Vaccini, niente immunità a giugno: saremo al 57%

Vaccini: sembra ormai impossibile in Italia il raggiungimento dell'immunità di gregge entro giugno: a causare i ritardi è soprattutto la mancata consegna dei vaccini. AstraZeneca ha consegnato solo il 25% dei vaccini previsti e Johnson e Johnson, non ancora arrivato, annuncia già pesanti ritardi.

2' di lettura

Se l’Italia puntava a raggiungere l’immunità di gregge entro l’estate, beh, bisogna riaggiornare i conti: l’operazione vaccini al 70% dei cittadini sembra già fallita. Mancano quattro mesi per raggiungere quel traguardo, troppo pochi – con la velocità attuale e i vaccini a disposizione – per avvicinarsi a quel limite.

Una bozza in circolazione tra i Paese dell’Ue, indica purtroppo che solo il 55% dei cittadini riuscirà a vaccinarsi entro giugno. Ci sono delle eccezioni (Malta 93% e Danimarca 80%), ma la media europea è molto al di sotto.

L’Italia si fermerebbe al 57%

Secondo questi dati l’Italia si fermerebbe al 57.14%, sul livello di Romania e Grecia, un po’ al di sotto di Francia e Spagna.

A incidere negativamente su questi risultati sono soprattutto i ritardi accumulati nella consegna delle dosi di AstraZeneca (infatti sono stati penalizzati soprattutto i Paesi che avevano puntato al vaccino anglo svedese).

Nel primo trimestre AstraZeneca ha consegnato solo il 25% dei vaccini che aveva promesso. Un calo drastico, importante.

Qui trovi tutte le notizie su Covid, vaccinazioni e ordinanze

Ragioni, come si può vedere, che poco hanno a che fare con la capacità di vaccinazione di ogni singolo Paese. Del resto in Italia ci siamo avvicinati alle 300mila dosi somministrate in un giorno. Il che significa che quota 500mila, che il commissario straordinario punta a raggiungere entro metà aprile, sarebbe più che possibile. Il problema, quello serio, è che mancano le dosi.

Johnson e Johnson non parte bene

Bisognerà vedere con l’aggiunta del vaccino Johnson e Johnson. Dal 19 aprile dovrebbe essere somministrato anche in Italia. Ma l’azienda ha già fatto sapere che ha difficoltà nel rispettare i tempi di consegna per il secondo trimestre. E c’è di più. Bisognerà valutare che impatto avrà in Europa l’incidente che si è verificato nello stabilimento di Baltimora, dove per un errore umano si sono perse 15 milioni di dosi. Nello stesso impianto vengono anche prodotti vaccini AstraZeneca.

Circolano voci, molto prossime a essere ufficiali, che confermano un ritardo nella consegna di 55 milioni di dosi Johnson e Johnson previste nel secondo trimestre del 2021. Erano quelle che avrebbero consentito lo scatto definitivo per raggiungere se non l’immunità di gregge entro giugno, almeno una quota molto vicina al 70%.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie