Vaccini coronavirus: ecco tutti gli effetti collaterali

Vaccini coronavirus: ecco tutti gli effetti collaterali. A tre mesi dall'inizio delle somministrazioni in tutto il mondo si fa un primo bilancio credibile sugli effetti collaterali. Non si sono registrati decessi riferiti ai vaccini e diversi casi di anafilassi grave. Le conseguenze più frequenti sono un dolore al braccio, sintomi simili all'influenza e l'ingrossamento dei linfonodi.

3' di lettura

Tutti i vaccini che sono in via di somministrazione in Italia e non solo hanno degli effetti collaterali. Sono quasi sempre lievi e vanno via con dei normali antidolorifici. In casi più rari sono state segnalate delle reazioni allergiche gravi. Sono state tutte affrontate con tempismo e non hanno avuto serie conseguenze.

Vaccini e sintomi influenzali

I vaccino Pfizer e Moderna hanno entrambe come effetto collaterale più frequente il dolore dopo la somministrazione nella zona del braccio dove è stata fatta la puntura.

Alcune persone hanno anche sviluppo sintomi simili all’influenza, ma di breve durata. In particolare affaticamento, mal di testa, dolori muscolari, lividi e febbre.

Sono stati anche segnalati ingrossamenti dei linfonodi. Cosa che ha preoccupato diverse donne, perché quei noduli sotto l’ascella, sono a volte il segno di un cancro al seno.

Vaccini efficaci e ben tollerati

I dati di prova hanno dimostrato che due dosi di vaccino Pfizer sono efficaci al 95% contro il coronavirus. Risultato molto simile a quello di Moderna, che dopo due iniezioni è efficace al 94%.

I due vaccini, sia dalle prove fornite agli enti regolatori, sia dopo un uso che ormai è di quasi tre mesi, si sono dimostrati sicuri e generalmente ben tollerati.

Leggi anche; Come funziona il vaccino AstraZeneca

Leggi anche: «Il vaccino Pfizer è sicuro, vi spieghiamo perché»

Vaccini, i casi di anafilassi

Il tasso segnalato di anafilassi dopo la somministrazione del vaccino Pfizer è di 4.7 casi per milione. Quello del vaccino Moderna è di 2.5 casi per milione. Per entrambi i vaccini non sono state segnalate morti per anafilassi.

I nuovi vaccini

I vaccini Johnson & Johnson e Oxford-AstraZeneca, il secondo già in somministrazione, il primo in attesa dell’autorizzazione da parte dell’Ema e dell’Aifa (è prevista tra fine marzo e inizio di aprile), sembrano essere meno efficaci dei vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna, ma hanno profili di sicurezza simili ed effetti collaterali segnalati come braccio dolorante, febbre o brividi.

Per il braccio dolorante i medici consigliano di applicare del ghiaccio dove è stata effettuata l’iniezione. Può aiutare anche un analgesico da banco.

Vaccini, un primo bilancio

Un primo bilancio della vaccinazione contro il coronavirus dopo questi primi mesi di somministrazione può essere ritenuto positivo rispetto all’efficacia e agli effetti collaterali, che sono di gran lunga meno preoccupanti dei benefici che comporta l’immunizzazione.

Vaccini, la situazione in Italia

Con oltre 3,5 milioni di dosi totali di vaccini anti coronavirus somministrate (i dati sono swtati aggiornati alla sera del 22 febbraio), l’Italia è terza in Europa, dopo Germania e Francia. Ma se si proporzionano le dosi effettuate rispetto alla popolazione dei singoli stati, l’Italia è solo 16esima tra i paesi dell’Unione Europea, con 58,7 somministrazioni ogni mille abitanti e anche sotto la media europea (62,8).

Il monitoraggio è stato pubblicato oggi sul portale dell’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali). Per le seconde dosi, in numeri assoluti, l’Italia è seconda in Ue, dopo Germania, con oltre 1,3 milioni di somministrazioni, ma se si considerano le seconde dosi effettuate ogni 100 abitanti l’Italia è invece 11esima, con il 2,21% e leggermente sopra la media europea.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie