Vaccino AstraZeneca, l’Aifa vieta l’uso in tutta Italia

L'Aifa ha sospeso la somministrazione del vaccino AstraZeneca in Italia, la decisione è stata adottata di concerto con il presidente del Consiglio. L'Aifa è in attesa che sul prodotto si pronunci l'Ema. Sono già diversi i Paesi europei che hanno preso la stessa decisione, ultima in ordine di tempo la Germania. Al più presto arriveranno comunicazioni per chi dovrà avere la seconda dose del vaccino.

Vaccino AstraZeneca, l'Aifa vieta l'uso in tutta Italia
L'Aifa ha sospeso la somministrazione del vaccino AstraZeneca in Italia, la decisione è stata adottata di concerto con il presidente del Consiglio.
2' di lettura

L’Aifa ha deciso di estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’EMA, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca contro il coronavirus su tutto il territorio nazionale.

La decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei, ultima in ordine di tempo la Germania.

L’Aifa, in coordinamento con EMA e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione. Aifa renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento della seconda dose di vaccino per coloro che hanno già ricevuto la prima dose.

Lo sottolinea la stessa Aifa, dopo aver sospeso in via precauzionale l’uso del vaccino AstraZeneca in Italia.

Decisione presa insieme a Draghi

La decisione della sospensione delle somministrazioni del vaccino Astrazeneca, per ragioni esclusivamente precauzionali, da parte di Aifa è stata adottata dopo un colloquio tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e il ministro della Salute Roberto Speranza. Durante la giornata Speranza ha avuto colloqui con i ministri della Salute di Germania, Francia e Spagna. Lo spiegano fonti del ministero della Salute.

Riunione delle procure per le indagini

Si è svolta oggi nel frattempo una riunione di coordinamento fra alcune procure italiane impegnate nelle indagini avviate dopo decessi o eventi avversi su alcune persone, avvenuti dopo la somministrazione del vaccino Astrazeneca.

Sei interessato a notizie su covid, ordinanze e vaccini qui trovi tutte le notizie

Alla riunione, fra gli altri, hanno preso parte i magistrati di Catania, Gela e Biella. Le procure interessate hanno concordato sulla necessità di fare accertamenti congiunti per verificare l’esistenza di eventuali patologie pregresse che abbiano potuto determinare l’emorragia cerebrale che, in alcuni casi, ha provocato il decesso.

A Gela si indaga sulla emorragia cerebrale che ha colpito, 11 giorni dopo il vaccino con il lotto Astrazeneca Abv3374, una docente di 37 anni attualmente in rianimazione all’ospedale di Caltanissetta. Il fascicolo aperto è contro ignoti. I magistrati gelesi hanno sequestrato le cartelle cliniche e stanno svolgendo accertamenti preliminari finalizzati a verificare lo stato di salute pregresso della donna per valutare possibili connessioni con il vaccino AstraZeneca

I nuovi contagi in Italia

E’ di 15.267 nuovi casi e 354 morti il bilancio delle ultime 24 ore per quanto riguarda la pandemia da coronavirus in Italia. Sono stati effettuati 179.015 tamponi, per un tasso di positività dell’8,5%. In terapia intensiva si trovano attualmente 3.157 pazienti (+75 da ieri), mentre sono 15.807 i guariti nelle ultime 24 ore (2.605.538 da inizio pandemia).

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie