Vaccino AstraZeneca, parlano i volontari: «Ho avuto la febbre a 40»

Dopo lo stop della sperimentazione del vaccino di AstraZeneca, alcuni volontari cominciano a raccontare la loro storia. C'è chi si è sentito male e chi invece, come il giornalista Jack Sommers, non vede l'ora di ricominciare le sperimentazioni.

Vaccino AstraZeneca, parlano i volontari: «Ho avuto la febbre a 40»
Parlano i volontari del vaccino di AstraZeneca. Alcuni hanno avuto effetti indesiderati, altri invece sono entusiasti di ricominciare i trial.


2' di lettura

Dopo la notizia dello stop del vaccino di AstraZeneca a causa di un paziente che si è ammalato gravemente nel corso dei test clinici, altri volontari stanno cominciando a raccontare la loro storia. C’è chi dice di essersi sentito male e chi invece non vede l’ora di ricominciare le sperimentazioni.

Volontario al vaccino di AstraZeneca: «Ho avuto brividi e febbre alta»

Un volontario per la sperimentazione del vaccino, che ha preferito rimanere anonimo, ha dichiarato al DailyMail di aver avuto diversi effetti indesiderati. Dopo circa 14 ore dall’iniezione ha cominciato ad avvertire brividi e spossatezza, poi ha avuto la febbre alta che è durata per circa un giorno:

«Mi sono svegliato alle 2 di notte con i brividi addosso. Avevo la febbre più alta di 39°. Mi sentito incredibilmente malato, non potevo alzarmi dal letto o muovermi. La mia compagna mi ha dovuto dare del paracetamolo per farmi stare meglio.

La febbre è durata per circa un giorno. Mi sono sentito molto malato e stanco, non potevo fare nulla.»

Il mal di testa e i brividi sono continuati fino al terzo giorno, poi sono andati scemando, anche se la stanchezza è rimasta. Non ha partecipato poi ai successivi test perché ha ricevuto una email che gli comunicava l’interruzione delle sperimentazioni:

Caro partecipante al trial clinico, per via di una malattia contratta da un volontario, che potrebbe o non potrebbe essere correlata al vaccino, abbiamo posposto i test finché non avremo maggiori informazioni. Le malattie possono incorrere quando ci sono trial con un grande numero di persone (nei nostri trial sono 18000 in tutto il mondo) e quindi dobbiamo analizzare bene la malattia per dare una diganosia che ci dia una risposta inequivocabile. Come da prassi, il caso sarà studiato attentamente da un comitato di sicurezza indipendente e dal Regno Unito che comunicherà quando potranno essere fissati i prossimi test.

Parla l’altro volontario: «Non vedo l’ora di ricominciare»

Jack Sommers, un giornalista di 35 anni che si è sottoposto volontariamente alla sperimentazione del vaccino, si dice invece deluso dal fatto che i trial siano stati interrotti. Non vede l’ora di ricominciare le sedute:

Sommers si fida dei medici e crede che sia statisticamente probabile che su diciottomila persone una si sia ammalata durante le sperimentazioni. Una «inevitabilità statistica» l’ha definita.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie