio 2022 per le persone che dovevano riceverlo in automatico. Allo stesso modo, quelli del Bonus 150 euro sono cominciati a novembre 2022, che ha inaugurato la “prima fase di pagamento“. La seconda fase, invece, è iniziata a febbraio 2023.

In entrambi i casi, tra i destinatari del Bonus 200 euro introdotto dal Decreto Aiuti e del Bonus 150 euro introdotto dal Decreto Aiuti ter, ci sono anche i nuclei familiari che percepiscono il Reddito di cittadinanza. Visto che questi cittadini rientravano nei pagamenti di luglio e novembre, sembra assurdo che ci sono ancora diverse famiglie in attesa del contributo una tantum.

Eppure, è così. Nonostante siano molte le famiglie che hanno ricevuto il pagamento sulla Carta Rdc in modalità automatica, manca ancora qualcuno all’appello per concludere gli accrediti.

In particolare, ad aspettare i due Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023 sono coloro che:

Se rientri in una di queste categorie, allora hai diritto al contributo economico e potresti riceverlo a breve.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023: quando arriva

Il Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023 è atteso dalle famiglie che percepiscono il Reddito di cittadinanza e rientrano nelle categorie descritte nel paragrafo precedente.

Ma quando arriveranno questi soldi?

In teoria, se le tempistiche di pagamento proseguono come i mesi precedenti, le persone che hanno diritto alle indennità una tantum (tutte e due o anche una soltanto) dovrebbero essere pagate dopo la ricarica ordinaria del Reddito di cittadinanza.

Visto che per il mese di marzo la ricarica è prevista da lunedì 27, è possibile che l’INPS inizi a liquidare i 150 euro o 200 euro su Rdc da martedì 28 marzo 2023, fino al 31 marzo 2023. Se poi non riceverai i due Bonus neanche a fine marzo, allora dovresti aspettare alla ricarica del Rdc di aprile.

Il motivo dei ritardi, comunque, potrebbe essere legato a un rafforzamento dei controlli da parte dell’INPS. Proprio in queste settimane, infatti, anche il pagamento del Reddito di cittadinanza è arrivato in ritardo ad alcuni beneficiari. Ciò si deve ai controlli dei Comuni per il nucleo ISEE da verificare.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Leggi tutti i dettagli sul bonus 150 euro: quando arriva il contributo economico e quali sono i requisiti reddituali. Scopri anche quando spetta ai lavoratori, ai pensionati, agli invalidi e disabili e ai percettori di Reddito di cittadinanza.

Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023: in foto, alcune banconote da 50 euro.

Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023: gli altri destinatari in attesa

Nei paragrafi precedenti ci siamo concentrati sul pagamento dei Bonus 150 euro e Bonus 200 euro su Rdc a marzo 2023. Tuttavia, i percettori di Reddito di cittadinanza non sono gli unici ad aspettare i contributi una tantum.

Infatti, tra i destinatari delle indennità contro il caro energia, ci sono ancora molte persone appartenenti alla seconda fase di pagamento, che non hanno percepito i soldi dovuti. Si tratta in particolare di coloro che hanno richiesto i 150 euro tramite un’apposita domanda entro il 31 gennaio 2023. Questi comprendono nello specifico:

Il motivo per cui i pagamenti procedono così lentamente è che l’INPS deve ancora terminare tutti i pagamenti per le persone che hanno diritto ai 150 euro d’ufficio, cioè senza domanda. Tra questi ci sono per esempio i titolari di indennità di disoccupazione Naspi/Dis-Coll o disoccupazione agricola.

Inoltre, ricordiamo che solo di recente l’INPS ha aperto la piattaforma per richiedere i Bonus 150 euro e 200 euro entro il 30 aprile 2023. La possibilità di fare domanda riguarda in particolare i lavoratori autonomi e liberi professionisti privi di Partita Iva, esclusi dai Decreti Aiuti e Aiuti ter.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul bonus 150 euro:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp