Un nullatenente corre dei rischi se non paga?

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Può essere denunciato o in qualche modo costretto da un creditore a far fronte ai suoi debiti? Quando una persona può essere ritenuta nullatenente? E come continuare a risultare nullatenenti per il Fisco e i creditori se invece qualcosa si ha?

5' di lettura

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Capita di ascoltare persone che sostengono di non temere nulla dai debiti perché non posseggono niente. E quindi un creditore nei suoi confronti avrebbe le armi spuntate.

Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Cerchiamo di capire se è davvero così. Se cioè chi ha debiti ma niente da perdere può dormire sonni tranquilli.

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Chi è nullatenente

Un nullatenente corre sei rischi se non paga? Prima di risponder a questa domanda intendiamoci bene su chi è nullatenente.

Nell’accezione corrente un nullatenente non ha nulla. In realtà, da un punto di vista giuridico (quello che interessa un eventuale creditore), un nullatenente è chi non ha nulla che può essere pignorato.

Se ha uno stipendio può perdere un quinto. Così come per la pensione. Ma se la pensione è al di sotto del minimo vitale (460 euro circa), neppure quella può essere pignorata.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Mobili impignorabili

Sui beni mobili lo abbiamo scritto più volte. Quelli che non si possono pignorare sono tanti: dal tavolo da cucina, al letto, al frigorifero, all’armadio, agli indumenti, alla fede nuziale.

Certo il debitore potrebbe essere sposato in comunione di beni e il consorte è proprietario di una casa (che a questo punto potrebbe essere pignorata del 50%). Ma è una tipologia di nullatenente che non rientra nella nostra casistica.

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Un nullatenente può non essere povero

Questo tipo di nullatenente dunque, non è esattamente qualcuno che vive sotto i ponti. Ha una casa (non di proprietà), e potrebbe condurre una vita del tutto regolare. In teoria potrebbe anche avere un conto corrente, intestato a un familiare ma nella sua disponibilità.

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Non è reato

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Infatti, ci chiediamo se questo tipo di nullatenente davvero non corre rischi se è pieno di debiti e conseguenti creditori.

Una premessa importante: chi fa debiti e non li paga non commette in Italia un reato penalmente perseguibile.

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? È un cattivo pagatore…

Potrebbe incorrere in una richiesta di risarcimento danni se i suoi debiti non pagati hanno causato problemi al creditore. Ma cosa può risarcire chi non ha nulla?

Chi non paga i debiti con una banca verrà inserito nella lista nera dei cattivi pagatori.

La conseguenza è che non potrà aprire un conto corrente o emettere assegni.

Ma un nullatenente, soprattutto un nullatenente che non ha intenzione di pagare i suoi debiti, può tranquillamente fregarsene di queste conseguenze.

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Attenzione all’Anagrafe tributaria

Questo atteggiamento di sfida aperta ai debiti può averlo però solo un nullatenente attento a non avere nulla. Un creditore infatti ha diverse armi a disposizioni per capire se il debitore in questione nasconde qualcosa.

Per capire se un debitore ha dei beni intestati o dei conti correnti aperti, un creditore può accedere all’Anagrafe Tributaria o all’Archivio dei rapporti finanziari.

Cosa sono? Due enormi registri del Fisco. All’interno ci sono le informazioni economiche di tutti i contribuenti.

Eppure qualcosa può sfuggire.

Qualche piccolo esempio:

  • il denaro depositato nella cassetta di sicurezza aperta da un familiare;
  • un conto corrente aperto all’estero, magari in un Paese al di fuori dell’Unione Europea;
  • il denaro nascosto nella cassaforte occultata nella casa dove risiede o di qualche familiare.

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? Un vero lavoro

In realtà gli espedienti per risultare nullatenente senza essere nullatenente possono essere tanti.

È anche vero che essere nullatenenti in questo modo è come un lavoro. E a proposito di lavoro, un nullatenente non può essere assunto e avere uno stipendio (scatterebbe il pignoramento del quinto). Chiaro che non può avere intestata neppure un’auto, una moto o un ciclomotore.

Diciamolo, se il gioco vale la candela dipende dall’ammontare del debito. Se si ritiene di non aver alcuna possibilità di rimborsare i creditori, forse non avere nulla potrebbe essere una delle soluzioni.

Un nullatenente corre dei rischi se non paga? No

L’importante, questo è il punto, è non fornire nessuna forma di tracciamento dei suoi eventuali movimenti finanziari. Fino a quando il debitore che non ha nulla elude il radar del Fisco e dei creditori, risulta intoccabile.

E per tornare alla domanda iniziale: un nullatenente corre dei rischi se non paga? No, non rischia un bel nulla.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie