Vaccino Campania, al via la seconda dose. C’è anche De Luca

Vaccino Campania: è partita questa mattina la somministrazione della seconda dose di vaccino a chi ha ricevuto la prima 20 giorni fa, c'è anche De Luca. Nel frattempo la campagna è costretta a subire un rallentamento per la riduzione degli invii da parte di Pfizer. Iniziata la vaccinazione anche con Moderna.

3' di lettura

È iniziata questa mattina in Campania la somministrazione della seconda dose di vaccino anti coronavirus. A distanza cioè di venti giorni (come consiglia la Pfizer), dalla inoculazione della prima dose.

In 720 hanno completato l’immunizzazione

Per 720 cittadini campani si completa così il processo di immunizzazione. Sono coloro che hanno fatto da apripista nella campagna di vaccinazione iniziata nella regione.

Cento tra medici e operatori sanitari per ogni provincia campana (solo a Napoli 200), e 20 operatori di Rsa del capoluogo partenopeo erano stati i selezioni per quel V-day che era soprattutto un giorno dal forte valore simbolico.

Seconda dose anche per De Luca

Tra loro, persone molto esposte al contagio, c’era anche il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che decise di inserirsi tra i vaccinati per dare il buon esempio, come è stato fatto anche da molti altri leader politici in giro per il mondo.

E anche per De Luca è arrivato il giorno della seconda dose del vaccino. Il governatore ha quindi completato il ciclo: si è sottoposto al richiamo questa mattina, nell’ospedale Cotugno di Napoli. Subito dopo ha raggiunto gli studenti che frequentano l’ultimo anno del corso di laurea in Medicina, ai quali si sta somminitrando ora la prima dose del vaccino anticoronovirus.

Ma ora c’è uno stop tecnico

Ma in Campania, così come nel resto del Paese, la campagna di vaccinazioni è costretta a uno «stop tecnico» per la carenza di dosi dopo la riduzione delle forniture decisa dall’azienda farmaceutica Pfizer. Riduzione o sospensione che, oltre a causare seri problemi alla campagna di vaccinazione, ha sollevato anche vibranti proteste. Non solo in Italia ma in tutta Europa, sotto accusa l’atteggiamento e la decisione della multinazionale americana.

Tutto fermo quindi alla Mostra d’Oltremare, il quartier generale delle operazioni per la somministrazione del vaccino a Napoli. Se i ritardi dovessero accumularsi, con le dosi del vaccino che non vengono consegnate, si riprenderà nei prossimi giorni, ma solo con i richiami per chi ha già avuto la prima dose.

In Campania tagliate il 10% delle dosi di vaccino

La spedizione delle dosi di vaccino viene effettuata direttamente dalla casa farmaceutica senza passare dalla struttura commissariale di Domenico Arcuri. L’arrivo di una nuova scorta dovrebbe essere imminente, ma non si ha nessuna certezza sulla quantità di dosi che verranno consegnate nelle singole regioni.

Una incertezza che rendendo problematica l’organizzazione sul campo della campagna vaccinale.

La Pfizer ha ridotto il numero delle dosi di vaccino da consegnare in tutta Europa (l’azienda ha riferito che si tratta solo di una settimana), e sulle 36mila dosi da consegnare in Campania ci sarà una riduzione del 10%. Intanto è già iniziata, sempre in Campania, l’inoculazione delle 8mila dosi del vaccino Moderna.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie