Cercasi vaccino antinfluenzale: le regioni più virtuose

Vaccino antinfluenzale. C'è molto da fare. Tra regioni in ritardo e altre in anticipo. Uno sforzo di programmazione difficile da attuare. Ma da migliorare.

Allarme vaccino antinfluenzale. Tra regioni più e meno virtuose
Allarme vaccino antinfluenzale. Tra regioni più e meno virtuose
3' di lettura

Nel pieno della seconda ondata di Coronavirus, la campagna per il vaccino antinfluenzale prosegue. O almeno dovrebbe. Tra regioni più e meno virtuose, emerge la realtà di una programmazione complessa da progettare e da attuare.

Campagna vaccinale in Lombardia

Ritardi della somministrazione su vasta scala del vaccino antinfluenzale. Se ne parla in un articolo pubblicato su Avvenire.

Il bilancio è lontano dall’essere soddisfacente. Ma attenzione a non buttare via il bambino con l’acqua sporca.

Ogni regione si è dovuta muovere autonomamente per fare scorte e programmazione già in primavera.

Tra gare di appalto finite ad ottobre e dosi insufficienti al fabbisogno, le critiche sono state molte e sono state severe.

Il caso della Lombardia è stato ampiamente dibattuto.

Per la risposta del presidente della Regione Attilio Fontana al j’accuse di Walter Ricciardi, che avrebbe denunciato il ritardo nelle gare per i vaccini.

“Una polemica fuori luogo”, ha ribattuto presidente, “la Lombardia è molto sotto pressione, hanno già distribuito 800 mila dosi e presto arriveranno le altre”, riporta Adnkronos.

Ma forse la verità sta nel mezzo.

L’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera avrebbe dichiarato l’acquisto di 2 milioni e 900mila dosi. Più del doppio di quello che erano servite l’anno prima. Il problema è il ritardo nella produzione e poi somministrazione.

Allarme vaccino antinfluenzale. Tra regioni più e meno virtuose
Allarme vaccino antinfluenzale. Tra regioni più e meno virtuose

Una programmazione difficile

E’ pur vero che ottenere per milioni di persone un vaccino antinfluenzale, che improvvisamente è richiesto in tutto il mondo, pone problemi logistici non indifferenti.

“In Italia l’acquisto dei vaccini avviene da parte dei servizi sanitari regionali con procedure centralizzate – spiega Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria –. La Regione indice la gara, alla quale rispondono le aziende (sono Gsk, Msd, Mylan, Pfizer, Sanofi e Seqirus) e il criterio di scelta è quello del prezzo più basso”, riporta Avvenire.

La maggior parte delle gare sono state bandite tra aprile e maggio, in ritardo rispetto ad altri paesi europei. Come il Regno Unito che aveva iniziato a dicembre.

Ma non è tutto. Va considerato che anche la catena produttiva dei vaccini era in ritardo. Con una produzione massiva senza precedenti che era irragionevole pensare avrebbe duplicato in pochi mesi. Come ha chiarito il virologo Lorenzo Pregliasco, sempre su Avvenire.

E’ pur vero che alcune regioni sono state più virtuose di altre. Il Lazio, per esempio, si è mosso in anticipo e non avrebbe problemi di quantità al momento. Così anche l’Emilia-Romagna, la Toscana e la Campania. Nella regione di De Luca, però, sono stati i farmacisti a lanciare l’allarme: “Qui il vaccino antinfluenzale è troppo poco”.

Poi c’è il ruolo delle farmacie. Fondamentale perché il vaccino raggiunga tutti (non solo le categorie a rischio, coperte dal sistema sanitario).

Le Regioni in surplus di vaccini potranno ridistribuire le dosi alle farmacie, mentre alle altre regione non resta che aspettare.

Lo ha detto il presidente dell’Ordine dei Farmacisti Andrea Mandelli: “Credo che dovremo attendere dicembre per avere una redistribuzione di dosi per la farmacia”.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie